MONTICELLI INCONTRA GNUDI: COSÌ SI METTONO IN DIFFICOLTÀ COMUNI E 30MILA IMPRESE

Postato il: 11 ottobre, 2012 | 1 commento

Pubblichiamo il comunicato stampa ANCI relativo all’incontro Governo – Regioni Province Comuni del 10 ottobre 2012:

Un incontro che non ci ha soddisfatti per nulla, il governo sembra intenzionato a scaricare il problema alle Regioni e agli enti locali, così le grane non si risolvono e si mettono in difficoltà gli uffici comunali e ben 30mila imprese balneari”. E’ quanto sottolinea Luciano Monticelli, sindaco di Pineto e delegato Anci al demanio marittimo, al termine dell’incontro con il ministro per il turismo, Piero Gnudi, con il quale gli enti locali hanno affrontato la questione relativa alla direttiva Bolkeistein.
Pur apprezzando l’iniziativa del ministro di convocare l’incontro, Monticelli evidenzia “come la situazione che si è venuta a creare con la direttiva crea enormi problemi non solo alle imprese balneari ma anche alle amministrazioni comunali che dal 1° gennaio 2016 non sapranno come gestire le concessioni demaniali”. Tra l’altro – aggiunge Monticelli – “durante l’incontro abbiamo appreso che il decreto legislativo su cui il Governo sta lavorando, prevede che siano le Regioni a individuare la procedura di evenienza pubblica adeguata alle realtà locali, provocando così situazioni di differenti applicazioni sul territorio italiano marittimo. E’ una procedura insostenibile”.
Per il delegato Anci “il governo, non presentandosi a Bruxelles, ha perso una buona occasione perché poteva trattare con la Commissione europea su questo argomento così delicato e non arrivare a questa conclusione, c’erano i margini per arrivare ad una decisione diversa”. Ma tuttavia – conclude Monticelli – “noi non ci fermeremo e incalzeremo ancora l’Esecutivo e le forze politiche perché il settore delle imprese turistico-ricreative lo riteniamo fondamentale per l’economia delle città del mare”. Nell’ottica della collaborazione istituzionale, durante la riunione, l’Anci ha richiesto di poter conoscere la bozza di decreto su cui il Governo sta lavorando e l’apertura di un Tavolo tecnico in cui esplorare tutte le strade possibili. A breve, tra l’altro, l’Associazione convocherà una nuova riunione della Consulta Città del Mare per fare il punto della situazione.”




Commenti

1 commento a “MONTICELLI INCONTRA GNUDI: COSÌ SI METTONO IN DIFFICOLTÀ COMUNI E 30MILA IMPRESE”

  1. Giampaolo
    ottobre 11, 2012 @ 17:39

    Grazie a Monticelli e Vaccarezza che ci sostengono da sempre. Forse grazie al loro impegno la ns categoria uscirà da questa maledetta direttiva presea sottogamba sia dai governi che si sono succeduti dal 2006 ad oggi ed ai sindacati che hanno dormito fino a poco tempo fa.

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE