MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIME NOTIZIE

Postato il: 23 febbraio, 2012 | 1 commento

La questione balneare mette d’accordo tutti. Sull’aereo Genova-Roma, oltre a una folta delegazione di balneari liguri, erano presenti: Angelo Berlangieri, Assessore al Turismo della Regione Liguria; Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona; Riccardo Borgo, presidente nazionale SIB; Enrico Schiappapietra, Presidente regionale SIB; Giovanni Botta, Michela Tarigo e Bruno Bruzzone, fondatori di www.comitatobalneariliguria.it. Tutti uniti per difendere il lavoro dei balneari italiani, che oggi si ritroveranno a migliaia nella capitale, per manifestare il loro profondo disagio e rivendicare i loro diritti. Marylin Fusco, vicepresidente della Regione Liguria, è già a Roma ad attenderli.

Il programma dei balneari per la giornata del 23 febbraio si preannuncia intenso:

ore 9,30 inizio Presidio Via della Stamperia, 8
ore 10,00 Presidio
ore 11.00 inizio Assemblea Teatro Palazzo Santa Chiara,14 Roma
ore 11,15 proiezioni video e foto Comitato Salvataggio Imprese e Turismo
ore 11,30 interventi delle autorità e dei politici presenti.

La polizia ha atteso i manifestanti alla stazione Termini, con l’intenzione di scortarli in luogo diverso da via della Stamperia, dove ha sede l’ufficio del ministro Gnudi, che ospiterà l’incontro. Considerata la ferma determinazione dei balneari, è stato autorizzato un piccolo presidio di fronte al numero civico 8 di via della Stamperia – una quarantina di persone in tutto. Il resto dei manifestanti, invece, è stato bloccato all’imboccatura della via da un pullman della polizia messo di traverso e da una doppia fila di poliziotti, che in alcuni momenti hanno fronteggiato i manifestanti in assetto anti sommossa, nonostante l’attitudine assolutamente pacifica dimostrata dai convenuti. Analogamente sono stati bloccati e presidiati gli altri possibili accessi alla via. Documenteremo questi fatti su questo blog.

 

 

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE