CNA BALNEATORI CALABRIA: EROSIONE COSTIERA E LEGGE 17/2005

Postato il: 1 febbraio, 2014 | Lascia un commento

STRILL_IMMAGINEImportante tavola rotonda quella tenuta il 31 gennaio da CNA Balneatori a Reggio Calabria, nella sala Biblioteca della Provincia di Reggio. Presenti Cristiano Tomei – coordinatore nazionale Cna Balneatori, Mario Scaramuzzino – presidente regionale Cna Balneatori Calabria, Giovanni Verduci – Vice Presidente della Provincia, Pierpaolo Zavettieri – consigliere provinciale e Antonio Caridi – senatore della Repubblica. Massimo Nucera – direttore generale Cna Balneatori Calabria, ha moderato l’incontro.
Si è parlato prevalentemente di strategie da attuare per la difesa della costa – come risulta dall’articolo di strill.it che pubblichiamo a lato – ma sono stati trattati anche i temi più generali della questione balneare italiana. Tutti d’accordo nel sostenere che il comparto balneare costituisce un ambito economico insostituibile, che offre dignità e lavoro a molte famiglie calabresi.



Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE