ABRIGNANI (PDL): ALFANO CONFERMA SOSTEGNO A BALNEARI

Postato il: 18 febbraio, 2013 | Lascia un commento

da Antonio Smeragliuolo

Roma, 18 feb. (Adnkronos) – “Il segretario politico del Pdl, Angelino Alfano, mi ha confermato che il nostro primo obiettivo è convincere la Commissione Europea della particolare conformazione geografica e turistica delle nostre coste”. Lo assicura Ignazio Abrignani, deputato uscente e candidato nella circoscrizione Marche alla Camera per il Pdl. “La conseguenza – dice l’esponente pidiellino – non può che essere l’esclusione per i nostri concessionari del demanio marittimo dalla Direttiva Servizi e garantire così ai nostri operatori balneari, turistici-ricreativi, fluviali, lacuali e portuali un futuro di certezza. L’indicazione a Rimini da parte di Alfano di una ulteriore proroga sino al 2045, dall’attuale 2020 prevista per le concessioni, è da considerarsi soltanto una subordinata, nel caso i tempi per la prima battaglia si dovessero allungare”. (Pol/Opr/Adnkronos)

Questa l’agenzia con cui il PDL rientra in campo nella questione balneare italiana. Qualche imprecisione e una “subordinata” di troppo, che ha sapore di escamotage ma, nel complesso, possiamo considerare la dichiarazione di Abrignani – che non è Alfano, ma che sappiamo essergli molto vicino – come un preciso impegno PDL.



Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE