Balnearia 2012 news

Postato il: 8 marzo, 2012 | 2 Commenti

Bilancio moderatamente positivo quello dei convegni svolti nell’ambito della fiera, con una consistente partecipazione di operatori balneari, politici e tecnici. La sensazione è che, per quanto la nostra emergenza sia lontana dall’essere risolta, si siano fatti consistenti passi in avanti. Soprattutto gli operatori sono molto più attenti, presenti e informati. Non ci è possibile fare un resoconto completo dei tre giorni di convegno ai quali abbiamo partecipato. Ci limiteremo ad elencare i punti di maggiore interesse:
– lunedì 5 marzo, Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia, ha spiegato il contenuto della sua proposta ai ministri, basata su sdemanializzazione delle aree attualmente in concessione e vendita agli attuali concessionari;
– martedì 6, nel corso del convegno riferito alle quattro sigle sindacali, aperto da un significativo intervento di Cristiano Tomei, presidente CNA Balneatori, è stata annunciata una manifestazione a Roma, che SIB, FIBA, ASSOBALNEARI, CNA indiranno congiuntamente entro fine marzo;
– mercoledì 7, è stato pubblicamente letto e commentato il documento Di Carlo- Bellandi-Del Dotto, con particolare riferimento agli articoli di più difficile valutazione. Il documento – che è stato consegnato ai ministri informalmente il 23 febbraio scorso – è stato approvato all’unanimità dai presenti che, considerando la delicatezza della trattativa e la possibilità di strumentalizzazioni, già in atto, si sono impegnati alla riservatezza.

Altre notizie:
– nel corso della prossima settimana, Laila di Carlo e i legali del SIB si incontreranno per valutare la possibilità che il documento tecnico di Comitato Salvataggio sia adottato anche dai quattro sindacati e sia sostenuto come documento comune;
– siamo  in attesa che i ministri Gnudi e Milanesi ricevano i parlamentari italiani ed europei;
– prevista l’audizione dei ministri Gnudi, Milanesi e Passera presso l’8° Commissione permanente del Senato;
– martedì 13 marzo previsto incontro tra l’on.le Granaiola e Legambiente, per firmare un protocollo d’intesa balneari-ambientalisti.

Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIMI ESITI

Postato il: 23 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Il primo attesissimo incontro tra i rappresentati dei balneari e i ministri Milanesi e Gnudi è stato positivo. SIB, FIBA, CNA e Assobalneari hanno confermato la proposta unitaria che già si conosceva e che è qualificata dalla richiesta di deroga. ITB Italia e Comitato Salvataggio Imprese e Turismo hanno invece presentato una proposta più articolata, che era conosciuta solo nelle grandi linee e che sarà resa pubblica nei prossimi giorni. Inspiegabilmente assente Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, Angelo Berlangieri e Marylin Fusco, in rappresentanza della Regione Liguria, si sono espressi a favore degli stabilimenti balneari che – hanno sottolineato – costituiscono gli elementi trainanti dell’economia turistica italiana.
Enzo Milanesi – questo è il suo vero nome, così ha precisato nel corso dell’incontro – sembra essere  il nostro principale interlocutore. Il ministro si è dimostrato disponibile e interessato ad esaminare le proposte del Comitato e ha chiesto che siano portati sul tavolo delle trattative i dati significativi inerenti il nostro settore (tra cui la valutazione delle spiagge attualmente disponibili per nuovi insediamenti balneari). Per il momento non è stato programmato il secondo incontro, anche se sono stati impostati gli opportuni contatti tra i tecnici di Comitato Salvataggio Imprese e il capo di Gabinetto del ministro Milanesi.

Questo post è stato modificato il 24 febbraio per precisare che Vasco Errani, considerato presente all’incontro nella versione originaria, in effetti era assente. Torneremo sull’argomento non appena ne conosceremo il motivo.



Commenti

ACCREDITATI!!

Postato il: 22 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Eravamo convinti che tenerci fuori dalla trattativa fosse improponibile e così è stato. Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano e un suo tecnico di riferimento – Di Carlo, Bellandi o entrambi – sono ammessi di diritto al tavolo governo-sindacati. Cliccare sull’immagine per ingrandire.





Commenti

Confermato l’appuntamento Governo balneari

Postato il: 8 gennaio, 2012 | Lascia un commento

La senatrice Granaiola, nel corso dell’assemblea di ieri, 7 gennaio 2012, indetta da Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano, ha ufficializzato l’appuntamento che è riuscita ad ottenere per i rappresentanti dei balneari – comitati spontanei e sindacati – con i ministri Moavero Milanesi e Gnudi. Come aveva anticipato Comitato Salvataggio, l’incontro si terrà a Roma il prossimo 23 febbraio e dovrà essere preceduto dalla consegna di un documento unitario, che dovrà essere consegnato ai ministri entro il 31 gennaio. La senatrice ha parlato anche con i sindacati che, ci ha riferito, si sono dichiarati disponibili a collaborare. Tempi brevi, quindi, per un’occasione irripetibile, che non dobbiamo perdere.
La nostra riconoscenza a Manuela Granaiola, ma anche a Fabrizio Maggiorelli ed Emiliano Favilla, a Laila Di Carlo, Piero Bellandi, Gianluca Tiozzo, Alessandro Del Dotto e a tutti coloro che hanno lavorato per favorire questo risultato.



Commenti

Incontro 28 ottobre a Sestri Levante

Postato il: 29 ottobre, 2011 | 2 Commenti

Ale Riccomini ci invia la documentazione del convegno tenuto a Rapallo il 28 ottobre. Ecco il comunicato stampa:

“Venerdì 28 ottobre, presso i Bagni Liguria di Sestri Levante, i balneari Liguri si sono incontrati per confrontarsi alla luce della gravissima situazione causata al settore dalla cosiddetta direttiva Bolkestein.
Alla riunione, che ha visto la partecipazione di oltre sessanta concessionari del levante ligure, hanno preso parte, oltre ai rappresentanti delle maggiori associazioni balneari (SIB e Assobalneari Italia), anche Piero Bellandi e Fabrizio Maggiorelli rappresentanti il Comitato per il salvataggio delle imprese balneari nato sulla riviera versiliese e che, nonostante le difficoltà di comunicazione causate dal maltempo, hanno voluto comunque essere presenti per appoggiare l’iniziativa del Tigullio.
I rappresentanti toscani hanno confermato che la prima importantissima scadenza per affrontare la crisi è il 28 dicembre di quest’anno. Dopo questa data infatti scade la possibilità, per gli stati membri, di presentare all’Unione Europea osservazioni sulla direttiva che minaccia di distruggere il sistema balneare italiano. Un sistema di cui l’Unione Europea stessa, in una nota del 27 settembre scorso, ribadisce l’importanza strategica e “invita gli Stati membri a valutare, in cooperazione con le autorità competenti, l’introduzione di misure compensative per attenuare i danni causati agli operatori turistici dall’introduzione di una nuova legislazione che comporta la perdita dei diritti acquisiti e causa perdite correlate a investimenti non ammortizzati destinati a rinnovare o adeguare le sue strutture nel rispetto della legislazione precedentemente in vigore; ritiene che tali misure siano necessarie al fine di salvaguardare gli investimenti degli operatori e migliorare la qualità del servizio alla clientela”. Anche sulla base di questa importante apertura dell’U.E. la categoria chiede quindi un deciso intervento del Governo Italiano, contro la direttiva e a favore della deroga per il settore balneare, attraverso il documento comune, sottoscritto e presentato a Rimini da SIB, FIBA, CNA Balneatori e Assobalneari Italia, in occasione del convegno nazionale unitario del 22 ottobre scorso. Nel corso dell’assemblea sestrina si è discusso quindi di iniziative, anche eclatanti, che la categoria potrà organizzare a breve a sostegno dei sindacati balneari quando questi incontreranno i nostri parlamentari: dalla partecipazione a manifestazioni a Roma o a Bruxelles, al sostegno attivo a Marcello di Finizio, balneare di Trieste ormai al 53° giorno di sciopero della fame per protesta contro la Bolkestein.
Infine l’assemblea ha deciso di inviare alle Associazioni di Categoria Liguri copia della “DELIBERA INTERCOMUNALE DEI COMUNI DELLA VERSILIA A DIFESA DEL COMPARTO DELLE IMPRESE BALNEARI CON LA RICHIESTA DI DEROGA” affinchè da queste venga portata, unitariamente, ai Sindaci delle città balneari Liguri assieme alla richiesta per un’identica iniziativa da attuare nei comprensori della nostra regione.”

Ecco gli indirizzi delle tre testate on line che hanno dato rilievo al convegno:

http://www.ivg.it/2011/10/stabilimenti-balneari-operatori-di-liguria-e-versilia-uniti-contro-direttiva-bolkestein/

http://www.genova24.it/2011/10/sestri-levante-balneari-liguri-e-toscani-contro-la-bolkestein-22204

http://www.primocanale.it/news.php?id=97394

Grazie Ale!!



Commenti

San Benedetto del Tronto 5 e 6 ottobre – interventi disponibili

Postato il: 9 ottobre, 2011 | Lascia un commento

Gli interventi che seguono sono stati registrati da Oreste Gianessi di Movimento Balneare il 5 ottobre e sono riportati nell’ordine in cui sono stati effettuati:


Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia:






Piero Bellandi, dottore commercialista, docente universitario e concessionario demaniale marittimo:






Domenico Ricci, avvocato e concessionario demaniale marittimo:






Laila Di Carlo, avvocato e concessionaria demaniale marittima:






Alessandro Del Dotto, avvocato e docente universitario:





Commenti

San Benedetto del Tronto: convegno ITB allargato del 5 e 6 ottobre

Postato il: 7 ottobre, 2011 | Lascia un commento

Rientriamo dal convegno ITB Italia del 5 e 6 ottobre a San Benedetto del Tronto, dove abbiamo incontrato concessionari demaniali di sigle e zone diverse, insieme con i responsabili storici di gruppi e movimenti spontanei. Nessun rappresentante sindacale, se si esclude Giuseppe Ricci, presidente ITB.

Incontro molto interessante, con due interventi di particolare rilievo: quello di Laila Di Carlo e quello di Piero Bellandi. Laila Di Carlo, avvocato e concessionaria balneare, ha sviluppato una inedita analisi dei rapporti tra concessioni e autorizzazioni nel diritto amministrativo italiano, alla luce della possibile liberalizzazione. Piero Bellandi, dottore commercialista e docente universitario, famiglia di concessionari balneari, ha parlato dell’inversione di tendenza che si è evidenziata nei nostri confronti in ambito europeo (si veda il nostro post del 1° ottobre: CONCESSIONI DEMANIALI: APERTURE DELL’EUROPA AL TURISMO BALNEARE!!) e ha sottoposto all’approvazione dell’assemblea dei presenti un emendamento all’articolo 11 della Legge Comunitaria in discussione in Senato. Sia la relazione Di Carlo, sia l’emendamento Bellandi (che sarà inoltrato presso tutti gli organi politici competenti), saranno pubblicati su questo blog non appena disponibili.




 

Commenti

Indicazioni operative IVA ex l. n. 138/2011

Postato il: 17 settembre, 2011 | Lascia un commento

Proponiamo le indicazioni contenute nella nota dell’amico Piero BELLANDI, dottore commercialista e balneare, pubblicata oggi su FB.

Ieri – 16 settembre 2011 – è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la legge n. 148/2011 di conversione del decreto legge n. 138 del 2011, che prevede, tra l’altro, l’aumento dell’aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21% (art.2, comma 2-bis).

Poiché la legge entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta, gli operatori economici dovranno applicare la nuova aliquota fin da oggi, 17 settembre 2011. Qualora, nella prima fase di applicazione, ragioni di ordine tecnico impediscano di adeguare in modo rapido i software per la fatturazione e i misuratori fiscali, gli operatori potranno regolarizzare le fatture eventualmente emesse e i corrispettivi annotati in modo non corretto, effettuando la variazione in aumento ai sensi dell’art. 26, primo comma, del DPR n. 633 del 1972. La regolarizzazione non comporterà sanzioni se la maggiore imposta collegata all’aumento dell’aliquota verrà versata nella liquidazione periodica in cui l’IVA è esigibile. In altre parole è consentito adeguarsi tecnicamente alle nuove disposizioni entro 60 giorni.

Riassumendo: IVA 21% dal 17 settembre 2011. Ricevute fiscali o scontrini – a scelta del contribuente – per servizi erogati a partire dal 16 novembre 2011.




Commenti

Richiesta di chiarimenti a Riccardo Borgo, presidente nazionale SIB

Postato il: 2 luglio, 2011 | Lascia un commento

Presidente Borgo,

nell’incontro del 29 giugno in Varazze ci hai confermato l’impegno assunto da Fitto di portare in Europa le istanze motivate della categoria, precisando che il ministro ha evidenziato gli aspetti critici di questa iniziativa, peraltro giudicata difficile, incerta e non ancora adeguatamente strutturata. Questo abbiamo pubblicato nel comunicato stampa 30 giugno, notizia che non è stata smentita dal SIB, che anzi, sul suo sito ufficiale, aveva in precedenza scritto:

“E’ necessario migliorare i rapporti con l’Unione Europea, chiudendo l’infrazione in materia di concessioni turistico-ricreative attraverso la legge comunitaria 2010, attualmente all’esame della Camera dei Deputati, al fine di favorire un confronto sereno e, ci auguriamo, costruttivo in ordine all’uscita della categoria dalla Direttiva Bolkestein che prevede il rinnovo dei titoli mediante l’evidenza pubblica”.
Questa la richiesta che il SIB Sindacato Italiano Balneari – FIPE/Confcommercio e la FIBA Federazione Imprese Balneari – Confesercenti hanno formulato, oggi, nel corso dell’incontro con il Ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto.
Tale richiesta è stata condivisa dal Ministro, dagli Assessori regionali al Turismo presenti alla riunione e dalle altre Associazioni di categoria, insieme alla opportunità di sfruttare l’incontro tra il Governo italiano e quello comunitario per ottenere anche il riconoscimento nei confronti delle imprese balneari italiane di quelle peculiarità che le rendono uniche in Europa e nel mondo.”

Leggiamo invece, su Movimento Balneare, che Fitto, nell’incontro del 28 giugno con ITB Italia, alla presenza di Laila Di Carlo e di Piero Bellandi ha precisato:

1.- che non tenterà per nulla la strada della deroga, in quanto ritiene possibile unicamente la via delle cosiddette aste con paletti;

2.- che rispetto a questa impostazione (aste con paletti) ha ricevuto l’appoggio degli assessori al turismo delle Regioni Toscana, Abruzzo ed Emilia Romagna, nonché quello di tutti i presidenti dei sindacati di categoria (ITB escluso, perché assente).

Qual è la notizia esatta? Considerando la delicatezza e l’importanza della questione chiediamo un cortese e urgente chiarimento scritto. Grazie.

 

 

Commenti

ITB Italia, Di Carlo e Bellandi da Fitto

Postato il: 1 luglio, 2011 | Lascia un commento

Il 28 giugno, Giuseppe Ricci, ITB Italia, è stato ricevuto dal ministro Fitto insieme con Laila Di Carlo e Piero Bellandi, concessionari e professionisti conosciuti e stimati in ambito nazionale. Incontro interlocutorio, del quale ci relaziona RIVIERA Oggi. Cliccare sull’icona per evidenziare l’articolo.

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 212