ANNA GIACOBBE INFORMA SULL’ODG BIPARTISAN A FAVORE DEI CONCESSIONARI PERTINENZIALI

Postato il: 25 luglio, 2013 | Lascia un commento

ANNA_GIACOBBERingraziamo Anna Giacobbe – deputato PD ligure, eletta in Liguria, componente della XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) – per la cortesia e la completezza con la quale ha accolto la nostra richiesta di chiarimento in merito all’odg inerente le concessioni demaniali marittime di beni pertinenziali presentato alla Camera alle ore 3:00 a.m. di oggi, 25 luglio 2013, dopo essere stato riformulato dal Governo, alla luce dei vincoli finanziari esistenti.
Pubblichiamo separatamente la sua nota esplicativa 25 luglio 2013, indirizzata a Bettina Bolla di Donnedamare e girata gentilmente a noi per conoscenza, insieme con il testo dell’odg N. 9/1248-AR/27 accolto dal Governo con riformulazione, sottoscritto dagli onorevoli Pizzolante (PDL), Abrignani (PDL), Arlotti (PD), Bergamini (PDL), De Maria (PD), Petitti (PD), Giacobbe (PD), Velo (PD), reperibile sul profilo Facebook dell’on.le Giacobbe.
Sembra proprio che, dopo le iniziative ANCI – SIB  Confcommercio – CNA Balneatori e FIBA Confesercenti di fine maggio – primi giugno 2013, la vicenda dei concessionari pertinenziali inizi ad avere dalla politica e dalle istituzioni l’attenzione che merita.



Commenti

‘DECRETO DEL FARE’: VERGOGNOSAMENTE DIMENTICATE 250/300 IMPRESE BALNEARI PERTINENZIALI A RISCHIO DI CHIUSURA. SENATO ULTIMA OPPORTUNITA’

Postato il: 25 luglio, 2013 | Lascia un commento

COMUNICATO_24.07.2013La Camera dei deputati ha votato la fiducia sul ‘Decreto del fare’ e sembra certo che l’emendamento inerente la moratoria a favore delle imprese balneari
pertinenziali sia stato escluso. Mentre scriviamo, tuttavia, la discussione sul provvedimento è ancora in corso, i resoconti stenografici non sono ancora disponibili ed è impossibile avere riferimenti certi.
SIB – CONFCOMMERCIO, CNA – BALNEATORI E FIBA – CONFESERCENTI hanno emanato il comunicato stampa congiunto che pubblichiamo a lato. Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – interpellato telefonicamente, ci ha dichiarato: “C’è ancora spazio per dare una risposta concreta a questi balneari a rischio di chiusura, inserendo il provvedimento di moratoria nel decreto che andrà in discussione al Senato la settimana prossima.”
Questo è quanto speriamo. Risulta che la Ragioneria dello Stato si sia opposta alla moratoria perché manca la copertura finanziaria al provvedimento. La posizione è formalmente ineccepibile, ma rischia di determinare la chiusura di 250/300 imprese produttive, che saranno costrette a uscire dal mercato senza poter pagare i canoni assurdi che vengono loro richiesti, riducendo nel contempo il gettito fiscale del settore e peggiorando previsioni di bilancio e situazione economica generale.
Non è chiara la posizione del Governo, che con il sottosegretario Baretta aveva dato assicurazioni al tavolo dello scorso 11 luglio. Auguriamoci che il buon senso prevalga e induca l’Esecutivo ad adottare gli indispensabili correttivi, prima che sia troppo tardi.



Commenti

VARAZZE – CONVENTION 19 LUGLIO 2013 PRESSO BAGNI MAFALDA ROYAL – INTERVIENE LARA COMI

Postato il: 24 luglio, 2013 | Lascia un commento

Abbiamo evitato finora di commentare l’intervento “balneare” di Lara Comi alla convention 19 luglio 2013 di donnedamare in Varazze perché volevamo disporre del filmato della serata, ora pubblicato su YouTube. A noi l’intervento dell’europarlamentare non è piaciuto, soprattutto per le ricorrenti inesattezze, per la supponenza, la confusione di fondo e lo spiccato taglio europeista. Da sempre Lara Comi parla e ragiona da portavoce della Commissione mercato interno e non come parlamentare italiana, delegata a tutelare in Europa gli interessi nazionali. Sappiamo quale limitato peso decisionale abbia un membro del Parlamento europeo, ma da questo ad adeguarsi in toto alla deriva prevalente ci passa.
Nulla è più obiettivo di un filmato e questo appunto vi proponiamo. Guardatelo e valutatelo in piena autonomia. Chiunque abbia una conoscenza anche approssimativa delle questioni trattate può giudicare la consistenza dell’intervento Comi e farsi un’opinione personale.
Nello stesso file il contributo di Arnaldo Buscaglia, assessore Ambiente, Territorio, Turismo ed altro ancora nel Comune di Bargagli.



Commenti

REGIONI: RECEPIRE LA DISCIPLINA TOSCANA DELLA FACILE-DIFFICILE RIMOZIONE

Postato il: 22 luglio, 2013 | Lascia un commento

ARTICOLO_RICCIAntonio Smeragliuolo segnala il trafiletto 21 luglio 2012, pubblicato dal quotidiano La Nazione, con il quale Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia, commenta il regolamento recentemente approvato dalla Regione Toscana per disciplinare la facile – difficile rimozione di costruzioni e strutture turistico-ricreative ubicate in aree demaniali marittime.
Il nuovo regolamento, che segue di circa due anni la circolare del Consiglio superiore dei lavoro pubblici n. 84/2010, al contenuto della quale molto probabilmente si ispira, sgombra il campo dalle riserve formulate in quella sede circa le problematiche fiscali e dominicali inerenti.













Commenti

SPIAGGIA DEL POETTO: ANOMALIE SARDE

Postato il: 18 luglio, 2013 | Lascia un commento

UNIONE_SARDA_17.07.2013Segnalazione di Alessandro Riccomini

Il Poetto, la principale spiaggia di Cagliari, è stata oggetto di una delibera comunale che fissa al 31 dicembre 2015 la durata delle concessioni locali, rinnovate di anno in anno dal 2010.
Segnaliamo all’amministrazione comunale di Cagliari che la Legge 17 dicembre 2012, n. 221(Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, recante ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese) – Allegato, Parte 1, proroga al 31 dicembre 2020 le concessioni demaniali marittime ad uso turistico ricreativo. Che senso ha limitare le concessioni del Poetto al 2015?



Commenti

GRANAIOLA: BLOCCATO AUMENTO URAS CANONI DEMANIALI

Postato il: 17 luglio, 2013 | Lascia un commento

PD_GRANAIOLA_17.07.2013Segnalazione di Cristina Baudoino

Quello a lato è il comunicato stampa della senatrice Manuela Granaiola, pubblicato oggi, mercoledì 17 luglio, nel sito ufficiale PD. L’aumento del 10 per cento dei canoni demaniali, proposto dall’on.le Luciano Uras (Sinistra Ecologia e Libertà, membro della 5ª Commissione permanente – Bilancio, segretario della 14ª Commissione permanente – Politiche UE) è quindi accantonato, almeno per il momento.
Restiamo in attesa che il tavolo tecnico Baretta, al quale si riferisce l’on.le Granaiola e del quale abbiamo parlato lo scorso 12 luglio, si concretizzi e prenda forma.



Commenti

FACILE E DIFFICILE RIMOZIONE REGOLAMENTATE IN TOSCANA

Postato il: 16 luglio, 2013 | Lascia un commento

TN_SCALETTI_15.07.2013segnalazione di Antonio Smeragliuolo

Cristina Scaletti – assessore al Turismo della Regione Toscana – con il comunicato stampa 15 luglio 2013, informa che, in ambito regionale, i criteri di facile e difficile rimozione sono stati normati secondo le attese degli operatori balneari.
Il passo più significativo del comunicato, tuttavia, è quello conclusivo: accertata la preminente importanza del comparto balneare nell’offerta turistica nazionale, il Governo si impegni in Europa per affermare e tutelare questa peculiarità.



Commenti

GASPARRI: NESSUN ACCORDO A RIBASSO SULLE IMPRESE BALNEARI

Postato il: 16 luglio, 2013 | Lascia un commento

ASCA_GASPARRI_15.07.2013segnalazione di Cristina Baudoino

Maurizio Gasparri, vicepresidente PDL al Senato della Repubblica, prende nuovamente posizione a favore dell’imprenditoria balneare in attività. Notizia ASCA, post del 15 luglio 2013 riportato a lato.





Commenti

11 LUGLIO 2013 – PRESENZE RILEVANTI AL PRIMO TAVOLO TECNICO BARETTA

Postato il: 12 luglio, 2013 | Lascia un commento

TAVOLO_TECNICOConcludiamo il servizio sul tavolo tecnico dell’11 luglio 2013 proponendo l’elenco dei partecipanti.
Per la politica: Pier Paolo Baretta (PD) – sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia e delle Finanze. E’ lui che ha convocato e presieduto il tavolo – originariamente mirato ai canoni pertinenziali – e ne ha proposto l’allargamento alla intera questione demaniale italiana, con estensione ai ministeri dell’Economia, degli Affari europei, degli Affari regionali e del Turismo; Manuela Granaiola (PD) – segretario della 12° Commissione permanente (Igiene e sanità), profonda conoscitrice del problema demaniale marittimo, da sempre vicina agli imprenditori balneari; Ignazio Abrignani (PDL) – vicepresidente della X Commissione (Attività produttive, commercio e turismo); Sergio Pizzolante (PDL) – membro della XI Commissione (Lavoro pubblico e privato).
Per l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) il delegato al Demanio Marittimo – Luciano Monticelli, sindaco di Pineto, convinto assertore della funzione propulsiva dell’attuale imprenditoria balneare nell’economia costiera del Paese.
Per la Pubblica amministrazione, in qualità di esperti di canoni demaniali, sono intervenuti: il direttore generale dell’Agenzia del Demanio – Stefano Scalera – e il direttore centrale dell’Osservatorio del mercato immobiliare (OMI) presso l’Agenzia delle entrate – Gianni Guerrieri.
Per i maggiori sindacati di categoria hanno partecipato: Riccardo Borgo – presidente nazionale SIB Confcommercio; Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori; Vincenzo Lardinelli – presidente nazionale FIBA Confesercenti.
Non disponiamo di materiale fotografico dell’incontro. L’immagine interna al post è l’elaborazione di una foto di repertorio.



Commenti

TOMEI: IMPRESSIONI SUL PRIMO TAVOLO TECNICO BARETTA

Postato il: 12 luglio, 2013 | Lascia un commento

TOMEI_11.07.2013Abbiamo chiesto a Cristiano Tomei – coordinatore nazionale di CNA Balneatori – le sue impressioni sull’incontro che si è tenuto a Roma ieri, 11 luglio 2013. Ci ha risposto, com’è suo costume, con una sintetica dichiarazione: “La posizione unitaria dei tre maggiori sindacati del settore balneare – Sib Confcommercio, Fiba Confesercenti e Cna Balneatori – ha avuto una proficua conferma nelle dichiarazioni dell’Esecutivo e dei parlamentari presenti circa la necessità di riaprire il tavolo tecnico necessario per affrontare adeguatamente la questione balneare italiana.
Basti l’analogia con il caso spagnolo – che vede una proroga a 75 anni per le imprese turistiche e commerciali ora ubicate e operanti proprio su terreno demaniale marittimo di quel Paese – per indurci a trovare soluzioni politiche e giuridiche interne al nostro sistema istituzionale, idonee a tutelare in Europa le imprese esistenti, l’economia costiera e la peculiarità del sistema balneare italiano.”



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 29 di 100« Prima...1020...2728293031...405060...Ultima »