GIUSTIZIA E’ FATTA (SI FA PER DIRE)

Postato il: 12 luglio, 2012 | Lascia un commento

IL PICCOLO di Trieste dà notizia della condanna comminata all’incendiario che ha distrutto La Voce della Luna, il ristorante di Marcello di Finizio. Rilanciamo la notizia, perché anche le notizie hanno un peso.
Questo il sereno commento di Marcello: “Grazie giudice, grazie davvero. Questa sentenza non mi restituira’ 20 anni di lavoro andati in fumo, ma almeno giustizia é fatta! Almeno questo disgraziato non se ne andrà in giro sentedosi autorizzato a compiere altri crimini nei confronti di altri poveri malcapitati, pensando che tanto può farla franca.”
Un abbraccio all’amico, da noi di Comitato Balneari Liguria.

Commenti

COSTE: AMBIENTE IN PERENNE EVOLUZIONE

Postato il: 9 luglio, 2012 | Lascia un commento

Alcuni dati ambientali ISPRA, per non perdere completamente il contatto con la realtà effettiva delle coste italiane, oggetto di contesa. Litorali in erosione per il 12% (897 Km su 7.500 circa) e necessità di chiarimenti sul rimanente 25% =  (37 – 12)%,  segmento che, trattandosi di variazioni, dovrebbe essere in incremento. In aumento il numero dei litorali stabilizzati artificialmente, in relazione ai quali non si danno notizie circa la qualità delle acque. Nessuna indicazione sulla qualità degli arenili, dato tutt’altro che insignificante. Più che discreto lo stato delle acque di balneazione, che rappresentano più di un terzo delle acque balneabili europee.



Commenti

PRIME INDISCREZIONI DOCUMENTALI AL DECRETO AMMAZZABALNEARI

Postato il: 8 luglio, 2012 | Lascia un commento












Il documento a lato, verbale della seduta 28 giugno 2012 della Commissione X della Camera (Attività produttive, commercio e turismo), ripreso dal pdf di 104 pagine consultabile all’indirizzo:

http://documenti.camera.it/leg16/resoconti/commissioni/bollettini/ pdf/2012/06/28/ leg.16.bol0674.data20120628.pdf

– pagine da 63 a 65 – è stato trascritto e reimpaginato, per consentirne la presentazione in sole tre pagine, e quindi una agevole consultazione, mantenendone la perfetta leggibilità. Vi invitiamo ad esaminarlo con la dovuta attenzione. Parla tra l’altro, in termini piuttosto vaghi e opinabili, della soluzione che il Governo Monti, e per esso il ministro Gnudi, intenderebbero dare alla questione balneare. Una velata anteprima del decreto che l’Esecutivo ha predisposto in assolta autonomia, incurante delle prescrizioni contenute nell’articolo 11 della legge Comunitaria 2010, che al comma 2, dispone: ” Il Governo è delegato ad adottare, entro quindici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, su proposta del Ministro per i rapporti con le regioni e per la coesione territoriale, di concerto con i Ministri delle infrastrutturee dei trasporti, dell’economia e delle finanze, dello sviluppo economico, per la semplifi cazione normativa, per le politiche europee e per il turismo, previa intesa da sancire in sede di Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, e successivemodifi cazioni, un decreto legislativo avente ad oggetto la revisione e il riordino della legislazione relativa alle concessioni demaniali marittime.” Relatore – forse volutamente lacunoso – il sottosegretario Claudio De Vincenti. Evitiamo di commentare, riservandoci di pubblicare la valutazione che ci è stata promessa da Cristiano Tomei, coordinatore nazionale CNA Balneatori.



Commenti

BANDIERE A MEZZ’ASTA – RISPOSTA AFFERMATIVA DEL SINDACO MONTICELLI

Postato il: 3 luglio, 2012 | Lascia un commento

Luciano Monticelli – Sindaco di Pineto e Delegato nazionale ANCI al Demanio Marittimo

“Gentile Collega,
facendo riferimento alla Direttiva Bolkestein ed in occasione della Giornata di Protesta Nazionale che la categoria dei balneatori programmerà nei prossimi giorni qualora il Governo Monti dovesse adottare una linea non condivisa con le Istituzioni interessate, con la presente chiedo di valutare la possibilità di esporre a mezz’asta, in modo del tutto simbolico e nella giornata che successivamente Vi sarà indicata, la bandiera del Comune e la bandiera di Salvamento.
Come detto sopra, la presente richiesta ha un carattere del tutto simbolico, ma nello stesso tempo vuole essere un segnale forte e, soprattutto, vuole interpretare i sentimenti, le esigenze e le aspettative delle Comunità locali che, attraverso il turismo costiero, contribuiscono in modo significativo allo sviluppo economico e sociale del nostro Paese.
Sicuro della Vostra preziosa collaborazione, l’occasione è gradita per porgerVi un cordiale saluto.”

Così Monticelli, ai 646 Sindaci del Mare che saranno al fianco dei balneari esponendo bandiere comunali a mezz’asta, alle quali si aggiungeranno bandiere rosse di pericolo: nostre bandiere. Bandiere a mezz’asta, quindi, antico simbolo di dolore che ritorna, al quale sarebbe bello aggiungere – come nel capolavoro di Guareschi – i rintocchi di una campana.

Commenti

BANDIERE COMUNALI A MEZZ’ASTA – RICHIESTI CONDIVISIONE E SOSTEGNO AI SINDACI DEL MARE

Postato il: 30 giugno, 2012 | Lascia un commento

Singolare popolo quello dei balneari. Nelle sue componenti più lucide e responsabili è stato critico per mesi nei confronti dei sindacati di categoria – accusati di immobilismo, quando non di boicottaggio – ma rifiuta di scendere in campo con determinazione, quando quegli stessi sindacati diventano propositivi. Siamo entrati, più o meno inavvertitamente, in una nuova fase, nella quale la coalizione sindacale, nel suo complesso, si sta muovendo con autorevolezza. E’ la base ora che dimostra idee poco chiare e nessuna voglia di combattere per difendere i propri diritti. Pensa forse di essere fuori dal problema o di avere raggiunto risultati irreversibili? Il consenso istituzionale che è stato costruito è importantissimo, ma non risolve la situazione e deve essere sostenuto con forti, unitarie, partecipate azioni di categoria. Chi crederà che le nostre aziende costituiscono un patrimonio irrinunciabile se tutto quello che sappiamo fare per difenderle è aspettare che altri si attivino per noi? La nuova iniziativa della coalizione sindacale, contenuta nel documento che pubblichiamo – cioè la richiesta ai sindaci del mare, attraverso il delegato ANCI, di condividere e sostenere una prossima azione di protesta – implica l’intervento diretto della nostra categoria. Che il Governo faccia o meno la sua mossa, questo è il momento giusto per agire. Con i fatti, non con le parole.



Commenti

ANSA 29 GIUGNO 2012:BANDIERE NERE CONTRO LE ASTE

Postato il: 30 giugno, 2012 | Lascia un commento

Bandiere nere sventolano ancora sulla questione balneare e sulle spiagge d’Italia. A partire dalla provincia di Savona e dal delegato nazionale UPI al Demanio marittimo Angelo Vaccarezza. Vorremmo che fossero quelle – storiche e irripetibili – di Movimento Balneare. Quelle alternative possiamo capirle, non approvarle.



Commenti

DIFFERENZE DI OPINIONE

Postato il: 28 giugno, 2012 | Lascia un commento

Giovanni Botta

Pubblichiamo, come abbiamo sempre fatto, il comunicato stampa 27 giugno 2012 di Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano. Questa volta, tuttavia, con qualche distinguo da parte mia.
Dopo anni di incertezza, il settore balneare è arrivato a un punto critico, nel quale si deciderà il futuro delle imprese. C’è un decreto scritto, che forse nessuno ha letto, ma non c’è da illudersi che ci sia favorevole. Qualcuno pensa ancora di riuscire a salvarsi vincendo la gara della vita? E alla prossima scadenza? Smettiamola di coltivare false speranze, ci stiamo comportando come un’anomalia di sistema. La speculazione – nazionale e internazionale che sia – dispone di mezzi che neppure i più solidi di noi sognano di avere ed è con questi soggetti che dobbiamo competere. Non possiamo pensare di continuare ad arroccarci, con le motivazioni più diverse, sperando che altri facciano la nostra parte. L’Italia di Prandelli – un’outsider – per vincere contro la Germania, ha attaccato. Non possiamo pensare che Regioni, Province e Comuni, che pure sono al nostro fianco, combattano la nostra guerra. Possono sostenerci finché siamo credibili, ma non se continuiamo a defilarci. Dobbiamo muoverci e dobbiamo farlo con efficacia. Per la prima volta nella storia sono pienamente d’accordo con i sindacati e mi stupisce che una proposta finalmente ragionevole e logica come quella di effettuare una serrata, contenuta nel telegramma 26 luglio, sia avversata in modo tanto deciso e diffuso. Questo probabilmente succede perché non ci si rende pienamente conto del fatto che siamo davvero a un passo dal perdere le concessioni. Non è più il momento di mettere in campo iniziative che si risolvano in una festa, perché sembrerebbero anacronistiche a chiunque. Perfino a chi partecipa. A questo punto, la nostra deve essere con chiarezza un’azione di protesta.
Gli amici toscani non intendono danneggiare i clienti. Concordo. Neppure io voglio farlo, anche se l’esperienza della Liguria non è quella della Toscana. Lo scorso agosto, quando abbiamo lanciato luci nella notte, in mare e in cielo, molti clienti hanno partecipato, ma ci hanno negato la loro solidarietà. Hanno rifiutato di firmare una nota di sostegno e molti, addirittura clienti amici, ci hanno detto che stiamo combattendo una battaglia di retroguardia. Ritengo comunque che gli impegni vadano onorati e un contratto, anche se balneare, è un impegno. Ma c’è modo e modo di fare una serrata. Chiudere ai soli clienti potenziali, quelli che chiederebbero di essere ammessi ai servizi, non creerebbe problemi nei confronti di quelli che già avremmo accolto all’interno dello stabilimento. E se questa iniziativa fosse decisa per un fine settimana avrebbe un effetto notevole, anche se non del tutto privo di controindicazioni. Ma i rischi effettivi legati al mettere i mosconi in mezzo a una strada potrebbero essere molto, molto maggiori. Se la serrata non va bene studiamo altre forme di protesta, ma in ogni caso non aspettiamoci di uscirne senza pagare un prezzo.



Commenti

A LEZIONI DI EURO (E MOLTO ALTRO)

Postato il: 27 giugno, 2012 | Lascia un commento



Claudio Borghi. Milanese. Professore incaricato di Economia degli intermediari finanziari, Economia delle aziende di credito ed Economia e mercato dell’Arte, presso l’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Editorialista de il Giornale. Blogger: http://www.claudioborghi.com. Area liberista.
L’intervista che proponiamo è in ogni caso da ascoltare, indipendentemente dalle conclusioni che se ne possano trarre. Ce la segnala Marcello Di Finizio, proprio lui, La voce della Luna.

Commenti

BRUXELLES: IMPORTANTE RASSEGNA STAMPA

Postato il: 20 giugno, 2012 | 1 commento

L’importante rassegna stampa che segue è stata diramata da SIB Savona, che ringraziamo. Per visionarla cliccare qui. Sfogliate con la rotella del mouse, a partire dalla prima pagina.







Commenti

EMAIL 9 GIUGNO 2012 DEL SINDACO DI CAPALBIO

Postato il: 9 giugno, 2012 | Lascia un commento

Nell’ambito delle comunicazioni che si intrecciano in rete a proposito dell’interpellanza parlamentare Scandroglio/Cassinelli, il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori, ci informa via email che,  il prossimo 18 giugno, a Firenze, incontrerà Cristina Scaletti, assessore della Regione Toscana per Cultura, turismo e commercio. Sarà presente l’o.le Manuela Granaiola, che ci segue sempre da vicino. Argomento:  concessioni demaniali marittime per attività turistico ricettive.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 10 di 20« Prima...89101112...20...Ultima »