ROMA 23 FEBBRAIO – MOBILITAZIONE GENERALE

Postato il: 12 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Non siamo i soli a pensare che l’appuntamento del 23 febbraio sia un appuntamento cruciale. Non sarà risolutivo, ma cruciale sì, perché darà al Governo e all’opinione pubblica il polso della situazione e un bagno di realtà. Se saremo in pochi liberalizzare sarà una passeggiata. Chi ha vissuto la storia di questa convocazione, partita da lontano, lo sa e sa che il Governo Monti è un cliente difficile, che ha già dato segni di insofferenza nei confronti della categoria, ha emarginato gli interlocutori scomodi (comitati, parlamentari italiani ed europei, regioni), ha tenuto in campo i pochi che ritiene morbidi, quelli che non faranno niente finchè non sarà troppo tardi. Nessuno ha una ricetta sicura per questa emergenza e se pensate che qualcuno sappia indicarvi magicamente la manifestazione giusta a cui partecipare, quella attraverso la quale risolvere il problema, vi sbagliate di grosso. Se volete difendere le vostre aziende bisognerà che siate presenti sempre. Non il 23 febbraio. A partire dal 23 febbraio. Solo la nostra determinazione aiuterà Governo e opinione pubblica a capire le nostre ragioni. Dobbiamo muoverci tutti, oppure saremo irrimediabilmente fuori.



Commenti

Gnudi convoca l’incontro 23 febbraio

Postato il: 12 febbraio, 2012 | 2 Commenti

A lato il fax 8 febbraio 2012 con cui il ministro Gnudi convoca i partecipanti all’incontro del 23 corrente sul tema: CONCESSIONE DEMANIALI MARITTIME A FINI TURISTICO RICREATIVI. Esclusi i comitati e, a sorpresa, i rappresentanti delle regioni, che invece erano stati menzionati nella comunicazione 5 gennaio 2012 pubblicata sul sito del Dipartimento Affari Regionali. Nominato in indirizzo, ma non menzionato nel testo della convocazione, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Ci attiveremo per accertare che siano presenti almeno gli assessori delle Marche (capofila per il Turismo) e della Liguria (capofila per il Demanio). Come sempre il testo della convocazione, di pessima qualità grafica, può essere ingrandito con un click.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE