CNA BALNEATORI IN MISSIONE A BRUXELLES: COMUNICATO STAMPA 25 GIUGNO 2015

Postato il: 26 giugno, 2015 | Lascia un commento

CNA_COMUNICATO_STAMPA_25.06.2015Quello a lato, espandibile con un click, è il testo integrale del comunicato stampa diffuso da CNA Balneatori in relazione all’incontro del 24 corrente tra la delegazione giuridico-sindacale in missione a Bruxelles e gli europarlamentari italiani.
In quella sede sono state pienamente condivise le proposte avanzate da CNA Balneatori, così concepite:

a.- adesione alla politica del doppio binario – ipotesi proposta e sostenuta dal Governo italiano – che prevede un periodo transitorio per le imprese in attività e l’assegnazione delle nuove concessioni mediante gara;

b.- difesa della proroga al 31 dicembre 2020 davanti alla Corte di giustizia europea, presso la quale pendono le istanze pregiudiziali del TAR Lombardia e del TAR Sardegna;

c.- richiesta di incontro con la Commissione europea – Direzione generale Mercato interno e servizi – finalizzato ad escludere il settore balneare da procedure di gara ad evidenza pubblica, attraverso l’approfondimento giuridico e giurisprudenziale della questione.

Messaggio chiaro e conciso, quello adottato da CNA Balneatori, adeguato al limitatissimo tempo attualmente disponibile in ambito balneare per attività diverse da quelle lavorative, tipiche e assorbenti, del periodo stagionale ormai avanzato.



Commenti

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE