VIAREGGIO: COMITATO SALVATAGGIO E BALNEARI A CONFRONTO CON CRISTIANO TOMEI

Postato il: 26 settembre, 2015 | 2 Commenti

VIAREGGIO_2_25.09.2015VIAREGGIO_25.09.2015Da Emiliano Favilla e Fabrizio Maggiorelli

Ieri – venerdì 25 settembre – Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano, con altri balneari toscani, presso il Bagno Arizona di Viareggio, ha incontrato Cristiano Tomei – presidente nazionale CNA Balneatori. Erano presenti, tra gli altri: Lorenzo Marchetti – presidente di CNA Balneatori Toscana,  Alessandro Riccomini – presidente CNA Balneatori Liguria, Stephano Tesi – direttore CNA Lucca e Marco Magnani vice presidente provinciale CNA Lucca.
Comitato e tutti i presenti hanno giudicato positivo il confronto, nel corso del quale Tomei ha illustrato l’intensa attività  svolta da CNA Balneatori nei mesi scorsi:

1.- due ricorsi alla Corte di Giustizia europea contro le questioni pregiudiziali promosse dal TAR Lombardia e dal TAR Toscana rispetto alla compatibilità con la normativa europea delle proroghe delle concessioni balneari al 31.12.2015 e al 31.12.2020;
2.- approvazione del documento a sostegno dei balneari nella Conferenza delle Regioni;
3.- assemblea nazionale CNA Balneatori a Ravenna;
4.- due missioni a Bruxelles per incontrare europarlamentari ed esponenti della Commissione Mercato Interno e Servizi;
5.- studio sul valore economico delle imprese balneari in attività.

Tomei ha precisato che CNA Balneatori, in ogni sua iniziativa, si batte per escludere che il rinnovo delle concessioni balneari sia attuato attraverso il ricorso ad aste ed evidenze pubbliche. Il Governo e le istituzioni tutte – ha sostenuto Tomei – nel momento in cui riconoscono la assoluta importanza degli operatori balneari e il loro ruolo trainante nell’economia turistica e nell’economia nazionale in genere, devono capire che il settore ha urgente bisogno di certezze. Il Governo, quindi, deve sostenere in Europa il comparto balneare con la necessaria determinazione e deve ottenere che esso sia escluso da qualsiasi impostazione che conduca alle aste.
Sollecitato dagli interventi dei balneari,Tomei ha motivato la democratica impostazione sindacale di CNA  Balneatori, che prevede sempre la preventiva discussione e approvazione da parte della base. Su questa linea programmatica, al prossimo SUN di Rimini, considerando la particolarità del momento, CNA Balneatori ammetterà alla propria Assemblea Nazionale tutti i balneari presenti, con diritto di intervento e di voto finale rispetto al documento che impegnerà CNA Balneatori a qualsiasi livello.
A seguito di nostra specifica richiesta, il presidente Tomei ha invitato ufficialmente il nostro Comitato all’Assemblea Generale CNA Balneatori di Rimini.

per “Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano”
Emiliano Favilla – Fabrizio Maggiorelli

Fotografie di Rodolfo Martinelli



Commenti

2 Commenti a “VIAREGGIO: COMITATO SALVATAGGIO E BALNEARI A CONFRONTO CON CRISTIANO TOMEI”

  1. Maltagliati Franco
    settembre 27, 2015 @ 21:17

    Vorrei informazioni per tesseramento grazie

  2. admin
    ottobre 3, 2015 @ 09:01

    Franco, ho ricevuto la tua richiesta di informazioni per tesseramento e, il 1° ottobre, ti ho risposto con una mia mail personale (g43i.botta@libero.it) chiedendoti in quale regione operi, per poterti assistere nel modo migliore. Non ho ancora ricevuto risposta e mi chiedo se tu abbia ricevuto oppure no. Se l’informazione continua ad interessarti, il mio indirizzo mail è quello che ti ho indicato. Cordialmente.
    Giovanni Botta

Lascia un commento







  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE