Balneari Di Sicilia – mail di Emiliano Favilla – Comitato Salvataggio Imprese

Postato il: 31 marzo, 2012 | 1 commento

Oggi, 30 marzo 2012, (a Palermo – n.d.r.) una delegazione di Balneari Siciliani, la senatrice Granaiola, il Sindaco di Campo Felice di Roccella, il vicesindaco di Lascari, il Comitato Salva imprese Toscana Emiliano Favilla, Nando Cardarelli e Fabrizio Maggiorelli sono stati ricevuti dal dott. Greco al Palazzo d’Orléans, per esporre le problematiche inerenti la procedura di infrazione direttiva CE 123/2006. La Senatrice Granaiola ha detto che è importante, in questo momento, fare votare alla Regione Sicilia una mozione un ordine del giorno dove si impegna a sostenere le nostre battaglie, come hanno fatto altre Regioni il 2° punto e sul emendamento 801 ddl lavoro legato alla finanziaria che andrà in aula a breve.
Nel pomeriggio il Dott. Greco incontrerà assessore DI BETTA e parleranno di questa vicenda, nei prossimi giorni daranno notizie sul esito dell’incontro.
Per il 3 aprile il Sindaco di Campo Felice di Roccella, con una delegazione, incontrerà il dirigente regionale assessorato territorio ed ambiente Giovanni Arnone.
Dal Palazzo d’Orléans, per il momento, non ne sanno nulla delle concessioni trentennali. Si pensa che sia una proposta di alcuni gestori che, con l’aiuto di un deputato, abbia fatto propria la richiesta e portata già ad un tavolo di trattativa sulla finanziaria. Si spera che non sia una bufala.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE