PERTINENZE DEMANIALI: DOPO LA NOTTE PIU’ NERA PRIME LUCI DELL’ALBA (ADRIATICA)

Postato il: 31 maggio, 2013 | Lascia un commento

albaDomani, primo giugno 2013, ad Alba Adriatica (Teramo – Abruzzo), vertice tra i protagonisti dell’approfondimento in atto sul tema delle pertinenze demaniali marittime. Organizza CNA Balneatori, che ce lo segnala.
Saranno presenti: Luciano Monticelli, delegato ANCI al Demanio Marittimo, seriamente intenzionato a risolvere il problema; Ettore Nesi, avvocato amministrativista, autore del parere pro veritate sul tema delle pertinenze demaniali, del quale abbiamo parlato nei giorni scorsi; Luigi Napolitano – presidente del Comitato Concessionari Pertinenziali Italiani – e, naturalmente, Cristiano Tomei, coordinatore nazionale CNA Balneatori, anima del convegno.
Sono stati invitati: Riccardo Padovano, presidente regionale SIB Confcommercio Abruzzo e Antonio La Torre, presidente regionale Fiba Confesercenti Abruzzo. Ci auguriamo che entrambi partecipino al convegno e che la coalizione dei principali sindacati di categoria affronti le pertinenze demaniali con la compattezza necessaria.
Gli esiti dell’incontro, potrebbero avere risvolti immediatamente operativi incoraggianti per i “figli di nessuno”. Premesso che l’incameramento degli immobili demaniali è possibile unicamente al termine della concessione – quindi l’incameramento non si pone come atto imminente e necessario – sembra accertato che, in un grande numero di casi, i coefficienti OMI (Osservatorio Mercato Immobiliare) siano stati applicati con aliquote che non avevano nessun riferimento con il settore di appartenenza. La pubblica amministrazione, in quei casi,  ha fatto riferimento al commercio, mentre ATECO – tipologia ufficiale di classificazione delle attività economiche, adottata a fini statistici e fiscali (ATtività ECOnomiche) – precisa che il turismo appartiene al terziario. Questo potrebbe determinare uno sgravio medio dei canoni – non automatico, ma accertabile con ottime possibilità di successo in ambito giurisdizionale – valutabile nell’ordine del trentacinque/quaranta per cento. Per non parlare delle possibilità connesse all’incontro Monticelli – Scalera (direttore generale Agenzia del Demanio) fissato per il prossimo 6 giugno.



Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE