Conflitto di interessi tra SIB e “Obiettivo spiagge”

Postato il: 14 luglio, 2011 | Lascia un commento

L’altro ieri, 12 luglio, il segretario dell’Associazione Bagni Marini di Varazze, affiliata SIB, è stato incaricato di spedire agli associati una mail di questo tenore:

“Chi volesse aderire al consorzio è pregato di comunicarmelo al più presto a mezzo mail. Completato l’elenco degli interessati lo stesso sarà passato al presidente del consorzio in modo da poter contattare gli interessati per un appuntamento. Per questo vi prego fornirmi anche numero di telefono al quale essere contattati.”

Sindacato e Obiettivo spiagge non sono la stessa cosa, anche se il secondo ha avuto credibilità dall’essere stato sponsorizzato dal primo e  dalla commistione che si è voluta creare tra i dirigenti dei due enti. Sindacato e consorzio, anzi – fino a che non saranno attuate le modifiche statutarie preannunciate dal presidente Schiappapietra, che le ha correttamente subordinate all’assenso dell’assemblea consortile – sono in conflitto di interessi. Perché il sindacato di Varazze ha sentito la necessità di intervenire ulteriormente nella questione, spingendo  i propri associati nelle braccia del consorzio? Non ha forse quest’ultimo un direttore, che ha già avuto modo di comunicare con ciascuno degli associati di Varazze,  ne conosce l’indirizzo e avrebbe potuto tranquillamente mettersi in contatto con loro?

Questa mattina ho preavvertito  Sandro Badiale, presidente dell’Associazione, che gli avrei chiesto formalmente di diramare agli associati di Varazze, tramite la stessa segreteria  che ha spedito l’avviso di cui sopra, questa comunicazione:

“Giovanni Botta, concessionario balneare marittimo di Varazze e consigliere dell’Associazione bagni marini di Varazze, invita gli associati di Varazze che ancora non abbiano aderito alla società consortile cooperativa a responsabilità limitata “Obiettivo spiagge” a subordinare la propria adesione alle modificazioni statutarie che sono state annunciate dal presidente del consorzio, Enrico Schiappapietra, nella riunione dell’11 luglio. Precisa che fino a che tali modificazioni non siano effettuate – e in particolare fino a che almeno l’articolo 4,  dello statuto, ultimo comma, e il successivo articolo 5, comma 5, punto 4,  non siano eliminati – sindacato e consorzio sono in evidente conflitto di interessi.”

Giovanni Botta

 

Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE