ANCI – ROMA 15 OTTOBRE 2013

Postato il: 16 ottobre, 2013 | Lascia un commento

ANCI_FASSINO_MONTICELLI_15.10.2013Abbiamo intervistato telefonicamente Luciano Monticelli – delegato ANCI al Demanio marittimo – circa gli esiti della riunione ANCI di ieri, 15 ottobre 2013, inerente le concessioni balneari su demanio marittimo.
Monticelli ci ha informato che la riunione ha evidenziato inizialmente posizioni contrastanti e anche lontane tra loro, che sembrano essersi composte nel corso del convegno. Il presidente Fassino ha esordito esprimendo perplessità circa la proposta governativa di sdemanializzazione parziale, con opzione d’acquisto a favore dei vecchi concessionari e gara sulla parte restante. Monticelli e molti altri autorevoli sindaci italiani – tra cui Umberto Buratti di Forte dei Marmi, Luigi Pignocca di Loano, Luigi Bellumori di Capalbio, Maurizio Mangialardi di Senigallia, Pasqualino Codognotto di San Michele al Tagliamento – sia pure con posizioni diverse, si sono espressi per il mantenimento delle concessioni in capo agli attuali concessionari, che costituiscono elementi insostituibili nell’economia delle cittadine costiere. Monticelli, in particolare, ha sostenuto la tesi che le concessioni balneari siano riferite a beni e non a servizi, considerazione che esclude l’applicazione della Direttiva Bolkestein. Come è stato fatto per molti altri settori, anche per i balneari deve essere previsto un provvedimento di deroga, con ritorno alla situazione precedente o ad altra equivalente.
La ferma posizione della maggioranza dei sindaci presenti sembra avere convinto Fassino, che ha assicurato il suo intervento presso Enzo Moavero Milanesi e Graziano Delrio, affinché il Governo ponga in essere un provvedimento di salvaguardia. Fin qui Monticelli.
L’ANCI, che vive la problematica di tutte le comunità costiere nazionali, ha compreso perfettamente la sostanza della questione balneare e, nel suo complesso, è vicina ai balneari. Tuttavia sappiamo perfettamente che al suo interno esistono posizioni dissonanti, autorevoli sul piano politico, quanto indecifrabili nelle loro reali motivazioni. Che prima o poi, inevitabilmente, si chiariranno.



Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE