Granaiola, Baldini e altri ci assistono anche in corso di trattativa

Postato il: 16 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Viareggio, 15 febbraio, giornata cruciale sotto molti aspetti. Tra le numerose notizie significative, abbiamo appreso che l’on.le Manuela Granaiola, l’on.le Massimo Baldini e gli altri parlamentari che hanno sostenuto la nostra causa nei mesi passati saranno ricevuti dal Governo nei giorni immediatamente successivi al 23 febbraio. Continueranno a sostenere le nostre rivendicazioni. Grazie, onorevoli amici!!



Commenti

Comitato Salvataggio Imprese accreditato a Roma!!

Postato il: 16 febbraio, 2012 | 8 Commenti

Il peso delle email provenienti da tutta Italia si è fatto sentire. Ieri, 15 febbraio, durante la riunione di Viareggio, siamo stati informati che  Comitato Salvataggio Imprese ha ottime probabilità di essere accreditato al tavolo delle trattative ministeriali. E’ stata richiesta la presentazione degli atti formali di costituzione del Comitato, documenti che, non essendo obbligatori, non esistevano, per scelta dei costitutori, così come non esistono, per nostra scelta, gli omologhi atti di Comitato Balneari Liguria. In conseguenza di ciò, atto costitutivo e statuto di Comitato Salvataggio sono stati redatti e sottoscritti, ad assemblea conclusa, presso lo studio Bellandi, che ringraziamo calorosamente. Hanno partecipato balneari di tutte le regioni d’Italia e Comitato Balneari Liguria vi ha rappresentato, sottoscrivendo con tre distinti firmatari, orgogliosi di esserci.



Commenti

Viareggio decide per l’incontro del 23 febbraio

Postato il: 16 febbraio, 2012 | 2 Commenti

Una sintesi rapidissima, perché le cose da fare sono molte e il tempo è poco. Ieri, 15 febbraio, al Centro congressi del Principe di Piemonte in Viareggio, l’assemblea convocata da Comitato salvataggio imprese ha deciso:
1.- di invitare a una presenza consistente della categoria, in occasione dell’incontro del 23 febbraio a Roma. Dare al Governo la tangibile sensazione della compattezza e dell’attenzione dei balneari all’inizio delle trattative è in obiettivo tattico della massima importanza;
2.- di superare le difficoltà connesse con l’ottenimento dell’autorizzazione a un presidio, attraverso l’affitto di un teatro nei pressi del luogo nel quale si terrà l’incontro categorie – ministri. Nel teatro ci raduneremo e nel teatro, al termine delle trattative, saremo informati dai nostri rappresentanti circa gli esiti dell’incontro. Il Governo sarà sicuramente avvisato della nostra presenza: ieri a Viareggio, come già a Spotorno, la polizia era presente con osservatori. Complimenti al Ministro Cancellieri, attenta ai possibili sviluppi della questione balneare;
3.- di pubblicare un’inserzione a pagamento sul quotidiano la Repubblica, il giorno prima dell’incontro. Il messaggio sarà elaborato da professionisti della comunicazione, ai quali sarà affidata una campagna promozionale a più ampio respiro;
4.- di coprire con contributi individuali i costi di teatro e inserzione, valutabili intorno ai cinquemila euro. Chi tra voi coordina l’attività locale spontanea si attivi per la raccolta. Considerati i tempi strettissimi, i fondi potranno essere portati direttamente a Roma nel giorno del convegno. Contributo individuale proposto: 50 euro;
5.- ultimo importantissimo punto: Comitato Salvataggio imprese è stato preso in considerazione per una partecipazione diretta al tavolo delle trattative!! Daremo alla notizia ufficiale l’opportuno risalto.

Commenti

Il governo Monti e il senso di responsabilità

Postato il: 14 febbraio, 2012 | 2 Commenti

Il Governo Monti, con apprezzabile senso di responsabilità, non firma l’impegno ufficiale richiesto per l’organizzazione delle olimpiadi 2020. Valutazione interessante, perché altrettanta attenzione, prudenza e responsabilità ci aspettiamo nei confronti della questione balneare italiana.







Commenti

BIT 2012: CONFERENZA STAMPA GNUDI-TAJANI

Postato il: 14 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Giovedì 16 febbraio, alla Fiera di Milano (Rho) – giornata inaugurale di BIT 2012 – il ministro per gli Affari regionali, Turismo e Sport, Piero Gnudi e il Vice Presidente della Commissione europea, responsabile per industria e imprenditoria, on.le Antonio Tajani, incontreranno la stampa alle 12.30 presso lo stand del Ministero del Turismo, padiglione numero 1. Segnalazione di Gianni Bazzurro, confermata da Turismo e Finanza.it e altri.

Qualcuno dei presenti al BIT potrebbe chiedere al ministro come intende uscire dalla questione balneare italiana?



Commenti

Roma 23 febbraio 2012: il Governo non vuole confrontarsi con le le Regioni

Postato il: 14 febbraio, 2012 | 1 commento

Leggere tra le righe la convocazione del ministro Gnudi aiuta a capire: esclusi i comitati e le Regioni, i più strenui sostenitori del turismo balneare made in Italy. Ammesso il solo Vasco Errani, presidente della Conferenza delle regioni, per insuperabile correttezza formale. Così non va, l’intenzione di farci fuori è evidente. Abbiamo chiesto con forza che i comitati siano rappresentati, ora lo chiediamo con altrettanta determinazione per le Regioni, Marche (capofila Turismo) e Liguria (capofila Demanio) in testa. Errani non basta.
I balneari vogliono collaborare alla ripresa economica nazionale facendo la loro parte, ma non sono carne da macello. Anche per noi “liberalizzare” deve significare più concorrenza, cioè apertura a nuovi insediamenti balneari, non certo il cambio della guardia. Difendiamo le nostre aziende e la nostra vita!!



Commenti

Europarlamentari a difesa del turismo balneare

Postato il: 14 febbraio, 2012 | 1 commento

Venerdì 17, alle ore 15:00, in Genova, presso la locale ASCOM, via Cesarea 8/4, sala Bagnara, la Libera associazione degli stabilimenti balneari della provincia di Genova promuove l’incontro con gli europarlamentari Morganti e Salvini, alla presenza di Riccardo Borgo, presidente nazionale SIB.
Pubblichiamo di seguito una sintetica scheda di ciascuno dei due europarlamentari, che hanno dimostrato attenzione e interesse per la nostra causa. Da loro ci aspettiamo un incisivo sostegno in ambito europeo.

Claudio MORGANTI – LEGA NORD TOSCANA
E’ membro del Parlamento europeo, con mandato in scadenza al 2014. Si è occupato e si occupa attivamente della questione balneare, in relazione alla quale lo abbiamo conosciuto a fine settembre – primi ottobre 2011, quando fu resa nota la Risoluzione del Parlamento europeo del 27 settembre 2011: “Relazione sull’Europa quale prima destinazione turistica mondiale”.
Matteo SALVINI – LEGA NORD LOMBARDIA
E’ membro del Parlamento europeo, con scadenza mandato al 2014. Si è occupato e si occupa attivamente della questione balneare. Nello scorso gennaio, a seguito di un incontro pubblico in Recco, Comitato Balneari Liguria gli ha trasmesso copia del documento che le quattro maggiori sigle sindacali hanno consegnato ai ministri Moavero Milanesi e Gnudi.




Commenti

COMITATO SALVATAGGIO IMPRESE DEVE PARTECIPARE ALL’INCONTRO CON I MINISTRI

Postato il: 13 febbraio, 2012 | 4 Commenti

Prendiamo spunto dall’iniziativa di Comitato Salvataggio imprese e Turismo italiano per proporre a tutti i balneari, liguri e non, una mail copia e incolla indirizzata ai ministri Gnudi e Moavero Milanesi, attraverso gli indirizzi dei rispettivi capi di gabinetto. La mail è finalizzata a ottenere che l’invito già diramato dal ministro Gnudi sia esteso ai tecnici del Comitato che, a sorpresa, sono stati esclusi. Non si tratta di una contrapposizione con i sindacati, ma di un rapporto di collaborazione che è nell’interesse dell’intera categoria, quindi ci aspettiamo che i sindacati non ostacolino l’iniziativa, anzi la favoriscano. Per chiarezza, scriviamo in corsivo, al di sotto della linea continua, gli indirizzi e il testo da copiare:
_______________________________________________________________________

f.tufarelli@governo.it
r.carpino@governo.it

Oggetto: CONCESSIONE DEMANIALI MARITTIME A FINI TURISTICO RICREATIVI

Ill.mo Ministro del Turismo Piero Gnudi
Ill.mo Ministro delle Politiche Comunitarie Enzo Moavero Milanesi

Sono un concessionario balneare marittimo e aderisco a Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano, comitato nato in Toscana, nel quale sono confluiti molti altri comitati costituiti in Liguria, Emilia-Romagna, Puglia, Calabria, Sicilia e Abruzzo. Preso atto della convocazione all’incontro del 23 Febbraio a Roma, chiedo formalmente che essa sia estesa ai rappresentanti di Comitato Salvataggio Imprese, ente che conta migliaia di aderenti in ambito nazionale ed ha quindi una rappresentatività molto maggiore di alcune delle associazioni che sono state convocate. Mi permetto di ricordare che il Comitato, primo tra le libere associazioni, nello scorso dicembre, tramite la Senatrice Granaiola ed il Senatore Baldini, chiese di essere ricevuto insieme alle altre associazioni di categoria. Ricordo anche che, tramite il Dr.Tufarelli, a suo tempo, furono date ampie assicurazioni a questo riguardo. E’ comprensibile che voi signori, insediati da poco, non conosciate i soggetti associativi e i movimenti che si sono occupati della questione negli ultimi tre anni. E’ quindi possibile che abbiate sottovalutato la rappresentatività del Comitato, così come le conseguenze che, in termini di tensione sociale, determinerebbe la sua esclusione, che sarebbe interpretata come una grave e inammissibile disparità di trattamento. Senza nulla togliere alle altre associazioni, ritengo che Comitato Salvataggio Imprese esprima competenze di prim’ordine, abbia elaborato proposte significative estremamente interessanti, rappresenti la parte più attenta e dinamica della micro imprenditoria balneare della quale faccio parte e non possa essere escluso da un confronto importante come quello che sta per iniziare, nell’interesse di tutti. Il nostro settore, una delle più significative realtà produttive italiane, ha subito un blocco e un vero e proprio shock dal quale deve poter uscire al più presto, perché rischia di trascinare con sé un indotto considerevole, già in sofferenza, con conseguenze socio-economiche devastanti. Tutti i balneari e i loro fornitori si augurano che il Governo Monti voglia porre le premesse per questa ripresa, che è senz’altro possibile, perché la crisi che stiamo attraversando non ha motivazioni economiche.
Indico l’avvocato Laila Di Carlo, il prof. Alessandro Del Dotto e il prof. Piero Bellandi quali i tecnici di riferimento del Comitato Salvataggio Imprese e turismo italiano.
Ringrazio per l’attenzione e mi sottoscrivo con osservanza.

Denominazione della ditta individuale o società concessionaria
Sede della ditta
Nome e cognome del titolare o del legale rappresentante




Commenti

ROMA 23 FEBBRAIO – MOBILITAZIONE GENERALE

Postato il: 12 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Non siamo i soli a pensare che l’appuntamento del 23 febbraio sia un appuntamento cruciale. Non sarà risolutivo, ma cruciale sì, perché darà al Governo e all’opinione pubblica il polso della situazione e un bagno di realtà. Se saremo in pochi liberalizzare sarà una passeggiata. Chi ha vissuto la storia di questa convocazione, partita da lontano, lo sa e sa che il Governo Monti è un cliente difficile, che ha già dato segni di insofferenza nei confronti della categoria, ha emarginato gli interlocutori scomodi (comitati, parlamentari italiani ed europei, regioni), ha tenuto in campo i pochi che ritiene morbidi, quelli che non faranno niente finchè non sarà troppo tardi. Nessuno ha una ricetta sicura per questa emergenza e se pensate che qualcuno sappia indicarvi magicamente la manifestazione giusta a cui partecipare, quella attraverso la quale risolvere il problema, vi sbagliate di grosso. Se volete difendere le vostre aziende bisognerà che siate presenti sempre. Non il 23 febbraio. A partire dal 23 febbraio. Solo la nostra determinazione aiuterà Governo e opinione pubblica a capire le nostre ragioni. Dobbiamo muoverci tutti, oppure saremo irrimediabilmente fuori.



Commenti

Gnudi convoca l’incontro 23 febbraio

Postato il: 12 febbraio, 2012 | 2 Commenti

A lato il fax 8 febbraio 2012 con cui il ministro Gnudi convoca i partecipanti all’incontro del 23 corrente sul tema: CONCESSIONE DEMANIALI MARITTIME A FINI TURISTICO RICREATIVI. Esclusi i comitati e, a sorpresa, i rappresentanti delle regioni, che invece erano stati menzionati nella comunicazione 5 gennaio 2012 pubblicata sul sito del Dipartimento Affari Regionali. Nominato in indirizzo, ma non menzionato nel testo della convocazione, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Ci attiveremo per accertare che siano presenti almeno gli assessori delle Marche (capofila per il Turismo) e della Liguria (capofila per il Demanio). Come sempre il testo della convocazione, di pessima qualità grafica, può essere ingrandito con un click.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 5 di 7« Prima...34567