BALNEARI: INFORMARSI ED AGIRE PER DIFENDERE IL DIRITTO DI ESISTERE

Postato il: 28 novembre, 2016 | Lascia un commento

cna_assemblea_viareggioGiovedì 15 dicembre, alle ore 15:30 presso l’Hotel Esplanade, in Viareggio, Piazza Puccini 18, CNA Balneatori, in assemblea aperta, illustrerà le iniziative promosse per difendere, in Italia e in Europa, i diritti inalienabili della piccola imprenditoria balneare. Petizione europea, legge regionale sul legittimo affidamento, legge regionale sul turismo. Questi gli argomenti di assoluta attualità che saranno trattati da Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – con il supporto giuridico degli avvocati Roberto Righi, del Foro di Pistoia, ed Ettore Nesi, del Foro di Firenze, riferimenti obbligati della questione balneare italiana.
Introducono il convegno: Andrea Giaccherini – presedente provinciale CNA Lucca e Stefano Zerini – Presidente CNA Balneatori Versilia. Intervengono Lorenzo Marchetti – Presidente CNA Balneatori Toscana ed Emiliano Favilla – presidente del Comitato salvataggio imprese, balneari doc, impegnati da sempre a difesa della categoria.
Sono stati invitati i presidenti dei Gruppi regionali della Toscana e i sindaci dei Comuni della Versilia.
Appuntamento da non perdere.



Commenti

ABRUZZO – CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME: DEPOSITATO PRIMO PROGETTO DI LEGGE REGIONALE SUL LEGITTIMO AFFIDAMENTO

Postato il: 23 novembre, 2016 | Lascia un commento

legge_regionale_abruzzo_1legge_regionale_abruzzo_2legge_regionale_abruzzo_3legge_regionale_abruzzo_4Nasce in Abruzzo la prima proposta di legge regionale sul legittimo affidamento delle concessioni demaniali marittime. L’iniziativa, promossa da Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – è stata approvata all’unanimità, il 14 ottobre 2016, dall’assemblea nazionale aperta di CNA Balneatori in ambito SUN. Fondata su solide basi giuridiche, la proposta è stata successivamente portata avanti con determinazione da Tomei e da Giovanni Lolli – vicepresidente della Giunta abruzzese e coordinatore nazionale per il Turismo delle Regioni – fino alla formulazione del documento, depositato il 23 novembre presso il Consiglio regionale Abruzzo da una forte compagine politico-istituzionale. Primo firmatario Luciano Monticelli – presidente IV Commissione (Politiche europee e internazionali, programmi della Commissione europea, partecipazione ai processi normativi dell’Unione europea). Con lui sottoscrivono: Dino Pepe – assessore al Demanio marittimo ed Economia del mare;  Lorenzo Berardinetti – presidente III Commissione (Agricoltura, sviluppo economico e attività produttive); Alberto Balducci – segretario  I Commissione (Bilancio, affari generali e istituzionali) e III Commissione; Lucrezio Paolini – I e III Commissione; Alessio Monaco – I Commissione.
Il commento di Tomei: “Oggi è stato depositato in Consiglio Regionale a L’Aquila, il progetto di legge sul legittimo affidamento delle concessioni demaniali, frutto di un intenso lavoro delle sigle sindacali del settore balneare e della volontà politico-istituzionale della Giunta e dei rappresentanti del Consiglio.  Una legge fondamentale per dare certezza alle attuali imprese balneari e per rilanciare lo sviluppo socio-economico del turismo costiero.  E’ un primo fondamentale atto istituzionale che chiederemo di portare in approvazione anche alle altre Regioni costiere. Si continua a lavorare, sempre in Abruzzo, anche sugli atti conseguenti le procedure per il riconoscimento del legittimo affidamento nei Comuni costieri.”
Peccato che la Regione Liguria abbia snobbato l’iniziativa, almeno per il momento. Il legittimo affidamento non è solo il cavallo di battaglia di una sigla sindacale – CNA Balneatori – che pure ha dimostrato negli anni e nei fatti di saper svolgere un ruolo sindacale lineare, giuridicamente sostenibile, leale rispetto alla categoria ed aderente ai suoi legittimi interessi. Allo stato dei fatti, alla luce delle posizioni europee e della stessa sentenza della Corte di Giustizia, il legittimo affidamento è l’unico possibile baluardo della micro imprenditoria balneare italiana in attività. Quella che ha il proprio punto di forza nelle famiglie dei concessionari. Quella che da sola, senza aiuti di Stato e anzi soggetta a forti penalizzazioni di Stato, ha saputo fare delle regioni costiere italiane un luogo dove nonostante la crisi, la globalizzazione, l’incapacità della politica di governare nell’interesse comune, è stato possibile lavorare e vivere dignitosamente. Almeno finora.



Commenti

LA RAGIONE DECISIVA PER VOTARE NO

Postato il: 18 novembre, 2016 | 4 Commenti

referendum_2016Evitiamo di impelagarci in una discussione tecnica e limitiamoci a riflessioni di buon senso. Se dovesse vincere il SI la riforma costituzionale Renzi – Boschi, così come la conosciamo, andrebbe automaticamente in porto e sarebbe operativa insieme all’Italicum, in vigore dal 1° luglio 2016, fotocopia del Porcellum, legge elettorale incostituzionale per anomalo premio di maggioranza.
Chi dovesse vincere piglierebbe tutto. Poi “tutto” sarebbe più veloce e più facile, come sostengono i comitati per il SI. E’ evidente, ma sarebbe a senso unico.
Esistono accordi politici che prevedono cambiamenti in meglio della legge elettorale? Ma per favore… ricordatevi di “Enrico stai sereno…” L’abbinamento SI + Italicum è semplicemente letale: non possiamo votare SI al referendum confidando nel fatto che l’Italicum sarà emendato in un momento successivo. Non succederà.
Durante il premierato Renzi, abbiamo visto  quale smisurato potere abbia il Governo avendo semplicemente in ostaggio un Parlamento bisognoso dell’anzianità indispensabile per riscuotere il vitalizio di Stato. Se, su queste basi, tutti sono disponibili a votare la fiducia, immaginiamoci il dopo, quando la segreteria del partito che avrà vinto le elezioni con legge truffa deciderà praticamente su tutto. Compresa l’informazione.
Discutiamo pure di riforme costituzionali, ma il 4 dicembre è indispensabile VOTARE NO.



Commenti

CNA BALNEATORI: DEMANIO MARITTIMO SEMINARIO DI FORMAZIONE E APPROFONDIMENTO

Postato il: 9 novembre, 2016 | Lascia un commento

seminario_roma_nov20161seminario_roma_nov20162seminario_roma_nov20163seminario_roma_nov20164Il 7 e 8 novembre si è tenuto a Roma, presso la sede di CNA Nazionale, l’atteso seminario “Il demanio marittimo tra Stato e autonomie locali”, rivolto specificamente ai funzionari regionali e territoriali CNA che si occupano di imprese turistico-balneari.
L’obiettivo era quello di fornire a questi operatori gli strumenti e le competenze di base necessari per assistere le imprese associate nella difficile gestione di una materia straordinariamente complessa, che si è evoluta nel tempo e che ha interessato riforme legislative e costituzionali, giurisprudenza, dottrina e occasionali atti di governo, strumenti tutti profondamente condizionati dall’esistenza di direttive europee e, soprattutto, dall’interpretazione che ad esse si è voluto dare.
Il programma svolto durante i due giorni del convegno ha preso in esame sia i principali argomenti inerenti la materia demaniale marittima turistico-ricreativa, sia le iniziative sindacali assunte da CNA Balneatori nei rapporti del Governo e dell’Unione europea, sia le utilità di sistema (servizi) offerte da CNA alle imprese associate.
Il seminario, al quale hanno partecipato oltre 40 funzionari regionali e territoriali CNA, è stato condotto da Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – e si è avvalso di relatori d’eccellenza, quali l’avvocato Roberto Righi – del Foro di Pistoia, e l’avvocato Ettore Nesi – del Foro di Firenze.
Bibliografia di riferimento: Antonio Bellesi, Ettore Nesi, Roberto Righi, Luca Toselli, Il demanio marittimo tra Stato e autonomie locali, Aracne editrice, Roma.
La differita dei lavori, trasmessi in diretta streaming, è disponibile all’indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=P7PRhkN38DE



Commenti

US ELECTION DAY 2016

Postato il: 9 novembre, 2016 | Lascia un commento

donald_trampE’ ufficiale: Donald John Trump, sovvertendo ogni pronostico, approda alla presidenza degli Stati Uniti d’America. Risultato inatteso, che suona forte e chiara protesta dell’elettorato americano contro un establishment che, evidentemente, non sopportava più.
Così va in America. Qui aspettiamo le inevitabili ripercussioni in ambito nazionale ed UE.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE