Superata – dal punto di vista tecnico – la classificazione dei manufatti in “FACILE E DIFFICILE RIMOZIONE”

Postato il: 7 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Riceviamo, da Comitato Salvataggio Imprese, il documento 21 settembre 2011, che pubblichiamo integralmente. Richiamiamo l’attenzione sul fatto che il Consiglio Superiore dei LL.PP. – 3° Sezione, mentre chiarisce che il proprio parere si limita all’aspetto tecnico della questione, precisa che:

“… la Direzione Generale potrà adottare su questa base le possibili soluzioni normative e/o legislative che riterrà più opportune per dare attuazione a tale nuova definizione con le relative problematiche di carattere fiscale e dominicale che esulano dal parere richiesto a questa sezione.”

Cliccate sull’immagine per ingrandire e richiamare il testo completo.



Commenti

23 febbraio

Postato il: 5 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Bruno Bruzzone

Grande importanza riveste l’incontro fissato per il 23 Febbraio con i rappresentanti del governo. Le proposte unitarie che i sindacati di categoria hanno già fatto pervenire saranno valutate e discusse e dal responso che ne scaturirà potremo avere già un’idea di come si svilupperà il prosieguo della trattativa. Dato per scontato che questa prima riunione non sarà certo risolutiva, è d’obbligo far subito capire ai nostri interlocutori quanto sia determinata e sicura la nostra volontà di pretendere che sia accolta la richiesta della DEROGA. Per questo ritengo che la proposta del Comitato Salvataggio di fare una mobilitazione a sostegno dei nostri rappresentanti sia del tutto giusta e doverosa. Quindi come sempre “zaino in spalla”e pronti a partire, con la speranza che questa iniziativa sia fatta propria dai nostri sindacati, in quanto il loro intervento è indispensabile per una larga partecipazione. In questa occasione dovremmo utilizzare tutte le nostre capacità mediatiche per far sentire una pressione e una presenza tale da indurre i nostri interlocutori ad abbandonare l’idea delle disgraziatissime aste. A questo proposito mi sono sempre chiesto per quale motivo non sono mai comparsi a nostro sostegno in maniera chiara ed univoca le potenti associazioni alle quali aderiscono i sindacati che ci rappresentano direttamente. Mi riferisco, tanto per essere chiari, a Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e C.N.A. che, a parte qualche rara affermazione di solidarietà da parte dei loro presidenti, non mi risulta che abbiano preso ufficialmente posizione a favore delle nostre rivendicazioni. Sarebbe opportuno che almeno in questa occasione anche loro facessero un comunicato congiunto, nel quale si mettesse in rilievo il grave rischio di distruzione per l’intero comparto turistico balneare. E’ facile capire che un loro sostegno avrebbe ben più largo riscontro e attenzione di quanto i nostri sindacati di categoria potrebbero ottenere. A mio parere per intraprendere una tale iniziativa forse il soggetto più indicato è il C.N.A., perchè da sempre attento e sensibile alla sorte della piccola e media impresa. Fiducioso per un’eventuale accoglienza di tale proposta, rivolgo a tutti l’invito a partecipare alla manifestazione del 23 Febbraio.
Un cordiale saluto

Commenti

Prende corpo la proposta Comi annunciata a Spotorno

Postato il: 4 febbraio, 2012 | Lascia un commento

da Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano:

“Queste sono le proposte di modifica che abbiamo presentato unitariamente stamani 3 febbraio 2012 nell’incontro con gli Europarlamentari Pier Antonio Panzeri e Lara Comi. Erano Presenti Riccardo Borgo segretario del SIB nazionale che parlava anche a nome di altri sindacati assenti – Elvo Alpigiani di Assobalneari – per il Comitato Balneari Emiliano Favilla, Cristiano Pezzini e Marco Gerini – per i fornitori AFIB Claudio di Mare da Vivere. Saluti a tutti Emiliano
_________________________________________________________________________

COMMISSIONE EUROPEA

CONSIDERAZIONI E PROPOSTE PRESENTATE AGLI EUROPARLAMENTARI PIER ANTONIO PANZERI E LARA COMI NELLA RIUNIONE DEL 3 FEBBRAIO 2012 TENUTASI NELLA SEDE DEL PARLAMENTO EUROPEO DI MILANO DA AGGIUGERE NELLA BOZZA DELLA DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO (sull’aggiudicazione dei contratti di concessione). Elaborazione Prof. Alessandro Del Dotto:

All’articolo 14 che si intitola “esclusione di attività direttamente esposte alla concorrenza” dopo le parentesi quadre, AGGIUNGERE di seguito:

“ai fini di salvaguardare l’esistenza delle imprese, i principi e le norme di evidenza pubblica non si applicano per l’assegnazione in concessione: i diritti di proprietà, affitto, locazione, usufrutto, godimento o altro titolo aventi all’oggetto beni immobili di pubblica proprietà che sono strumentali all’esercizio di attività di imprese e che sono già da quest’ultime utilizzati”

AGGIUNGERE ennesimo articolo:

“Se disposizioni della presente Direttiva configgono con disposizioni di altri atti comunitari che disciplinano aspetti specifici dell’accesso ad un’attività di servizi o del suo esercizio in settori specifici o per professioni specifiche, le disposizioni di questi altri atti comunitari non si applicano a tali settori o professioni specifiche” ”
_________________________________________________________________________

Così informa Comitato Salvataggio. Per una trattazione completa dell’argomento, proponiamo il link al documento al quale si riferisce la proposta di modifica: “Proposta di direttiva del parlamento e del consiglio sull’aggiudicazione dei contratti di concessione.”. L’iniziativa è interessante in quanto, se fosse accolta, potrebbe rafforzare le motivazioni che sorreggono le nostre istanze di base. Vediamo cosa succede e ringraziamo promotori e intervenuti, soprattutto Comitato Salvataggio, che cura sempre puntualmente l’informazione.



Commenti

‘NDRANGHETA VIVE TRA NOI

Postato il: 3 febbraio, 2012 | 2 Commenti

Il Governo Monti scioglie – per infiltrazioni mafiose – il consiglio comunale di Ventimiglia. Lo scorso marzo toccò a Bordighera. Due casi in meno di un anno. Le mafie sono stabilmente tra noi, in Liguria ‘ndrangheta, per l’esattezza (20% del PIL regionale). Immaginate cosa potrebbe succedere se le concessioni demaniali dovessero andare a gara? Cosa ne pensa il Governo Monti?



Commenti

Maltempo: Rinviato il convegno ITB ITALIA

Postato il: 2 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Neve e gelo bloccano mezzi di trasporto e vie di comunicazione. Rinviato a data da destinarsi l’incontro ITB ITALIA indetto per domani, 3 febbraio.

Commenti

Comitato Salvataggio invita alla mobilitazione

Postato il: 2 febbraio, 2012 | 4 Commenti

Anche Comitato Salvataggio Imprese ha focalizzato la sua attenzione sull’incontro del 23 febbraio con Moavero Milanesi e Gnudi. Noi di Comitato Balneari Liguria, rilanciamo il messaggio, augurandoci – augurandovi – che sia raccolto da tutti i soggetti ai quali è stato indirizzato. Tra questi voi. Tutti voi.
Ci hanno portato via, senza colpo ferire, diritti acquisiti sui quali abbiamo costruito le nostre aziende e la nostra stessa vita e, la categoria, nell’insieme, quasi non ha quasi battuto ciglio. In questo momento la sola certezza che abbiamo è che al 31 dicembre 2015 (in effetti ben prima di allora) le nostre aziende andranno a gara, se non sapremo difenderci adeguatamente e ciò non ostante solo pochi di noi hanno manifestato all’esterno il malessere mortale che ci angoscia.
In questi ultimi due anni abbiamo capito, senz’ombra di dubbio, che il pericolo per noi non sono l’Europa e le sue leggi – che pure sono formulate con una sensibilità culturale e sociale da paura – il pericolo sono: a.- i poteri forti, che vogliono sostituirsi a noi; b.- la tecnocrazia che ci governa, longa manus di quella stessa politica che ci voleva fuori; c.- la convinzione, ancora troppo diffusa, che in Italia tutto si aggiusti e che quindi non valga la pena di affannarsi tanto. Questo però funziona per i potenti, non per i poveri cristi. Siamo in un momento delicatissimo, in cui non possiamo permetterci di sbagliare. Il 23 febbraio il Governo non prenderà decisioni, ma ci prenderà le misure e da quel momento procederà in relazione. Per questo bisognerà essere in molti a Roma, il 23 febbraio, all’inizio di queste trattative cruciali, a sostegno della delegazione che si recherà dai ministri. Dovremo esserci tutti, anche voi.



Commenti

ITB ITALIA propone la strada del diritto

Postato il: 1 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Il convegno ITB ITALIA del tre febbraio, condotto da Giuseppe Ricci, vedrà la partecipazione di un gruppo di giuristi esperti in diritto comunitario e verterà sulla possibilità di uscire dalla questione balneare italiana attraverso un ricorso amministrativo. Questa ipotesi non è stata ancora adeguatamente approfondita, quindi l’appuntamento è di quelli da non perdere. Chi può vada.

Commenti

Vade retro Bolkestein!!

Postato il: 1 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Giuseppe Ricci, presidente ITB ITALIA, propone di combattere il rischio di perdere le aziende ricorrendo a un pool di avvocati. Ci spiegherà come fare nel corso del convegno “IL TURISMO BALNEARE E LA STAGIONE DEI DIRITTI”, il  prossimo 3 febbraio, alle 15.00, presso l’Auditorium comunale di San Benedetto del Tronto, viale De Gasperi 124. Sarà interessante, chi può vada.



Commenti

Primi bandi di gara

Postato il: 1 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Dopo Sanremo (cfr post 28.1.212: AFFIDAMENTO DI CONCESSIONE …) Alassio. Qui si tratta di spiagge e di chioschi comunali, ma la notizia fa sempre un certo effetto.

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 7 di 7« Prima...34567