BANDIERE COMUNALI A MEZZ’ASTA – RICHIESTI CONDIVISIONE E SOSTEGNO AI SINDACI DEL MARE

Postato il: 30 giugno, 2012 | Lascia un commento

Singolare popolo quello dei balneari. Nelle sue componenti più lucide e responsabili è stato critico per mesi nei confronti dei sindacati di categoria – accusati di immobilismo, quando non di boicottaggio – ma rifiuta di scendere in campo con determinazione, quando quegli stessi sindacati diventano propositivi. Siamo entrati, più o meno inavvertitamente, in una nuova fase, nella quale la coalizione sindacale, nel suo complesso, si sta muovendo con autorevolezza. E’ la base ora che dimostra idee poco chiare e nessuna voglia di combattere per difendere i propri diritti. Pensa forse di essere fuori dal problema o di avere raggiunto risultati irreversibili? Il consenso istituzionale che è stato costruito è importantissimo, ma non risolve la situazione e deve essere sostenuto con forti, unitarie, partecipate azioni di categoria. Chi crederà che le nostre aziende costituiscono un patrimonio irrinunciabile se tutto quello che sappiamo fare per difenderle è aspettare che altri si attivino per noi? La nuova iniziativa della coalizione sindacale, contenuta nel documento che pubblichiamo – cioè la richiesta ai sindaci del mare, attraverso il delegato ANCI, di condividere e sostenere una prossima azione di protesta – implica l’intervento diretto della nostra categoria. Che il Governo faccia o meno la sua mossa, questo è il momento giusto per agire. Con i fatti, non con le parole.



Commenti

BERLANGIERI E NULLI: MAESTRI DI COMUNICAZIONE

Postato il: 30 giugno, 2012 | Lascia un commento

La Spezia 29 giugno 2012 è stata l’occasione dell’incontro e del brainstorming che ne è scaturito:

Angelo BERLANGIERI Assessore regionale al Turismo Regione Liguria: “… senza deroga non ci sediamo nemmeno al tavolo …”

G.B. NULLI, CNA Liguria – Coordinatore regionale al Commercio e Turismo: “…sarà difficile discutere del piano triennale del turismo senza sapere se, da qui a qualche anno, i balneatori italiani saranno ancora presenti...”

Rispettivamente il penultimo e l’ultimo a destra nella foto.



Commenti

ANSA 29 GIUGNO 2012:BANDIERE NERE CONTRO LE ASTE

Postato il: 30 giugno, 2012 | Lascia un commento

Bandiere nere sventolano ancora sulla questione balneare e sulle spiagge d’Italia. A partire dalla provincia di Savona e dal delegato nazionale UPI al Demanio marittimo Angelo Vaccarezza. Vorremmo che fossero quelle – storiche e irripetibili – di Movimento Balneare. Quelle alternative possiamo capirle, non approvarle.



Commenti

L’ASSESSORE BERLANGIERI APPOGGIA LA PROTESTA DEI BALNEARI SPEZZINI: NECESSARIA LA DEROGA

Postato il: 29 giugno, 2012 | Lascia un commento

da G.B. Nulli – Cna Spezia commercio e turismo

La Spezia. Da mesi la Regione ha scelto di sostenere la posizione dei balneatori che si lamentano per le possibilità di attuazione della direttiva Bolkestein. Questo pomeriggio (28 giugno – n.d.r.) l’assessore regionale al Turismo Angelo Berlangieri non si è tirato indietro e cartello alla mano si è fatto immortalare al fianco dei rappresentanti dei balneatori di Rete imprese Italia, l’associazione che riunisce Confartigianato, Cna, Confcommercio e Confesercenti.
“Abbiamo colto l’occasione dell’incontro di oggi – spiega Giovanbattista Nulli – per incontrare l’assessore e dire con una sola voce che se la situazione rimane questa sarà difficile discutere del piano triennale del turismo senza sapere se da qua a qualche anno i balneatori italiani saranno ancora presenti. La direttiva Bolkestein mette a repentaglio le concessioni. Stiamo cercando di persuadere il governo di recepire la direttiva in maniera tale da poter dare delle garanzie agli operatori”.
Berlangieri, che martedì ha preso parte ad un incontro a Roma proprio sul tema della direttiva Ue sui servizi balneari, ha sottolineato di aver più volte stimolato il governo a chiedere una deroga alla direttiva. “Una condizione pregiudiziale senza la quale – ha spiegato l’assessore – tutte le Regioni non si siederanno nemmeno al tavolo per approvare l’attuazione del decreto. Il governo risponda a queste richieste, non possono rimanere domande senza risposta”.
Un decreto al quale il governo sembra aver già lavorato a fondo, senza, però, interpellare i diretti interessati. “Ci sono voci su un decreto pronto, senza che però siano stati fatti i passaggi preliminari. L’esecutivo convochi al più presto un tavolo sulle concessioni demaniali ai balneatori”.



Commenti

CONFINDUSTRIA: E’ VIRTUALMENTE DOPOGUERRA

Postato il: 29 giugno, 2012 | Lascia un commento

Allarme rosso, per chi ancora non lo avesse capito.

Cliccare sull’immagine per ingrandire l’articolo.

Commenti

IL PARERE DI ALE RICCOMINI

Postato il: 29 giugno, 2012 | Lascia un commento

Alessandro Riccomini

Durante l’inverno ci siamo mobilitati sempre in pochi e sempre gli stessi. D’estate qualcuno pensa veramente che quelli che non si muovono d’estate avranno le palle per partecipare ad una qualsiasi manifestazione? Staranno fuori dalla mischia a guardare come hanno fatto da sempre (e questo le associazioni lo sanno e lo sa anche il governo) e io per questi non intendo rischiare. Solo il 23 febbraio a Roma in via della Stamperia eravamo un bel numero; tantissimi poi, quando non serviva e non è servito a niente, all’EUR convocati anche allora dalle associazioni (preferisco chiamarli associazioni che il sindacato è un’altra cosa). Quindi se volete bloccare le autostrade d’estate dovete essere coscienti che sarete in pochi. Fare sciopero, chiudere le spiagge, è una proposta delle associazioni alla quale non credo e sono sicuro che non ci credono neanche i nostri condottieri. Siamo un servizio pubblico, dobbiamo garantire il salvataggio a mare e abbiamo già affittato. Anche l’ipotesi di un eventuale rimborso ai nostri clienti è una via impraticabile. Già siamo così simpatici! Quindi inutile stare a fare congetture sul nulla. Che i nostri rappresentanti facciano il loro dovere ma, per favore che non sparino con il cannone caricato a salve.
Dovevano chiamarci nel 2006. Non lo hanno fatto. Dovevano chiamarci il 23 febbraio. Non lo hanno fatto. Adesso vanno a raccontare di una “possibile chiusura degli stabilimenti balneari in una delle prossime domeniche”. Ma con chi ne hanno parlato? C’è uno di noi che è stato interpellato? Se c’è lo dica. Io comunque non chiudo. Preferisco confidare nell’azione di Fusco, Vaccarezza, Berlingeri, Di Dalmazio, Monticelli, Bellumori, Del Dotto, Di Carlo, Bellandi, Maggiorelli, Favilla e tutti gli altri del Comitato.



Commenti

DIFFERENZE DI OPINIONE

Postato il: 28 giugno, 2012 | Lascia un commento

Giovanni Botta

Pubblichiamo, come abbiamo sempre fatto, il comunicato stampa 27 giugno 2012 di Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano. Questa volta, tuttavia, con qualche distinguo da parte mia.
Dopo anni di incertezza, il settore balneare è arrivato a un punto critico, nel quale si deciderà il futuro delle imprese. C’è un decreto scritto, che forse nessuno ha letto, ma non c’è da illudersi che ci sia favorevole. Qualcuno pensa ancora di riuscire a salvarsi vincendo la gara della vita? E alla prossima scadenza? Smettiamola di coltivare false speranze, ci stiamo comportando come un’anomalia di sistema. La speculazione – nazionale e internazionale che sia – dispone di mezzi che neppure i più solidi di noi sognano di avere ed è con questi soggetti che dobbiamo competere. Non possiamo pensare di continuare ad arroccarci, con le motivazioni più diverse, sperando che altri facciano la nostra parte. L’Italia di Prandelli – un’outsider – per vincere contro la Germania, ha attaccato. Non possiamo pensare che Regioni, Province e Comuni, che pure sono al nostro fianco, combattano la nostra guerra. Possono sostenerci finché siamo credibili, ma non se continuiamo a defilarci. Dobbiamo muoverci e dobbiamo farlo con efficacia. Per la prima volta nella storia sono pienamente d’accordo con i sindacati e mi stupisce che una proposta finalmente ragionevole e logica come quella di effettuare una serrata, contenuta nel telegramma 26 luglio, sia avversata in modo tanto deciso e diffuso. Questo probabilmente succede perché non ci si rende pienamente conto del fatto che siamo davvero a un passo dal perdere le concessioni. Non è più il momento di mettere in campo iniziative che si risolvano in una festa, perché sembrerebbero anacronistiche a chiunque. Perfino a chi partecipa. A questo punto, la nostra deve essere con chiarezza un’azione di protesta.
Gli amici toscani non intendono danneggiare i clienti. Concordo. Neppure io voglio farlo, anche se l’esperienza della Liguria non è quella della Toscana. Lo scorso agosto, quando abbiamo lanciato luci nella notte, in mare e in cielo, molti clienti hanno partecipato, ma ci hanno negato la loro solidarietà. Hanno rifiutato di firmare una nota di sostegno e molti, addirittura clienti amici, ci hanno detto che stiamo combattendo una battaglia di retroguardia. Ritengo comunque che gli impegni vadano onorati e un contratto, anche se balneare, è un impegno. Ma c’è modo e modo di fare una serrata. Chiudere ai soli clienti potenziali, quelli che chiederebbero di essere ammessi ai servizi, non creerebbe problemi nei confronti di quelli che già avremmo accolto all’interno dello stabilimento. E se questa iniziativa fosse decisa per un fine settimana avrebbe un effetto notevole, anche se non del tutto privo di controindicazioni. Ma i rischi effettivi legati al mettere i mosconi in mezzo a una strada potrebbero essere molto, molto maggiori. Se la serrata non va bene studiamo altre forme di protesta, ma in ogni caso non aspettiamoci di uscirne senza pagare un prezzo.



Commenti

COSTE LIMITATE EX ART. 12 BOLKESTEIN? PROVVEDE L’INDAGINE CONOSCITIVA ANCI

Postato il: 28 giugno, 2012 | Lascia un commento

Brusca accelerazione da parte di Luciano Monticelli. Nella sua qualità di delegato nazionale ANCI al demanio marittimo, il sindaco di Pineto si propone di supplire alle carenze dello Stato italiano in materia di rilevamenti costieri, attraverso l’aiuto dei sindaci del mare.

Complimenti sindaco Monticelli! Bravo!









Commenti

TOMEI CHIEDE LA CONVOCAZIONE CONGIUNTA DEI DIRETTIVI NAZIONALI

Postato il: 28 giugno, 2012 | Lascia un commento

Cristiano Tomei – Coordinatore nazionale Cna balneatori

Ai Presidenti nazionali di

Assobalneari Confindustria
Fiba Confesercenti
Sib Confcommercio

Roma, lì 28 giugno 2012

Oggetto: richiesta di convocazione congiunta dei direttivi nazionali.

Cari colleghi, alla luce delle novità scaturite dal recente incontro nazionale tra i rappresentanti istituzionali di Regioni, Province e Comuni sul problema delle concessioni demaniali marittime, e secondo quanto deciso unitariamente in merito alla dichiarazione dello stato di agitazione della categoria con la messa in atto di iniziative eclatanti pare necessario a chi scrive intensificare la capacità di mobilitazione e l’impegno unitario della nostra categoria, al fine di rendere ancor più efficace la battaglia delle piccole imprese balneari per la propria sopravvivenza. Una battaglia che deve trovare sempre nuovi alleati e, soprattutto in un periodo di forte attenzione verso il nostro mondo, quale la stagione estiva, una pronta e forte risposta associativa.
Per questi motivi sono a chiedervi, secondo quanto deciso con i responsabili regionali delle imprese aderenti alla Cna Balneatori, di convocare congiuntamente i direttivi delle nostre associazioni, nel più breve tempo possibile, per fare il punto della situazione e stabilire insieme un possibile calendario di mobilitazione dei nostri associati, ma anche per far sentire alle istituzioni che ci sono vicine, e con le quali si è delineata una forte alleanza istituzionale, il peso della nostra categoria nella battaglia comune.
Dobbiamo costringere il governo a intervenire sull’Unione europea, affinché trovi una soluzione che assicuri continuità e certezza del diritto alle piccole imprese titolari delle attuali concessioni demaniali.

Fraterni saluti.



Commenti

A LEZIONI DI EURO (E MOLTO ALTRO)

Postato il: 27 giugno, 2012 | Lascia un commento



Claudio Borghi. Milanese. Professore incaricato di Economia degli intermediari finanziari, Economia delle aziende di credito ed Economia e mercato dell’Arte, presso l’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Editorialista de il Giornale. Blogger: http://www.claudioborghi.com. Area liberista.
L’intervista che proponiamo è in ogni caso da ascoltare, indipendentemente dalle conclusioni che se ne possano trarre. Ce la segnala Marcello Di Finizio, proprio lui, La voce della Luna.

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 712345...Ultima »