Dal senatore Grillo: la Bolkestein si applica!!

Postato il: 16 luglio, 2011 | Lascia un commento

Oggi abbiamo incontrato il senatore Grillo, presidente della 8° Commissione permanente lavori pubblici e comunicazioni, nel suo studio di Genova. Discorso breve e franco, quello del presidente, senza giri di parole: l’Europa esige che le autorizzazioni siano concesse mediante gara. L’Europa è quella stessa che ci costringe a una manovra lacrime e sangue, come si può pensare che sia disponibile per una deroga? l’Europa vuole dinamiche di mercato e non privilegi, non bisogna farsi illusioni, magari  finirà e con lei l’euro, o cambierà, ma finché esiste l’Unione ed esiste la Bolkestein questa normativa dovrà essere necessariamente applicata. Sostenete che ci siano  aspetti della Bolkestein che vi sono favorevoli? ma quali sono? Le multinazionali e le mafie aspettano il 31.12.2015? ipotesi poco credibile: cosa se ne fanno di un piccolo stabilimento balneare?  Sì, ci sono molti posti di lavoro a rischio, ma Fitto, che tiene i contatti con Bruxelles, sa quello che fa: la soluzione che sta cercando è una griglia che privilegi gli attuali concessionari. La gestiranno i comuni, le province, le regioni. La gestiremo qui. Le concessioni rimarranno a voi.

Grillo e Fitto si conoscono bene: entrambi sono stati eletti in Puglia. E ora, se non bastasse l’esito dell’incontro del 13 luglio tra il ministro e SIB Abruzzo, abbiamo la prova provata di quello che pensa Fitto: rieccoci alle aste con i paletti.

 

Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE