EUROPARLAMENTO: SI VALUTI L’IMPATTO BOLKESTEIN

Postato il: 3 luglio, 2013 | Lascia un commento

ANSA_02.07.2013_VALUTAZIONE_IMPATTO_BOLKESTEINsegnalazione di Alessandro Riccomini

Il Parlamento Europeo prende posizione a favore del comparto balneare dopo la risoluzione 27 settembre 2011. Dopo quasi due anni ribadisce la centralità del turismo balneare per la crescita e lo sviluppo delle regioni costiere UE e invita l’Esecutivo europeo – cioè la Commissione – a valutare con urgenza gli effetti negativi della Direttiva servizi. Niente di nuovo, quindi, e maggiori dettagli nell’ANSA che pubblichiamo a lato, in formato interattivo.
Vedremo se, in quale misura e in quali tempi la Commissione recepirà questo rinnovato segnale di pericolo, completamente ignorato nel 2011.
Vedremo anche se il Governo italiano deciderà di cogliere l’opportunità offerta dalla risoluzione del Parlamento UE – come auspica Carlo Fidanza – e interverrà in Europa per risolvere una questione che presenta valenze sociali, economiche, politiche, culturali, ambientali,  che vanno ben oltre l’aspetto settoriale.
Vedremo. Ma è difficile credere che l’Esecutivo Letta assuma, rispetto alla soluzione della questione balneare, un’iniziativa diversa dall’elusione o dal rinvio.



Commenti

GIORGIA MELONI: NOTA AI PRESIDENTI DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

Postato il: 19 febbraio, 2013 | Lascia un commento

Pubblichiamo – su segnalazione dell’europarlamentare Carlo Fidanza, che ringraziamo – la nota 19 febbraio 2013 di Giorgia Meloni – Fratelli d’Italia – indirizzata ai presidenti delle Associazioni di categoria del comparto balneare italiano. Completa e chiarisce i concetti espressi nell’articolo 9 del “Patto per il turismo” FDI, che abbiamo pubblicato su questo blog.
Cliccare sull’icona per completare e ingrandire.







Commenti

LETTERA FIDANZA, ANGELILLI, MAZZONI IN DATA 4 MAGGIO 2012

Postato il: 18 maggio, 2012 | Lascia un commento

Questa è la nota 4 maggio 2012 indirizzata dagli europarlamentari Pdl  Carlo Fidanza, Roberta Angelilli ed Erminia Mazzoni ai ministri Gnudi e Moavero Milanesi. Ipotesi di lavoro interessanti e condivise, che ci fanno capire quali e quanto grandi siano le disponibilità dell’UE nei confronti della questione balneare italiana. Ringraziamo vivamente gli estensori del documento e ci auguriamo che il Governo italiano prenda finalmente posizione.

Come di consueto il documento si evidenzia completamente e si ingrandisce con un click.



Commenti

Lettera di Fidanza e Serracchiani a Moavero Milanesi

Postato il: 26 dicembre, 2011 | 1 commento

Riportiamo in quanto segue il testo della lettera 14 dicembre 2011 indirizzata dai parlamentari europei Debora Serracchiani (PD) e Carlo Fidanza (PDL) a Enzo Moavero Milanesi, ministro per le Politiche europee. Serracchiani, lo ricordiamo, ci ha assistito nel corso della spedizione a Bruxelles, mentre Fidanza ha promosso la risoluzione 27 settembre 2011 del Parlamento europeo in tema di turismo in generale e di turismo balneare in particolare. La nota 14 dicembre, purtroppo, espone solo in parte le motivazioni che sostengono le nostre rivendicazioni di deroga e prospetta come possibile l’ipotesi di rigetto dell’istanza da parte della Commissione, sviluppando un concetto già presente nella risoluzione del Parlamento europeo. Sarà un modo politicamente corretto di affrontare il problema, ma non corrisponde alle attese della nostra categoria, che chiede solo ed esclusivamente la deroga e non si fa illusioni circa la portata di ipotetiche misure compensative parametrate all’entità degli investimenti non ammortizzati. E’ evidente che le decisioni della Commissione rifletteranno la determinazione con la quale la questione sarà presentata in Europa dal Governo italiano, che ci auguriamo inizi con convinzione, dimostri fermezza ed escluda ogni possibile ripiegamento. In ogni caso, entro fine anno, esporremo con una nota scritta il nostro punto di vista al ministro e ai due parlamentari europei. Cliccate sull’immagine per evidenziare ed ingrandire il testo della nota:


Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE