Commenti all’incontro con Annamaria Bernini, ministro per le politiche europee.

Postato il: 10 settembre, 2011 | Lascia un commento

Annamaria Bernini, deputato, ministro delle politiche europee, è avvocato civilista e amministrativista, professore associato di discipline giuridiche (diritto pubblico comparato). Se davvero volesse aiutarci, come ha dichiarato, potrebbe essere la persona giusta. Giovedì scorso, 8 settembre, il ministro ha avuto l’interessante incontro del quale abbiamo già riferito e al quale il SIB ha partecipato in persona di Graziano Gianessi.

Ieri, venerdì 9 settembre, IL TIRRENO on line ha pubblicato il  post “POSSIAMO ANCORA EVITARE LE ASTE”, al quale vi rimandiamo:

http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2011/09/09/LV1LV_ LV101.html

L’articolo, che evidentemente riporta pareri raccolti, propone, come ipotesi più favorevole, quella di includere nella legge comunitaria – attualmente parcheggiata tra Camera e Senato – l’abolizione del rinnovo automatico delle concessioni, antitetico all’articolo 1, comma 18, del Milleproroghe 2009, ma non ancora esplicitamente abrogato. La questione è stata ampiamente discussa e noi ci schieriamo tra coloro che ritengono controproducente abrogare il 6 + 6, soprattutto dopo il provvedimento 10 agosto 2011, con il quale la COMMISSIONE DI GARANZIA DELL’ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI ha di fatto riconosciuto questo ruolo agli stabilimenti balneari in attività, almeno per gli aspetti inerenti la sorveglianza alla balneazione. Si vedano al riguardo: a.- il nostro post 15 agosto 2011: IL SALVATAGGIO E’ INCONTESTABIL-MENTE UN SERVIZIO PUBBLICO ESSENZIALE; b.- la nota 17 agosto con cui abbiamo segnalato la questione al presidente Barnier, Commissario europeo mercato interno e servizi.

Il ministro ci ha chiesto di aggiungere alle soluzioni elaborate in ambito governativo altri strumenti trovati “nella cassetta degli attrezzi”. Ci auguriamo che il documento deliberato dal tavolo di lavoro 27 luglio dal SIB e da altre organizzazioni di categoria – documento che dovrebbe essere disponibile tra oggi, 10 settembre, e giovedì prossimo, 15 settembre – sia all’altezza della situazione.

 

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE