Riunione 20 dicembre 2011 del SIB Savona e del Consorzio “Obbiettivo Spiagge”

Postato il: 22 dicembre, 2011 | 1 commento

Bruno Bruzzone ci informa:

“Riunione 20 dicembre 2011 del SIB Savona e del Consorzio “Obbiettivo Spiagge”

La piccola sala del SIB di Savona era al completo. Argomenti in discussione: attività sindacali e modifiche agli atti del Consorzio Obiettivo Spiagge. La riunione è iniziata con la  retrospettiva delle ultime iniziative: dall’intesa delle quattro sigle sindacali, all’incontro di Rimini, agli interventi locali in Provincia e in Regione. Un accenno all’articolo del Sole 24ore relativo ai Fondi comuni, che tanta preoccupazione stanno suscitando in tutti noi. Mi aspettavo di conoscere la nuova linea d’azione del Sindacato, che speravo già avviata, ma niente di tutto questo, nessun accenno ai rapporti con le istituzioni e neppure a iniziative che coinvolgano la base. Nulla. Sarà che ho preso il ritmo dei Toscani, ma trovo demoralizzante questa staticità e la mancanza di iniziative e di informazione. Non si può andare avanti in questa maniera, siamo tutti preoccupati per questo apparente vuoto sindacale e in questa situazione non è neanche da biasimare la recente nascita di un nuovo movimento spontaneo!

Un ragazzo, tra i presenti, ha chiesto notizie della persona che ha raggiunto Roma in bicicletta, lamentando la scarsa visibilità che ha avuto l’iniziativa. A questo punto ho dovuto intervenire e a fatica e con una certa rabbia ho parlato di Marcello, della sua personalità, della sua volontà e della sua forza morale, piuttosto che  della sua impresa. Scrivo “rabbia” perché la mia era proprio rabbia: noi abbiamo cercato di pubblicizzare l’evento il piu’ possibile, ma siamo stati stoppati dal silenzio del sindacato. Anche la mail con la quale abbiamo cercato di attivare Schiappapietra è caduta nel vuoto. Non si tratta di un’iniziativa promossa dal sindacato? Ma cosa importa! Nelle zone che ha attraversato, Marcello ha ricevuto l’interesse e la comprensione di moltissime persone e persino di colleghi, il che è tutto dire. Però avrei voluto anche dire a quel ragazzo: “E’ indispensabile tenersi aggiornati. Ma come? è a rischio la tua concessione e neanche t’informi nei tempi giusti e a cose fatte alzi la mano per chiedere? Ma accidenti, vuoi davvero perdere la tua azienda? La situazione si va aggravando giorno dopo giorno e non è piu’ tempo per delegare ad altri incombenze che sono anche tue! Ognuno di noi deve fare la sua parte.”

La riunione è proseguita con la modifica dell’articolo quattro dello statuto del Consorzio Obiettivo Spiagge, alla presenza del notaio che ne ha certificato il cambiamento. Si è anche parlato dell’attività del Consorzio e di alcune possibili iniziative collegate, che a me sembrano di un certo interesse.

Mi è arrivata in questo momento una mail dal Comitato Salvataggio, riguardante gli incontri di Roma con il Presidente della Camera Fini e con il ministro del Turismo Gnudi. Rapporto stringato, che in pratica non dice niente, quindi c’è da preoccuparsi. Ne sapremo di piu’ nei prossimi giorni.

Buon Natale e un caro saluto a tutti

Bruno

NO ALLE ASTE!!!! SI ! ALLA DEROGA!!

 

Commenti

1 commento a “Riunione 20 dicembre 2011 del SIB Savona e del Consorzio “Obbiettivo Spiagge””

  1. gianni.baz
    dicembre 22, 2011 @ 14:33

    Carissimo, Bruno,
    Gli ignavi sono molto pericolosi poichè permettono il silenzio e la staticità !
    Non molliamo, stai tranquillo, allerta sto o meglio stiamo !!!!
    Io ho a cuore il mio futuro e quello della mia famiglia, altri si vede di no ! o non ne hanno bisogno, beati loro…..
    Sveglia !!!!!!

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE