Comunicato stampa

Postato il: 30 giugno, 2011 | Lascia un commento

Ieri sera, nel corso di una vivace riunione informale tenuta da concessionari demaniali marittimi di Varazze e di Celle, alla presenza del presidente Nazionale SIB Riccardo Borgo e del Presidente provinciale SIB Enrico Schiappapietra, si è parlato delle iniziative intraprese dal Sindacato, delle prospettive e delle eventuali azioni da intraprendere. Borgo ha confermato l’impegno del ministro Fitto di portare in Europa le istanze motivate della categoria, ma ha evidenziato gli aspetti critici di questa iniziativa che, a giudizio suo e dei tecnici governativi, è difficile, incerta, non ancora adeguatamente strutturata. Ha sconsigliato una azione dimostrativa immediata. Schiappapietra ha puntualizzato il suo personale punto di vista circa i contenuti dello statuto di OBIETTIVO SPIAGGE – Società consortile a responsabilità limitata, voluta dallo stesso Schiappapietra e costituita dal direttivo SIB di Savona. Schiappapietra, presidente dell’ente, ha precisato che il 30 giugno 2011, termine del quale il SIB aveva in precedenza parlato come di possibilità ultima di aderire al consorzio senza penali, in effetti non è mai stato formalmente deliberato e deve pertanto essere considerato come un semplice invito ad aderire senza ritardi. Non si è parlato di altro termine. Notizia utile per i concessionari di Varazze potenzialmente interessati all’iniziativa, i quali, se titolari di un indirizzo di posta elettronica, hanno ricevuto il 27 giugno lo statuto della società consortile, costituita il 28 marzo 2011. Consideriamo la dichiarazione di Schiappapietra come risposta al nostro post del 28 giugno. Sembra di capire che mercoledì 6 luglio l’argomento Obiettivo Spiagge sarà ripreso e approfondito, in ambito ancora da definire.

 

 

Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE