BALNEARIA 2015: CONTENUTI DELLA ELABORAZIONE SINDACALE UNITARIA

Postato il: 26 febbraio, 2015 | Lascia un commento

RELATORI_QUATTROSIGLE_BALNEARIA_2015L’ordine del giorno quattrosigle 24 febbraio 2015, che pubblichiamo per memoria, è stato votato dai direttivi SIB Confcommercio, CNA Balneatori, FIBA Confesercenti e OASI Confartigianato a Balnearia – Carrara. Il 26 febbraio 2015,  è stato convertito nella nota inviata a Dario Franceschini – ministro ai Beni e attività culturali e turismo – rimasta finora inevasa. Si tratta di documenti di un certo interesse, specie il primo, che differisce dal secondo per la parte finale. Da leggere e da ricordare.
Assobalneari Confindustria – presidente nazionale Fabrizio Licordari – defilata durante tutto il convegno, ricompare e firma nella nota a Franceschini. Ripensamento, incoerenza o sfacelo? Chissà.



Commenti

NOTE D’INSIEME SU BALNEARIA 2015

Postato il: 26 febbraio, 2015 | Lascia un commento

BALNEARIA_2015Questo il tavolo dei relatori all’apertura del Direttivo nazionale CNA Balneatori che si è tenuto a Marina di Carrara, in sede di Balnearia 2015. Da sinistra a destra: Lorenzo Marchetti – presidente regionale CNA Balneatori Toscana; Cristiano Tomei – presidente nazionale CNA Balneatori; gli avvocati Roberto Righi ed Ettore Nesi, consulenti legali che collaborano con CNA Balneatori nella realizzazione delle iniziative giuridiche promosse da questo lineare, agguerrito e propulsivo  sindacato nell’ambito della questione balneare italiana.
Pressanti impegni ci impediscono di riferire ed approfondire i contenuti del magistrale intervento giuridico svolto in quella sede dall’avvocato Nesi, così come di relazionare sui lavori svolti dai principali sindacati di categoria nell’ambito dei rispettivi direttivi e in sede di assemblea sindacale unitaria SIB Confcommercio – CNA Balneatori – FIBA Confesercenti – Oasi Confartigianato. Lo stesso vale per i due convegni promossi dai balneari della Toscana, quello su “Legalità e sviluppo sostenibile per le imprese turistico ricettive” e quello tenuto nel pomeriggio di martedì 24, nel corso del quale è stato approvato il documento che pubblichiamo.
Vogliamo tuttavia ricordare due importanti iniziative:
a.- il Direttivo nazionale CNA Balneatori ha approvato la risoluzione che conferisce agli avvocati Righi e Nesi il mandato:
di predisporre un ricorso nazionale volto ad accertare l’incostituzionalità dell’Articolo 49 del Codice della Navigazione;
di produrre un atto di resistenza giuridica avverso la sentenza del TAR Sardegna;
di seguire gli sviluppi dell’intervento giuridico già prodotto in relazione alla sentenza del TAR Lombardia;
b.- i Direttivi nazionali SIB, CNA Balneatori, FIBA e OASI Confartigianato, profondamente turbati per il disinteresse che il Governo continua a dimostrare nei confronti dei concessionari pertinenziali a rischio, hanno indetto per martedì 10 marzo un presidio nazionale a Roma, per chiedere l’immediata soluzione di questa annosa e improcrastinabile situazione, e hanno approvato l’ordine del giorno al quale potete accedere cliccando su questo link.
Il presidente  Tomei sottolinea la posizione di CNA Balneatori nei rapporti con il Governo attraverso la dichiarazione che riportiamo :
“Sono irrinunciabili i quattro punti della piattaforma sindacale approvata a Rimini. E’ necessario che il Governo tratti in Europa per l’eliminazione delle ricadute negative della Direttiva servizi sul settore balneare italiano, difenda ufficialmente e strenuamente la proroga al 2020 approvata dal Parlamento italiano, evidenzi che è possibile sostenere la continuità delle nostre imprese senza aste ed evidenze pubbliche, secondo quanto stabilito dalla Carta di Lisbona, dal Trattato di Nizza, dai considerando 14 e 15 della neo Direttiva concessioni e dalla ancora vigente Legge italiana 113/83 (contratti di locazione per i Concessionari). Né il sottoscritto, né CNA Balneatori hanno finora ricevuto bozze legislative. E’ un preciso diritto delle imprese conoscere la posizione ufficiale del Governo e, per quanto mi riguarda, sono disposto a confrontarmi e a collaborare con l’Esecutivo laddove esista da parte sua la volontà di rappresentare convintamente ed ufficialmente in Europa le nostre ragioni. In caso contrario credo sia irrinunciabile indire una manifestazione sindacale unitaria, pacifica e democratica, di tutte le imprese balneari italiane”.



Commenti

BALNEARIA 2015 – INFO CONVEGNI CNA BALNEATORI E ALTRI EVENTI

Postato il: 22 febbraio, 2015 | Lascia un commento

CNA_MANIFESTO_BALNEARIA_2015Luogo: Complesso fieristico Marina di Carrara
Viale G.Galilei n. 133 – Marina di Carrara

Direttivo nazionale CNA Balneatori
Data e ora: Lunedì 23 febbraio – ore 17:30
Luogo: Sala Convegni Bernini, 1° piano Centro Servizi
Organizzazione: CNA Balneatori

Approfondimenti Direttivo nazionale CNA Balneatori
– ORDINE DEL GIORNO (link)
– RELATORI (link)

Aspetti Tecnico-Sindacali Fab/Cna Balneatori – FUNZIONARI INCARICATI (link)

Assemblea sindacale unitaria SIB Confcommercio – CNA Balneatori – FIBA Confesercenti
Data e ora: Martedì 24 febbraio ore 10:30
Luogo: Sala Convegni Michelangelo – 1° Piano Centro servizi
Organizzazione congiunta

Presidenza Nazionale CNA Balneatori
Data e ora: Martedì 24 febbraio ore 15:00
Luogo: Sala Convegni Canova, 1° piano Centro Servizi
Organizzazione: CNA Balneatori

Programma Completo Eventi (link)



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE