23 febbraio

Postato il: 5 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Bruno Bruzzone

Grande importanza riveste l’incontro fissato per il 23 Febbraio con i rappresentanti del governo. Le proposte unitarie che i sindacati di categoria hanno già fatto pervenire saranno valutate e discusse e dal responso che ne scaturirà potremo avere già un’idea di come si svilupperà il prosieguo della trattativa. Dato per scontato che questa prima riunione non sarà certo risolutiva, è d’obbligo far subito capire ai nostri interlocutori quanto sia determinata e sicura la nostra volontà di pretendere che sia accolta la richiesta della DEROGA. Per questo ritengo che la proposta del Comitato Salvataggio di fare una mobilitazione a sostegno dei nostri rappresentanti sia del tutto giusta e doverosa. Quindi come sempre “zaino in spalla”e pronti a partire, con la speranza che questa iniziativa sia fatta propria dai nostri sindacati, in quanto il loro intervento è indispensabile per una larga partecipazione. In questa occasione dovremmo utilizzare tutte le nostre capacità mediatiche per far sentire una pressione e una presenza tale da indurre i nostri interlocutori ad abbandonare l’idea delle disgraziatissime aste. A questo proposito mi sono sempre chiesto per quale motivo non sono mai comparsi a nostro sostegno in maniera chiara ed univoca le potenti associazioni alle quali aderiscono i sindacati che ci rappresentano direttamente. Mi riferisco, tanto per essere chiari, a Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e C.N.A. che, a parte qualche rara affermazione di solidarietà da parte dei loro presidenti, non mi risulta che abbiano preso ufficialmente posizione a favore delle nostre rivendicazioni. Sarebbe opportuno che almeno in questa occasione anche loro facessero un comunicato congiunto, nel quale si mettesse in rilievo il grave rischio di distruzione per l’intero comparto turistico balneare. E’ facile capire che un loro sostegno avrebbe ben più largo riscontro e attenzione di quanto i nostri sindacati di categoria potrebbero ottenere. A mio parere per intraprendere una tale iniziativa forse il soggetto più indicato è il C.N.A., perchè da sempre attento e sensibile alla sorte della piccola e media impresa. Fiducioso per un’eventuale accoglienza di tale proposta, rivolgo a tutti l’invito a partecipare alla manifestazione del 23 Febbraio.
Un cordiale saluto

Commenti

Spotorno 27 gennaio 2012: significativo intervento di G.B.Nulli (CNA)

Postato il: 28 gennaio, 2012 | Lascia un commento

CNA ha onorato il convegno con Giovanni Battista Nulli, coordinatore per la Liguria. Il suo intervento, centrato sulla piccola e media impresa come plusvalore dell’economia italiana, sugli aspetti istituzionali e politici inerenti, sul rapporto tra turismo balneare e poteri forti che vorrebbero appropriarsene e molto altro ancora, deve essere ascoltato e riascoltato, per avere una compiuta panoramica del settore.

Video disponibile all’interno del nostro post CONVEGNO INTERSINDACALE 27 GENNAIO 2012 – SPOTORNO, nell’intervallo 1:57:20 – 2:07:56.



Commenti

Appello al mondo balneare

Postato il: 11 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Domenica 18 dicembre, alle 18:00, Marcello de “La Voce della Luna”, balneare Friulano che molti di voi già conoscono – concluderà a Roma, in piazza San Pietro, il viaggio in bicicletta iniziato a Trieste il 1° dicembre scorso. Diciotto giorni di fatiche e grandi disagi, per quasi 900 chilometri, percorsi per attirare l’attenzione dei media sulla questione balneare italiana; per chiedere al Santo Padre di intervenire affinché le nostre 30 mila piccole aziende familiari non siano costrette a chiudere; per indurre il Governo italiano a esplicitare e formalizzare finalmente le peculiarità di settore che legittimano il mantenimento delle nostre concessioni. Per questo Marcello ha deciso di portare le sue fatiche a San Pietro, dove inizierà una “assordante fiaccolata silenziosa”, tanto più efficace quanto più sarà partecipata.
Il nostro è anzitutto un invito a partecipare diretto ai vertici dei sindacati di categoria. Per quanti impegni e responsabilità siate chiamati a gestire, amici, è difficile giustificare la vostra ricorrente mancanza di partecipazione alle iniziative spontanee promosse dalla vostra stessa gente. Vorremmo vedervi con noi, presidenti e coordinatori, vorremmo sentire il vostro esplicito appoggio: sono queste le occasioni che smuovono le coscienze e spianano i contrasti. E questa sembra essere l’occasione giusta.
Il nostro è anche e soprattutto l’invito a partecipare rivolto a tutti balneari (o balneatori) d’Italia, perché si stringano intorno a Marcello e, insieme con lui, in piazza San Pietro, con le loro fiaccole accese, esprimano in silenzio il buon diritto a proseguire nella loro attività, la ferma volontà di non mollare, la rispettosa, dignitosa, fiduciosa richiesta di aiuto. Se non sarà il Santo Padre, ne siamo certi, qualcuno ci ascolterà.

Comitato Balneari Liguria

Commenti

Pittella – vicepresidente parlamento europeo – ci dà una mano

Postato il: 7 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Notizie dal CNA di La Spezia, cioè da G.B. Nulli: l’incontro del 5 dicembre a Napoli tra le quattro sigle sindacali e Gianni Pittella, Vicepresidente del Parlamento europeo,  ha avuto esito positivo. Pittella, interessato alla nostra questione e determinato ad aiutarci, ha chiarito che l’articolo 27 del Decreto Salva Italia non riguarda gli stabilimenti balneari, ma altri ambiti demaniali, e ha suggerito un percorso operativo per arrivare alla Deroga. Nessuna notizia da nessuna altro sindacato. Ringraziamo per la cortesia il presidente CNA Tomei  e l’amico Nulli. Nessuna notizia dal SIB e da nessun altro sindacato.




Commenti

Vicepresidente Parlamento europeo incontra sindacati categoria

Postato il: 3 dicembre, 2011 | 2 Commenti

G.B. NULLI, coordinatore regionale CNA Liguria, che ringraziamo vivamente, ci informa che lunedì prossimo, 5 dicembre, è fissato a Napoli, presso l’Hotel Terminus, l’incontro tra il Vice-Presidente del Parlamento Europeo On. Gianni Pittella e le delegazioni dei 4 sindacati nazionali del settore balneare, per affrontare la questione del mancato rinnovo delle concessioni demaniali marittime.



Commenti

Varazze 10 novembre 2011 – convegno intersindacale SIB – FIBA – ASSOBALNEARI – CNA

Postato il: 7 novembre, 2011 | Lascia un commento

Appuntamento a Varazze!! Cliccare sull’immagine per ingrandire il testo.

Commenti

ARRIVA L’ISTANZA INTERSINDACALE DI DEROGA

Postato il: 5 novembre, 2011 | 2 Commenti

Sono stati necessari quasi tre anni dall’apertura della procedura di infrazione europea perché vedesse la luce l’atteso documento intersindacale che regge e motiva la contestuale istanza di deroga dalla Direttiva Bolkestein. SIB, FIBA, ASSOBALNEARI e CNA i firmatari. A breve inizieranno i convegni di celebrazione dell’evento, il primo dei quali, indetto dal SIB, in calendario per giovedì 10 novembre a Varazze.

I contenuti del documento sono condivisibili, anche se lontani dall’essere esaurienti. Nulla è stato obiettato circa i contenuti dell’articolo 11 della bozza di Legge comunitaria 2010 parcheggiata in Senato (abrogazione della durata 6+6 delle concessioni in essere, con rinnovo automatico alla scadenza) e non è stata colta l’occasione proposta dal punto 58 della Risoluzione 27 settembre 2011 del Parlamento europeo (turismo della salute).

Il SIB, nella lettera 3 novembre ai “soci”, che sarebbe più corretto definire associati, chiede di sostenere l’iniziativa. Per quanto ci riguarda osserveremo gli sviluppi e ci asterremo dal contestare il direttivo del sindacato, come abbiamo fatto nell’ultimo periodo. Il momento che stiamo vivendo è troppo delicato per inserire ulteriori variabili, ma non possiamo evitare di sottolineare il grave ritardo con cui si è proceduto finora e la mancanza di una strategia sindacale che ci consenta di sperare nella scadenza 28 dicembre 2011. E’ ormai ovvio che la questione non si risolverà in tempi brevi, anche per motivi congiunturali di peso.  Sarà probabilmente necessario affiancare iniziative spontanee ficcanti ad un’azione sindacale lenta e poco efficace, ma in ogni caso da monitorare con la massima attenzione.

Pubblichiamo integralmente il documento, per chi non lo abbia già visionato all’interno del sito SIB. Cliccate sull’immagine per richiamare il testo:


Commenti

Bolkestein: Tavolo Stato, Regioni, Balneari. La riunione che non c’è.

Postato il: 24 giugno, 2011 | Lascia un commento

Prima riunione informale, anzi segreta, anzi del tutto anomala, del tavolo Fitto bis. Perché il Ministro per i rapporti con le Regioni e per la coesione territoriale ha convocato solo i rappresentanti delle Regioni Abruzzo ed Emilia Romagna, lasciando a casa, tra le altre, Regioni strategiche come Liguria, Toscana, Veneto? Perché SIB, FIBA, Oasi, CNA, Assobalneari e non anche ITB Italia? Poche e imprecise le notizie sull’incontro. In Rete uno strano comunicato, di chiara matrice Assobalneari, parla di: decisioni prese per la prosecuzione dei lavori; chiusura della procedura di infrazione;  confronto con l’Unione europea; riapertura del tavolo di coordinamento ministeriale per l’elaborazione di una legge quadro; riconvocazione del tavolo “probabilmente prima del mese di agosto, per un ulteriore passaggio e maggiori approfondimenti”,  vera è propria chicca; proposta di invitare alla prossima riunione anche “un rappresentante della Commissione europea per approfondire meglio il tema della procedura di uscita dalla Direttiva Bolkenstein, strada decisamente poco percorribile ma ancora oggi chiesta da alcuni partecipanti alla riunione”.  Programma nutrito per una riunione che non c’è. FIBA Confesercenti tace dal 14 giugno; SIB dal 6 giugno in ambito nazionale e dal 21 giugno in Provincia di Savona. Ricominciamo con i soliti sistemi da sottobosco.

Assente ITB Italia, sono rimasti a casa  anche Laila Di Carlo e Piero Bellandi, tecnici di area balneare, che con altri comitati, avremmo voluto presenti.

Non una riga sulla stampa nazionale, pochissimo su quella locale. Trecentomila persone e oltre, che lottano per mantenere il loro lavoro, un ministro distratto e in tutt’altre faccende affaccendato, prassi istituzionale gravemente disattesa non fanno più notizia. Senza contorno di  bunga bunga non interessa a nessuno. Ecco l’articolo di RomagnaOggi.IT. Cliccare sull’immagine per richiamare il pdf.

Commenti

12 aprile 2011 – Tavolo di lavoro Governo, Regioni, Sindacati

Postato il: 13 aprile, 2011 | Lascia un commento

Ieri, 12 aprile, si è tenuto a Roma l’incontro tra Governo (on. le Fitto), Regioni e Associazioni di categoria (SIB, FIBA, Assobalneari, CNA, OASI), incontro atteso e anche  temuto. Invece è andato tutto per il verso giusto. I sindacati, finalmente, hanno chiesto  che il nostro settore sia escluso dall’applicazione della direttiva Bolkestein e il ministro Fitto ha accolto la richiesta e  sospeso i lavori per rimettere la decisione al Governo. La situazione è ancora lontana dall’essere definita, ma deve essere valutata positivamente, perché è stata imboccata  la strada giusta.

Documentiamo queste sintetiche osservazioni con la nota SIB 12 aprile 2011 e con i riferimenti stampa che ci è stato possibile acquisire:

SIB  nota 12.04.2011
it.notizie.yahoo.com
www.libero-news.it (1)
www.libero-news.it (2)
www.cityrumors.it
www.iltempo.it
www.quotidianodabruzzo.it
www.regione.vda.it

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 3 di 3123