VOLTA LA CARTA

Postato il: 30 dicembre, 2013 | Lascia un commento

DE_ANDRE'Fine 2013. Voglia di positività, di bellezza, di emozioni. Condividiamo un filmato tratto dal “concerto assoluto” di Fabrizio De André. Teatro Brancaccio di Roma. Anno 1998.
Il brano è: VOLTA LA CARTA. Pezzo magistrale. Leggetene il titolo come un augurio. Ascoltatelo come un dono.






Commenti

MARATONA IN RIVA AL MARE

Postato il: 23 dicembre, 2013 | Lascia un commento

MARATONA_IN_RIVA_AL_MARE_4L’anno segnato dalla più incauta tra le iniziative di governo sta per finire. Ha rischiato di vanificare il lavoro realizzato finora dalla nostra categoria.
Auguriamoci che questa esperienza ci abbia reso più concreti e meno disponibili a inseguire miraggi. Auguriamoci che la politica abbia toccato il fondo e trovi l’orgoglio necessario per risalire. Auguriamoci che la Comunità europea passi alla concreta applicazione dei principi che pure ha saputo enunciare. Auguriamoci che il pensiero solidale soppianti gli egoismi individuali. Non illudiamoci che una questione complessa com’è quella balneare, venuta da lontano, orientata da poteri forti e sorretta da diffuso risentimento, si risolva come per magia. Guardiamoci intorno e realizziamo che nel mondo che cambia anche noi dobbiamo cambiare. Auguriamoci di riuscire a farlo davvero.



Commenti

CARLA RUOCCO – M5S – E LA QUESTIONE BALNEARE ITALIANA

Postato il: 20 dicembre, 2013 | 1 commento

CARLA_RUOCCO_M5SCarla Ruocco – M5S – vicepresidente della Commissione VI Finanze, ha dimostrato interesse nei confronti della questione balneare italiana e ha deciso di approfondirla. Ce lo segnala Marcello Di Finizio – La Voce della Luna – che ci informa dell’incontro di venerdì 13 dicembre tra l’onorevole e una delegazione di balneari.
Siamo particolarmente interessati ai possibili sviluppi di questo contatto e, in particolare, alle considerazioni e alla linea politica che l’on.le Ruocco e il M5S esprimeranno nei confronti del comparto balneare. La storia professionale di Carla Ruocco parla di competenze adeguate alla complessità della materia demaniale, ma sappiamo perfettamente che la questione balneare non si valuta unicamente su basi giuridiche e su elementi di fatto. Troppi luoghi comuni, alimentati da stampa e televisione, fanno velo. La politica tradizionale – quella che i M5S vorrebbero mandare a casa – con pochissime eccezioni, ha dimostrato di considerarci unicamente come un possibile serbatoio di voti, da coltivare in periodo preelettorale e da mollare, come una patata bollente, a cose fatte. Noi sappiamo di essere un settore economico vivo e vitale – uno dei pochissimi capaci di resistere alla crisi, che pure non ci ha risparmiato – perché siamo imprese familiari innamorate del loro lavoro. Siamo una risorsa economica e sociale di portata nazionale, da non sottovalutare e non disperdere. Non abbiamo e neppure chiediamo privilegi. Chiediamo solo quello che è logico e indispensabile per l’economia d’impresa: concreta possibilità di lavorare e programmare con prospettive di continuità.
Lo chiediamo anche a lei on.le Ruocco.




Commenti

DL FINANZIARIA REGIONE LIGURIA: RETTIFICA

Postato il: 19 dicembre, 2013 | Lascia un commento

REGIONE_LIGURIAGiovanni Botta

Rettifico le prime conclusioni formulate circa l’articolo 21 – ex 19 – del ddl Finanziaria 2014 Regione Liguria. La “clausola di salvaguardia” richiesta dalle associazioni di categoria ai membri delle Commissioni II e IV riunite c’è. Il comma 2 precisa: “La misura dell’imposta è pari a una percentuale della base imponibile costituita dai canoni sulle concessioni statali già dovuti per il 2013 e modificabili solo in base ai dati Istat annuali”.
In altri termini, almeno per il 2014, in Liguria l’imposta regionale sarà commisurata al canone 2013, sia pure rivalutato. Per il futuro si vedrà. La Finanziaria è annuale e l’esperienza insegna che ormai non esistono più norme di lungo periodo. La precarietà è la regola, soprattutto perché manca alla politica il coraggio di pensare in grande e di formulare progetti di ampio respiro, per un futuro migliore.
Ciò premesso, confermo ogni altra considerazione contenuta nel post: REGIONE LIGURIA – IMPOSTA REGIONALE SUI CANONI DEMANIALI: INSUFFICIENTE IL TESTO DELLA COMMISSIONE BILANCIO



Commenti

REGIONE LIGURIA – IMPOSTA REGIONALE SUI CANONI DEMANIALI: INSUFFICIENTE IL TESTO DELLA COMMISSIONE BILANCIO

Postato il: 18 dicembre, 2013 | 1 commento

REGIONE_LIGURIALa Commissione Bilancio della Regione Liguria ha licenziato il testo del ddl Finanziaria 2014. Le modifiche inserite nell’articolo 21, che sostituisce l’originario articolo 19, accolgono solo in parte le richieste delle associazioni di categoria. L’aliquota dell’imposta regionale sui canoni demaniali è ridotta al 25% e non sono previsti aumenti per i concessionari pertinenziali, che continueranno ad essere tassati al 10%. Tuttavia non è stata inserita la clausola di salvaguardia, essenziale in previsione dell’aumento dei canoni. L’aliquota destinata ai porti, infine, è rimasta al 10%.
Tutto questo significa che la connotazione ambientale della norma è del tutto estranea al progetto di legge. I balneari, che difendono la costa da generazioni, saranno gli unici destinatari dell’inasprimento tributario. I porti, nonostante la loro indiscussa responsabilità sull’erosione costiera, ne rimarranno fuori.



Commenti

CNA A RAVENNA: SVILUPPI DELLA QUESTIONE BALNEARE

Postato il: 18 dicembre, 2013 | Lascia un commento

CNA_RAVENNA_19.12.2013Domani giovedì 19 dicembre, alle ore 17,00, presso la sede provinciale di CNA Ravenna, nell’ambito dell’Assemblea dei concessionari aderenti a CNA Balneatori, Cristiano Tomei – coordinatore nazionale – e Nevio Salimbeni – responsabile provinciale – illustreranno i provvedimenti  destinati ad entrare nel provvedimento complessivo che costituirà la Legge di Stabilità 2014 e, in particolare, la norma finalizzata a ridurre l’eccessiva onerosità dei canoni pertinenziali.
Soprattutto si parlerà delle prospettive sindacali in Italia e in Europa, nonché delle scelte necessarie per salvare l’impresa balneare in attività, alla luce dell’incontro tenuto recentemente a palazzo Chigi, tra gli esponenti dell’Esecutivo e la delegazione unitaria dei principali sindacati di categoria.



Commenti

DDL STABILITA’ – COMMISSIONE BILANCIO APPROVA EMENDAMENTO PERTINENZIALI

Postato il: 18 dicembre, 2013 | Lascia un commento

SOLE_24_ORE_LEGGE_STABILITA'_18.12.2013Il Sole 24 ORE conferma: la Commissione Bilancio ha approvato l’emendamento “pertinenziali” in questi termini: 30% del debito se si opta per il pagamento cash; 60% del debito se si opta per il pagamento dilazionato in 6 rate annuali.
Alcune considerazioni:
1.- i canoni pertinenziali sono divenuti assurdi per l’applicazione dei coefficienti OMI. La soluzione proposta non risolve l’insostenibilità di fondo. I coefficienti OMI devono essere aboliti fin dall’origine e i canoni ricalcolati, così come i conguagli a credito dei pertinenziali che hanno pagato;
2.- il 30% è uno sconto forte solo in apparenza. Chi decidesse di pagarlo, soprattutto se in relazione a un debito di anni, maturato nei confronti di una struttura importante, andrebbe comunque zoppo per la vita;
3.- non c’è rapporto tra l’ammontare da pagare cash e quello da pagare con dilazioni. Chi ha deciso per il 60%, come disse l’allora senatore Cesare Cursi, aveva bevuto. L’equivalenza finanziaria, al tasso d’interesse attuale, si ha intorno al 40% (34,98%) del debito;
4.- come la mettiamo con la disparità di trattamento che si viene a creare tra pertinenziali che hanno pagato e pertinenziali in contenzioso? Anche i primi, a pieno titolo, hanno diritto a riduzione e conguaglio. Per non parlare dei differenti criteri con i quali, in zone diverse, si è proceduto all’incameramento.
Ma, a questo punto, l’emendamento passerà. Dovremo necessariamente ridiscuterlo dopo.



Commenti

REGIONE LIGURIA: IMPOSTA REGIONALE SUL CANONE DEMANIALE RIDOTTA AL 25%

Postato il: 14 dicembre, 2013 | Lascia un commento

FRANCESCO_BRUZZONENella mattinata di ieri, venerdì 13 dicembre 2013, la Commissione Bilancio della Regione Liguria ha accolto gli emendamenti alla legge Finanziaria 2014 presentati dalla Minoranza consiliare in relazione all’imposta regionale sui canoni demaniali. Manca, per il momento, qualsiasi riscontro documentale, tuttavia Francesco Bruzzone – presidente del gruppo Lega nord regionale – ci ha informato che la deliberazione della Commissione è stata articolata su tre punti:
a.- l’aliquota è stata fissata al 25%;
b.- i concessionari pertinenziali sono esclusi da qualsiasi aumento;
c.- l’imposta sarà applicata sulla base imponibile 2013, senza tenere conto degli eventuali aumenti del canone demaniale.
L’esecutività della decisione dipende ora dall’approvazione del Consiglio.



Commenti

INATTESO INCONTRO GOVERNO SINDACATI BALNEARI

Postato il: 13 dicembre, 2013 | Lascia un commento

1386934829416-1 (3)Oggi, 13 dicembre 2013, i principali sindacati di categoria hanno incontrato il vicepremier Angelino Alfano alla presenza dell’on.le Sergio Pizzolante. Incontro significativo, soprattutto per il livello del principale interlocutore. Boccata d’ossigeno per i pertinenziali, lista d’attesa per gli altri concessionari, con tutte le incognite politiche che ben conosciamo. La parola al comunicato stampa.



Commenti

M5S CERCA SOLUZIONI PER I BALNEARI

Postato il: 12 dicembre, 2013 | 2 Commenti

AGEN_PARL_11.12.2013Fonte: Cristina Baudoino

In polemica con i Verdi, che con Angelo Bonelli hanno purtroppo smarrito lucidità e obiettivi, il M5S, seriamente intenzionato ad approfondire demanio marittimo e questione balneare, dopo un primo approccio non proprio sereno, scende in campo con intenti propositivi. Lo aspettavamo. Benvenuto!










Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 212