CONCESSIONI DEMANIALI: COMUNICATO STAMPA PD 30 GENNAIO 2013

Postato il: 30 gennaio, 2013 | 4 Commenti

Cristiano Tomei ci segnala l’uscita del comunicato stampa che riportiamo a lato in formato interattivo. Il documento, diramato alle ore 18:00 circa di oggi da Armando Cirillo e Stefano Fassina – rispettivamente responsabile al Turismo e responsabile all’Economia del PD  – accoglie le istanze espresse in sede di direttivo CNA Balneatori del 25 gennaio scorso, votate all’unanimità e sintetizzate nel nostro post CNA BALNEATORI PESCARA 25.01.2013 – COMUNICATO STAMPA (cliccare sul link per richiamarlo) insieme con quelle di tutti i balneari d’Italia. Riportiamo la dichiarazione che Tomei ci rilascia in esclusiva: “Quello che il PD ha compiuto oggi è un passo che riteniamo essenziale, in quanto segna una significativa apertura politica, che avrà sicuramente peso in ambito europeo.”



Commenti

CIRILLO, VITTIMA SACRIFICALE

Postato il: 29 gennaio, 2013 | Lascia un commento

Il filmato YouTube che pubblichiamo testimonia, per chi non li avesse vissuti in diretta a Forte dei Marmi, la difficoltà e l’imbarazzo di chi è mandato allo sbaraglio come diversivo tattico, in una campagna elettorale senza qualità, nella quale le cadute di stile sono abissali e l’esito delle urne conta più del rispetto delle persone e dell’elettorato in genere. Giudizio che non riguarda unicamente il PD, anche se è il PD che ha mandato al macello Cirillo.
Isoliamo un concetto tra quelli espressi a Forte da Cirillo, a proposito delle molte anime del PD: “… su un punto siamo tutti d’accordo: noi vogliamo tutelare la micro e piccola impresa balneare italiana …” (nel filmato a partire da 5:40 circa). Auguriamoci che questa affermazione – peraltro indeterminata – corrisponda al vero, perché ormai è evidente che le reali intenzioni del PD in tema di turismo balneare saranno chiarite a tornata elettorale conclusa, se il PD sarà partito di Governo. Chi tra i balneari voterà PD, dovrà farlo sulla base di un atto di fede.




Commenti

CNA BALNEATORI PESCARA 25.01.2013 – CIRILLO: TAVOLO TECNICO PER TURISMO BALNEARE IN CRISI

Postato il: 26 gennaio, 2013 | Lascia un commento

La partecipazione di Armando Cirillo al direttivo CNA Balneatori, attraverso il disagio del responsabile PD per il Turismo, ha ribadito quanto le proposte del Partito Democratico siano inadeguate rispetto alle legittime attese dell’imprenditoria balneare italiana. Aprire un tavolo tecnico dopo il 31 gennaio a Roma è un’apertura minimale che ci riporta indietro nel tempo ai 5 anni di cattivo governo ricordati da Cirillo, l’ultimo dei quali condiviso dal PD, partner di maggioranza del Governo Monti. Quanto all’affermazione che il turismo balneare sia un settore in crisi, invitiamo Cirillo a guardarsi attorno. In un contesto mondiale di evidente, gravissima recessione, il turismo balneare italiano, che pure ne ha risentito, ha retto meglio di chiunque altro, nonostante le negatività che gli derivano dalla condizione di incertezza nella quale versa. La domanda che riproponiamo è: cosa si propone il PD rispetto alla questione balneare italiana? A un mese dalle elezioni politiche 2013 aspettiamo ancora una risposta chiara ed esauriente.

A questo riguardo Cristiano Tomei ci dichiara: “Delle istanze emerse in sede di direttivo nazionale CNA Balneatori mi farò portavoce con fermezza in sede di convegno PD il prossimo 31 gennaio a Roma, per chiedere chiarezza e non ambiguità.”



Commenti

CNA BALNEATORI PESCARA 25.01.2013 – COMUNICATO STAMPA

Postato il: 26 gennaio, 2013 | Lascia un commento

Ecco il comunicato stampa diramato al termine dei lavori del Consiglio nazionale CNA Balneatori di Pescara:

Ripartire dalla proroga al 2020, riconosciuta alle imprese del settore balneare, per confermare la peculiarità del sistema turistico italiano e offrire nuove prospettive a un settore decisivo della nostra economia. E’ il tema del confronto, tenuto questa mattina a Pescara, tra il direttivo nazionale di Cna Balneatori (sono arrivati in Abruzzo, per l’occasione, anche rappresentanti della piccola impresa provenienti da Liguria, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Molise e Puglia) e alcuni rappresentanti del mondo politico e istituzionale nazionale e regionale. Nella sala, gremita di balneatori abruzzesi, sono intervenuti – tra gli altri – l’europarlamentare del Pd Andrea Cozzolino; il presidente dell’Unione delle Province Italiane-Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio; il delegato nazionale Anci per i problemi del demanio marittimo, Luciano Monticelli; il responsabile nazionale per il settore Turismo del Pd, Armando Cirillo. Presenti, inoltre, il segretario regionale della Sib-Confcommercio, Riccardo Padovano, e il presidente del Consorzio Ciba, Riccardo Ciferni e delle Imprese turistiche di Francavilla, Mauro Cioffi.
Sono pervenuti i messaggi di sostegno del Senatore Giovanni Legnini e dell’Assessore al Turismo della regione Liguria, Angelo Berlangieri.
Nel suo intervento introduttivo, il Coordinatore nazionale di Cna Balneatori, Cristiano Tomei, ha ribadito i temi della vertenza aperta ormai da anni, con le maggiori istituzioni nazionali e comunitarie, sulla applicazione della cosiddetta direttiva Bolkestein: «Il 2020 è un risultato minimo – ha detto tra l’altro – ma alla politica chiediamo adesso chiarezza sui nodi principali che ci stanno a cuore».
«Vogliamo che dopo le prossime elezioni – ha aggiunto Tomei – la discussione non riparta da zero, ma dai punti che sono al centro della mobilitazione delle imprese turistiche italiane». Quali siano, è ancora Tomei a dirlo: «Il primo problema è che le concessioni demaniali non si possono considerare come farmacie e taxi, oggetto di politiche liberalizzatrici: perché qui non si parla di allargare la base delle imprese, ma di togliere le attività ad alcuni, per darle ad altri attraverso le gare. Dunque, occorre rivedere con l’Unione europea il capitolo delle attività da sottrarre alla Direttiva servizi: la verità è che la natura di alcune delle prestazioni offerte dagli stabilimenti balneari, come ad esempio quella di salvamento e soccorso in mare, si configurano come un vero e proprio servizio di natura pubblica».
Sostegno alle tesi dei balneatori di Cna è arrivata, oltre che dai vertici nazionali di Anci e Upi (attraverso gli interventi del sindaco di Pineto e del presidente della Provincia di Chieti) soprattutto dall’europarlamentare Andrea Cozzolino, secondo il quale va ora aperto un dossier con l’Unione europea per riaprire subito il confronto sulla Direttiva servizi, in modo da ottenere l’esclusione per il settore della balneazione italiana.
Al termine dei lavori l’assemblea ha votato all’unanimità la proposta Tomei di chiedere alle forze politiche il chiaro supporto agli indirizzi sindacali contenuti nel documento politico programmatico sottoscritto unitariamente da Sib Confcommercio, Fiba Confesercenti, Cna Balneatori e da Assobalneari Confindustria ed in particolare “… la riapertura della trattativa in Ue per una corretta applicazione della c.d. Direttiva servizi e la conseguente esclusione del sistema turistico balneare italiano costituito dalle attuali imprese titolari di concessioni demaniali marittime”.
Prima occasione per ribadire tale proposta sarà la Conferenza nazionale sul Turismo organizzata dal Partito democratico che si terrà a Roma giovedì 31 gennaio e alla quale anche Cna Balneatori parteciperà con una propria nutrita delegazione. A questo riguardo Cristiano Tomei dichiara: «Delle istanze emerse in sede di direttivo nazionale CNA Balneatori mi farò portavoce con fermezza in sede di conferenza nazionale su Turismo del PD il prossimo 31 gennaio a Roma, per chiedere chiarezza e non ambiguità.»

Fin qui il comunicato stampa. Tomei ha parlato anche dell’emendamento Mercatali, ormai legge, disposizione che rischia di impedire le attività complementari a quella balneare specifica.
Se sarà ammesso a parlare al convegno PD del 31 gennaio a Roma, quindi, Cristiano Tomei esporrà, con la consueta incisività, questi concetti e chiederà al Partito Democratico di esprimere con maggior chiarezza il proprio programma di governo nei confronti delle imprese. Balneari e non.



Commenti

ULTIMISSIME CNA BALNEATORI: PESCARA 25 GENNAIO 2013

Postato il: 24 gennaio, 2013 | Lascia un commento

La locandina CNA Balneatori – qui espandibile con un clic – evidenzia gli aspetti più significativi del consiglio nazionale dell’associazione, programmato per venerdì 25 gennaio. Argomenti all’ordine del giorno assolutamente centrali rispetto alla questione balneare italiana. Relatori conosciuti e altamente qualificati. Momento delicato, che richiede la massima attenzione e che ha mobilitato molti componenti del consiglio nazionale CNA Balneatori: raggiungeranno Pescara da Liguria, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise, Puglia.
Cristiano Tomei – coordinatore nazionale – ci informa che la partecipazione politica, nelle ultime ore, si è arricchita di due nominativi: Giuseppe Di Luca, consigliere regionale Abruzzo (ha sostenuto fin dall’inizio gli odg a tutela dell’attuale sistema economico balneare italiano ed abruzzese. Odg approvato in consiglio regionale nel dicembre 2011) e Robert Verrocchio, consigliere provinciale Teramo (ha sempre sostenuto gli odg a tutela dell’attuale sistema economico balneare italiano, abruzzese e teramano. Odg approvato in consiglio provinciale a maggio 2012).



Commenti

16 GENNAIO 2013 – BALNEARI IN DELEGAZIONE DA CIRILLO

Postato il: 17 gennaio, 2013 | Lascia un commento

Questo il comunicato stampa diramato da Emiliano Favilla – presidente di Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano – a seguito dell’incontro di Roma, 16 gennaio 2013, con Armando Cirillo, responsabile per il PD del Turismo. Presente all’incontro Manuela Granaiola.
Noi di Comitato Balneari Liguria non c’eravamo.









Commenti

MONTICELLI PARTECIPA AL CONVEGNO ITB ITALIA DEL 27 OTTOBRE 2012

Postato il: 28 ottobre, 2012 | 2 Commenti

da Antonio Smeragliuolo

Ospite d’onore del convegno 27 ottobre 2012 di ITB Italia, Luciano Monticelli – sindaco di Pineto e delegato ANCI al Demanio marittimo – ha approfondito i principali aspetti della questione balneare italiana, nell’ottica delle amministrazioni comunali delle città di mare. Straordinariamente vicini ai concessionari balneari, uomini e donne della loro terra, i sindaci dei comuni costieri, consapevoli dell’importanza economica locale delle nostre piccole e micro imprese, preoccupati per la loro sopravvivenza, sono pronti a sostenerci anche in ambito istituzionale. Critico rispetto alle posizioni UE che, ignorando la realtà e le potenzialità della costa italiana, pretende di decidere sul destino di imprese e famiglie, Monticelli ha espresso rilievi circa l’azione del Governo, latitante nei confronti dell’Europa e incapace di dare una favorevole soluzione al problema balneare, e nei confronti della incomprensibile posizione del PD e del suo responsabile al Turismo, Armando Cirillo.
Grande sintonia da sempre tra Monticelli e Comitato Balneari Liguria. Bravo Luciano!! Bravo anche all’amico Ricci, dispiaciuti di non essere stati presenti al suo interessante convegno.

Cliccare sul pulsante interno all’immagine per attivare il filmato.



Commenti

FESTA NAZIONALE DEL TURISMO PD: TRAVISATI I MESSAGGI DELLA CATEGORIA

Postato il: 23 settembre, 2012 | Lascia un commento

Cirillo, responsabile al turismo PD, travisa le reazioni dei balneari al documento: “Le proposte del PD in materia di Concessioni Demaniali marittime ad uso turistico ricreativo – Documento elaborato dal Dipartimento Economia e Lavoro PD”. Fonte:

http://www.mondobalneare.com/ news/769/il-documento-pd-divide-il-partito-ma-cirillo-sminuisce-il-dissenso.html

Imbarazzato silenzio di Fassina – responsabile all’economia PD – che non risponde alla nostra nota fb del 22 settembre, riportata su questo blog nella stessa data (L’APPARATO PD E LA QUESTIONE BALNEARE ITALIANA), anzi la elimina, forse per questioni di spazio.
Noi, il 19 settembre, eravamo al convegno PD e possiamo confermare, come tutti i presenti, Cirillo escluso, che – tranne Mussoni (OASI-Confartigianato) – tutti i sindacati hanno dissentito, anche se solo CNA non ha sfumato i concetti e ha espresso la propria posizione con assoluta chiarezza.
Ribadiamo il nostro appello a SIB – CNA – FIBA – Assobalneari: evitate le strumentalizzazioni. Diramate con urgenza un comunicato stampa congiunto!!



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE