Balneari Di Sicilia – mail di Emiliano Favilla – Comitato Salvataggio Imprese

Postato il: 31 marzo, 2012 | 1 commento

Oggi, 30 marzo 2012, (a Palermo – n.d.r.) una delegazione di Balneari Siciliani, la senatrice Granaiola, il Sindaco di Campo Felice di Roccella, il vicesindaco di Lascari, il Comitato Salva imprese Toscana Emiliano Favilla, Nando Cardarelli e Fabrizio Maggiorelli sono stati ricevuti dal dott. Greco al Palazzo d’Orléans, per esporre le problematiche inerenti la procedura di infrazione direttiva CE 123/2006. La Senatrice Granaiola ha detto che è importante, in questo momento, fare votare alla Regione Sicilia una mozione un ordine del giorno dove si impegna a sostenere le nostre battaglie, come hanno fatto altre Regioni il 2° punto e sul emendamento 801 ddl lavoro legato alla finanziaria che andrà in aula a breve.
Nel pomeriggio il Dott. Greco incontrerà assessore DI BETTA e parleranno di questa vicenda, nei prossimi giorni daranno notizie sul esito dell’incontro.
Per il 3 aprile il Sindaco di Campo Felice di Roccella, con una delegazione, incontrerà il dirigente regionale assessorato territorio ed ambiente Giovanni Arnone.
Dal Palazzo d’Orléans, per il momento, non ne sanno nulla delle concessioni trentennali. Si pensa che sia una proposta di alcuni gestori che, con l’aiuto di un deputato, abbia fatto propria la richiesta e portata già ad un tavolo di trattativa sulla finanziaria. Si spera che non sia una bufala.



Commenti

Maggiorelli: lettera aperta a Gianni Bazzurro

Postato il: 31 marzo, 2012 | 1 commento

Fabrizio Maggiorelli

Come NON dirigente – NON diligente, mi associo al pensiero di Gianni. Come iscritto SIB “pretendo” che CONFCOMMERCIO ci sostenga nella GIUSTA causa dei Balneari. Come Comitato Salvataggio Imprese e Turismo non voglio esprimermi, perchè se dico che non parteciperò, poi potrebbero dirmi che ho ”boicottato” la manifestazione/assemblea di Roma. Se invece la sostengo e (come penso) sarà un flop, poi mi diranno che anch’io sono fra i responsabili del flop della manifestazione. Quindi Gianni apprezzo molto quello che hai suggerito e spero molto che il Presidente non ascolti un iscritto “indisciplinato “, ma sicuramente un dirigente – diligente come te!
Spero anche che Sangalli e tutta la Confcommercio siano al fianco della lotta dei balneari SIB e di tutta l’Italia e che il nostro Presidente SIB e tutti i Presidenti Regionali SIB e di altre sigle trovino un accordo “ragionevole” per una manifestazione NAZIONALE con la più ampia partecipazione di tutta la storia dei balneari. Perché se non ora quando??
Io ci sarò sempre, fosse anche che devo buttarmi nella Fontana di Trevi, se poi qualche Dirigente di spicco volesse fare quello che ha fatto Marcello Di Finizio per tutti noi, io sono disposto a stare al suo fianco tutto il tempo che sarà necessario!!
Un caro saluto a tutti i balneari della Liguria.

 

Commenti

Richiesta di chiarimento al Ministro Gnudi

Postato il: 31 marzo, 2012 | 1 commento










On.le Ministro Gnudi,

leggo sull’Ansa http://www.regione.vda.it/notizieansa/details_i.asp?id=135525 la di lei ennesima dichiarazione circa la impossibilità di chiedere una deroga alla Direttiva servizi, in relazione alle attività turistico ricreative balneari svolte in concessione demaniale.
Poiché mi risulta che la possibilità di deroga per il settore non solo sia configurabile nell’ambito della stessa Direttiva, ma anche in quello definito dal Decreto legislativo 26 marzo 2010, N.59, che recepisce la Direttiva nell’ordinamento italiano, le sarei grato se, in occasione di prossime dichiarazioni, volesse chiarire il senso della sua affermazione. Si tratta di una impossibilità di natura politica?
La saluto e la ringrazio anticipatamente.

Giovanni Botta
www.comitatobalneariliguria.it
g43i.botta@libero.it

Questa nota, trasmessa via e-mail alla segreteria del Ministro Gnudi il 31 marzo 2012 è stata letta in data lunedì 2 aprile 2012 9.06.59 .

Commenti

31 marzo 2011: MANIFESTO DI COMITATO BALNEARI LIGURIA

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

E’ passato un anno dal 31 marzo 2011 – data del nostro primo post – e da allora molte cose sono cambiate. I movimenti spontanei hanno precisato la loro identità, sono cresciuti di numero, hanno migliorato i loro collegamenti e la loro capacità di comunicare. Si sono confrontati direttamente con i sindacati di categoria; hanno coinvolto un numero crescente e diffuso di balneari; hanno incontrato direttamente le istituzioni, in Italia e in Europa; siedono a pieno titolo al tavolo delle trattative. Tuttavia siamo lontani dall’aver risolto il nostro problema, ne siamo consapevoli. Qui ripensiamo al lungo, paziente, determinato lavoro di gruppo, che ha visto emergere i nostri leader e che ha espresso i nostri eroi. Non facciamo nomi, perché non vogliamo, neppure indirettamente, creare una graduatoria di merito, perché non vogliamo dimenticare nessuno, perché l’iniziativa, il lavoro e la presenza di tutti sono stati determinanti, essenziali. Grazie e un forte abbraccio, soprattutto a quelli che, non essendo balneari, si sono dimostrati nel tempo amici sinceri, riferimenti fondamentali e hanno fatto per noi più di quanto fosse lecito sperare.
Non vogliamo celebrare un anniversario. Riproponiamo il manifesto di Comitato Balneari Liguria perché vogliamo invitarvi a ripercorrere, nella memoria, la storia dei movimenti spontanei in quest’ultimo anno e perché cresca in ciascuno di noi la consapevolezza del gruppo formidabile che siamo diventati. I sindacati riflettano sul fatto che è arrivato il momento di collaborare senza riserve. Come sempre l’immagine è interattiva, per rileggere, o per leggere, cliccateci su.



Commenti

MARCELLO: TGR REGIONE FVG

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

Cliccando sull’immagine si apre il filmato di TGR Friuli Venezia Giulia, che riporta il servizio su Marcello. Per vederlo andate al minuto 00:13:14.

Commenti

IMPRENDITORI CHE SI SUICIDANO

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

 

Da: CNA Ufficio Stampa [mailto:ufficio.stampa@cna.it]
Inviato: giovedì 29 marzo 2012 19.25
A: nulli.sp@cna.it
Oggetto: Domani a Unomattina alle 7:30, Maria Fermanelli sul tema degli imprenditori che si suicidano

Imprenditori che si suicidano. Ne parla domani mattina su Unomattina, alle ore 7:30 circa, Maria Fermanelli, Vicepresidente Nazionale Cna.

 

Commenti

Confcommercio, ci sono anche i balneari!!

Postato il: 30 marzo, 2012 | 2 Commenti

Gianni Bazzurro, in tema di anticipo della manifestazione balneari di Roma

Spett.le Segreteria, cari colleghi,
riscontro la vostra mail e, come dirigente diligente, comunico che se non avrò impegni professionali giustificati, parteciperò. Come balneare, invece, l’idea di essere scortato in un parco buoi recintato, al chiuso, per parlarci addosso, non mi piace, quindi non parteciperò.
Ribadisco: non comprendo le motivazioni del rinvio. Si possono conoscere? Si tratta della concomitanza con Confcommercio Stati Generali? Meglio!!!! Partecipiamo agli Stati Generali di Confcommercio il 19/4/2012, per rappresentare il nostro disagio. Non siamo forse associati? Anzi, Sangalli (presidente Confcommercio) ci relazionerà del Suo incontro a Cernobbio con Gnudi, Passera, Monti!!! e magari ci spiegherà come mai il Presidente SIB (aderente Confcommercio) non ha partecipato all’evento di Cernobbio alla presenza di cotante autorità, o non è stato informato, o non è stato invitato. Eppure il problema dei balneari è grave!
Pregasi trasmettere ai colleghi consiglieri.
Ribadisco AVVISO AI NAVIGANTI: il 19 aprile 2012 un numero indefinito di bagnini potrebbero trovarsi precauzionalmente a passeggiare in maglietta, con salvagente e fischietti, presso la fontana di Trevi in Roma, per effettuare il salvataggio di un/una turista che forse, viste le condizioni sdrucciorevoli del bordo, scivolerà nella fontana!
Parliamone…
Cordialità.

Gianni Baz

 

Commenti

Marcello: comunicato stampa

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

Ho deciso di scendere dalla gru “URSUS” perché sono stato  convinto dalle rassicurazioni del prefetto di Trieste, dott. Alessandro Giacchetti, che c’è una sincera volontà di voler affrontare e risolvere questo problema da parte di tutti gli organi istituzionali competenti. A prova di questo, egli stesso si è subito attivato per farmi avere un incontro nei prossimi giorni (prima di Pasqua) con il ministro Moavero Milanesi. Una volta sceso dalla gru, il prefetto stesso mi ha messo in contatto telefonico con il dott. Francesco Tuffarelli,  capo di gabinetto del ministro Moavero Milanesi, per vedere come risolvere al più presto questa situazione.

Successivamente, nel palazzo della Regione di pazza dell’Unità d’Italia, ho incontrato l’assessore Laura Famulari, del Comune di Trieste e l’assessore Sandra Savino, della Regione FVG, disponibili entrambi ad affrontare il problema a livello locale.

Mi auguro davvero che questa volta si possa arrivare a un traguardo, che si possa mettere la parola fine a questo calvario istituzionale, che ha coinvolto me, la mia attività e l’attività di altre trentamila persone in Italia. Credo che, arrivati a questo punto, sia diventato chiaro a tutti gli organi istituzionali che hanno competenza sulla materia e non, che la situazione per me e per tutte le attività come la mia è diventata grave, drammatica, disperata, insostenibile. Un vero calvario, che è stato trascinato ingiustificatamente e oltre misura dall’immobilismo dei governi precedenti. Mi auguro davvero che sia così (non credo che abbino intenzione di trasformarci tutti in “torce umane”…) e che questa volta nessuno abbia più voglia di mettersi a giocare con la vita delle persone. Questa volta credo che si sia capito realmente che c’è l’urgenza di risolvere al più presto e definitivamente questo problema, affinché questo comparto economico possa riprendere il suo cammino verso la normalità e possa crescere producendo benessere e lavoro.

Colgo l’occasione per salutare e ringraziare tutte le persone che hanno partecipato in questi tre drammatici ed estenuanti giorni per scongiurare il peggio… prodigandosi affinché si potesse giungere ad un accordo pacifico, onesto e ragionevole per tutti.

Un grazie di cuore al ministro, dott. Moavero Milanesi; al suo capo di gabinetto, dott. Francesco Tufarelli; al prefetto di Trieste, dott. Alessandro Giacchetti; al questore di Trieste, dott. Giuseppe Padulano; a Laura Famulari, assessore del Comune di Trieste; a Sandra Savino, assessore della Regione FVG; al capo della digos Trieste, dott. Luca Carrocci; ai funzionari della locale digos dott. Leonardo Boido e dott. Maurizio Bronzato; al capitano dei carabinieri  dott. Maurizio Li Calzi; al negoziatore, dott. Marco Ronco.

Un affettuoso saluto e un grazie particolare ai giornalisti e agli operatori che mi hanno seguito in questa protesta e agli amici balneari giunti da tutte le parti d’Italia per sostenere la causa: Gianni Botta, Giuseppe Ricci, Gaetano Napoli, Sandro Giacomozzi, Gregorio Capriotti detto Rio, Oreste Giannessi, Emilio Favilla, Cristiano Pezzini.

Grazie a tutti gli amici di Trieste che mi sono stati vicini e a tutta la cittadinanza. In particolare grazie e un abbraccio a Fulvio Covallero, Alex Giuzio, Ketty Coslovich, Eva Tesche, Doriano Antonazzi, Anna e Stefanie Crisostomo e all’ing. Roberto De Gioia, Presidente della Guardia costiera ausiliaria, che da tempo si occupa amorevolmente di Ursus, meraviglioso manufatto semovente dell’archeologia industriale, che ho occupato temporaneamente senza la sua autorizzazione.

A tutti grazie!!

Marcello Di Finizio

 

 

Commenti

PERPLESSITA’

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

A San Miniato non c’è il mare, ma c’è in provincia di Pisa. Se queste sono le proposte PD in tema di turismo, quello balneare dov’è?













Commenti

Incontri pericolosi

Postato il: 30 marzo, 2012 | Lascia un commento

da Alessandro Riccomini e Gianni Bazzurro

La notizia, pubblicata sul sito di Federturismo Confindustria, probabilmente non è di giornata, ma è comunque tra quelle da non perdere.







Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 512345