ANNO CHE FINISCE, ANNO CHE VERRA’

Postato il: 23 dicembre, 2012 | Lascia un commento

Le dimissioni del presidente del Consiglio e lo scioglimento delle Camere segnano, con qualche anticipo, la fine naturale del Governo tecnico e della XVI Legislatura. Negli ultimi dodici mesi abbiamo capito che non c’è davvero limite al peggio, anche se è apparentemente cambiato lo stile. Incrociamo le dita, perché il quadro politico che abbiamo davanti non lascia presagire nulla di buono.
Per contro, nell’anno difficile che sta per finire, la minoranza dei balneari fortemente impegnata sul fronte delle concessioni, esigua ma tendenzialmente in crescita, non ha mai mollato, ottenendo alcuni risultati significativi. In ambito sindacale, dove qualcuno ha dato prova evidente di lavorare bene e con impegno, condizionando il gruppo più significativo. Tra le istituzioni, dove altri – pochi ma buoni – hanno deciso di schierarsi. Insieme a loro abbiamo ottenuto la breve proroga che – se ci impegneremo seriamente – potrebbe darci il tempo necessario per chiudere in modo soddisfacente la questione balneare italiana. Invece non siamo stati capaci di ridare una prospettiva a Marcello, unico nome che citiamo – con affetto e preoccupazione – in questa nota di fine anno. Unico obiettivo che sarebbe stato realmente e immediatamente alla nostra portata. L’insieme degli attributi con i quali la prevalente opinione pubblica ci qualifica si è arricchito in relazione. Ora siamo anche “incapaci di solidarietà reale”. Ma questa è un’altra storia, anche se non è certo da sottovalutare.
La brusca caduta di tensione che ha seguito l’approvazione della proroga non deve preoccupare. E’ fisiologica, dopo settimane di tensione spasmodica, ma deve finire rapidamente. Gli otto anni che ci separano dal 2020 passeranno in un lampo ed è opportuno che la questione balneare sia risolta realmente prima di allora, perché difficilmente sarà concesso un altro rinvio che, se anche fosse, segnerebbe la fine del turismo balneare che conosciamo. Limitarsi a seguire l’ informazione in rete nei momenti cruciali – come è accaduto recentemente – non porta a nulla. La criticabile immagine di categoria che, per alcuni aspetti, abbiamo saputo dare nel tempo non si cambia attraverso improbabili campagne di informazione, che costituirebbero un’operazione di facciata e un’ulteriore delega a terzi. Si cambia operando sul campo. E’ sacrosanto porre attenzione alla gestione dell’impresa, ma è insostenibile arroccarsi su esclusivi interessi di bottega. Siamo e dobbiamo sentirci parte di una comunità civile. Serve un’informazione costante. Serve motivare il proprio sindacato di riferimento, ricordando a chi lo dirige che un’associazione di categoria ha essenzialmente funzioni di rappresentanza. Serve pretendere lealtà, trasparenza, coerenza, informazione onesta e continua, decisioni condivisibili e condivise. Sindacato non è sinonimo di principato, ma di democrazia. Se l’autonomia dei comitati e dei movimenti rimane essenziale, i sindacati sono determinanti per trattare con le istituzioni. Collaborare con loro, talora turandosi il naso, è quello che dovremo fare per ottenere i risultati importanti che ci proponiamo. Se le cose in passato sono andate come tutti sappiamo è soprattutto per colpa nostra: ci siamo disinteressati di tutto e abbiamo lasciato fare per troppo tempo. Aggiustiamo il tiro. Questi sono i nostri auguri per tutti voi. Un abbraccio.



Commenti

COMITATO SALVATAGGIO CHIAMA

Postato il: 11 dicembre, 2012 | 1 commento

La convocazione di Comitato Salvataggio Imprese arriva nel giorno in cui il calendario della Camera prevede che si inizi a discutere il Decreto sviluppo bis, cioè prosegua l’iter parlamentare che deciderà le sorti della proposta di proroga al 2020. Favilla e Maggiorelli sono moderatamente ottimisti, posizione che noi di Comitato Balneari Liguria abbiamo condiviso e che ora, dopo una giornata di feroce campagna elettorale, consideriamo di buon auspicio. Incrociamo le dita, ma venerdì 14 dicembre, a Viareggio, saremo presenti in ogni caso.



Commenti

RAI-RADIO2: BARBARA PALOMBELLI DEDICA 28 MINUTI ALLA QUESTIONE BALNEARE ITALIANA

Postato il: 4 dicembre, 2012 | 2 Commenti

Pubblichiamo il file audio della puntata 4 dicembre 2012 di Rai-radio2,  nel corso della quale  Barbara Palombelli ha parlato della questione balneare italiana, solidarizzando con i balneari. Testimonianze di Bettina Bolla – Comitato Balneari Liguria, Sandro Assenti – Presidente Confesercenti Turismo di Ascoli e Fermo e Fabrizio Maggiorelli – Vicepresidente Comitato salvataggio imprese e turismo italiano.

Grazie Barbara, a nome di tutti i balneari italiani.

Cliccare sul link sotto per ascoltare la trasmissione:

28 minuti: 04/12/2012 Bettina Bolla, Sandro Assenti,Fabrizio Maggiorelli



Commenti

COMITATO BALNEARI LAZIO LANCIA UN APPELLO A TUTTI I BALNEARI ITALIANI

Postato il: 26 novembre, 2012 | 2 Commenti

Pubblichiamo una nota degli amici di Comitato Balneari Lazio:

Comitato Balneari Lazio e ITB Lazio, a partire dalle ore 9:00, saranno presenti con una delegazione di balneari nei pressi del Senato per seguire i lavori della V Commissione. Chiederemo alla segreteria della V Commissione di essere ricevuti, con l’intento non tanto di essere ricevuti, quanto di far sapere ai senatori della Commissione che siamo presenti e che seguiamo attentamente i loro lavori. La giornata sarà lunga, essendo tre gli orari in cui si riunirà la commissione: alle 9:30, alle 16:00 e l’ultima alle 20:00 in seduta notturna. Non serviranno fischietti, volantini, striscioni, ma la presenza effettiva di delegazioni di balneari di tutte le regioni. Non essendo una manifestazione autorizzata, cercheremo di parlare con i responsabili della sicurezza, facendogli capire che siamo lì solo per osservare lavori che interessano enormemente la categoria.
Quindi, come Comitato Balneari Lazio chiediamo a tutte le associazioni, comitati e i sindacati di categoria di mandare una delegazione a Roma. Qualora qualcuno abbia intenzione di fermarsi a Roma la notte di martedì, per essere presente anche il mercoledì, fatecelo sapere, per provvedere a una sistemazione presso di noi (ovviamente gratuita).
Una sollecitazione forte la vorremmo fare ai vertici dei sindacati del Lazio e in particolar modo al Presidente SIB Lazio Fabrizio Fumagalli ai Presidenti SIB Lazio provinciali Angelo Cavola, Marzia Marzioli e Massimo Ganci. Fate in modo di partecipare e far partecipare attivamente anche voi a queste giornate frementi.
Vi aspettiamo!!!!

Comitato Balneari Lazio”



Commenti

MONTICELLI PARTECIPA AL CONVEGNO ITB ITALIA DEL 27 OTTOBRE 2012

Postato il: 28 ottobre, 2012 | 2 Commenti

da Antonio Smeragliuolo

Ospite d’onore del convegno 27 ottobre 2012 di ITB Italia, Luciano Monticelli – sindaco di Pineto e delegato ANCI al Demanio marittimo – ha approfondito i principali aspetti della questione balneare italiana, nell’ottica delle amministrazioni comunali delle città di mare. Straordinariamente vicini ai concessionari balneari, uomini e donne della loro terra, i sindaci dei comuni costieri, consapevoli dell’importanza economica locale delle nostre piccole e micro imprese, preoccupati per la loro sopravvivenza, sono pronti a sostenerci anche in ambito istituzionale. Critico rispetto alle posizioni UE che, ignorando la realtà e le potenzialità della costa italiana, pretende di decidere sul destino di imprese e famiglie, Monticelli ha espresso rilievi circa l’azione del Governo, latitante nei confronti dell’Europa e incapace di dare una favorevole soluzione al problema balneare, e nei confronti della incomprensibile posizione del PD e del suo responsabile al Turismo, Armando Cirillo.
Grande sintonia da sempre tra Monticelli e Comitato Balneari Liguria. Bravo Luciano!! Bravo anche all’amico Ricci, dispiaciuti di non essere stati presenti al suo interessante convegno.

Cliccare sul pulsante interno all’immagine per attivare il filmato.



Commenti

VIAREGGIO – REPORTAGE 25 OTTOBRE 2012

Postato il: 25 ottobre, 2012 | Lascia un commento

Pubblichiamo le foto dell’incontro di Viareggio, ringranziando Alessia Cepollina per avercele inviate e per la sua collaborazione:

Commenti

VACCAREZZA: APPELLO FB E SEGNALAZIONE STAMPA 25 OTTOBRE 2012

Postato il: 25 ottobre, 2012 | Lascia un commento

ARTCOLO SECOLO XIX 25 OTTOBRE Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona e Delegato Nazionale UPI per il demanio, ci segnala l’articolo de IL SECOLO XIX che pubblichiamo e lancia questo appello sul nostro profilo facebook:
“Si cominciano a vedere i risultati del lavoro che stiamo facendo, ma adesso più che mai, non bisogna abbassare la guardia, anzi, bisogna alzare la voce, cominciando da oggi a Viareggio… Forza Ragazzi che stiamo riuscendo a farci ascoltare e noi lo sappiamo bene che se ci ascolti, e sei in buona fede, non puoi che darci ragione.”

Ringraziamo il Presidente Vaccarezza per la segnalazione e per l’importantissimo aiuto che dà alla nostra causa.

Quanto all’articolo, dobbiamo precisare che le conclusioni alle quali perviene IL SECOLO XIX sono inesatte. Il decreto in questione è un decreto delegato, il cui iter autorizzativo non prevede la conversione in legge. Il decreto è perfetto fin dal momento dell’adozione. Sono richiesti unicamente pareri consultivi, obbligatori, ma non vincolanti: quello della Conferenza unificata, quello di alcuni ministeri e quello del Parlamento. Ma il Governo, teoricamente, potrebbe procedere all’adozione anche in presenza di valutazioni negative. Non ci risulta che questo sia mai avvenuto e ci auguriamo che non accada neppure ora, ma questi sono i termini esatti della questione.

Cliccare sull’immagine per leggere l’articolo.



Commenti

COSA PENSA MATTEO RENZI DELLA QUESTIONE BALNEARE ITALIANA?

Postato il: 7 ottobre, 2012 | 1 commento

Comitato Balneari Puglia scrive su fb:

“Siamo tornati da Brindisi, ove abbiamo incontrato Matteo RENZI, al quale abbiamo chiesto di esprimersi sulle concessioni demaniali. La risposta è stata: “Di questo argomento ho parlato già con i vostri colleghi della Toscana e della Romagna”. Inoltre per sapere nel dettaglio il suo pensiero ci invitava a scrivergli a: pablo@matteorenzi.it. Alla fine dell’incontro, che ha toccato tanti temi di “comodo”, incalzando, gli abbiamo chiesto il perché non avesse toccato quello delle concessioni demaniali. Ha detto, molto infastidito ed imbarazzato: “NON TI RISPONDO”, suscitando a quel punto anche la curiosità dei tanti giornalisti presenti, i quali gli hanno chiesto il perché di tanto nervosismo, ma Lui ha driblato. ….E questo sarebbe il nuovo?”

Ringraziamo Comitato Balneari Puglia.  A Matteo Renzi abbiamo inviato una mail, chiedendo:

Se lei guiderà il più importante partito italianocome pensa di risolvere la questione balneare italiana, posto che, sulla base della normativa in vigore, il rinnovo delle concessioni demaniali marittime dovrà avvenire mediante gare ad evidenza pubblica?

Attendiamo risposta.



Commenti

2 – 3 OTTOBRE: MARCELLO DI FINIZIO RITORNA SULLA CUPOLA DI SAN PIETRO

Postato il: 3 ottobre, 2012 | Lascia un commento

Bettina Bolla, con intervento successivo di Giovanni Botta

Marcello di Finizio è tornato sulla cupola di San Pietro, senza protezioni e rischiando la vita, per chiedere ancora al Governo di intervenire per risolvere positivamente la questione dei balneari.
Comitato Balneari Liguria non condivide l’iniziativa di Marcello, come non ha condiviso in passato le sue scelte quando lo hanno portato a rischiare la vita. Per questo Comitato ha evitato di prendere posizione sul blog in questa giornata difficile e drammatica, che proseguirà, è ormai certo. Ma, per chiarezza e per rispetto nei confronti di Marcello, non possiamo accettare in silenzio che i media continuino a stravolgere la ragione della sua protesta disperata, che non è una “messa in scena” e non ha una matrice fiscale. Marcello Di Finizio non è un “disoccupato”, con tutto rispetto per chi ha perso il proprio posto di lavoro. E’ un piccolo imprenditore, capace ma sfortunato, concessionario demaniale marittimo del famoso ristorante-bar-stabilimento balneare triestino “La Voce della Luna”, distrutto circa due anni fa da un incendio e da due successive mareggiate. Marcello non è più in grado di  ricostruire il suo locale perché, ormai privo di mezzi e con le concessioni in scadenza al 31/12/2015, non gli è possibile finanziare l’operazione ricorrendo al credito bancario. Oggi, mercoledì 3 ottobre 2012, Marcello si trova da ore sul tetto della cupola di San Pietro, rischiando di cadere nel vuoto, per protestare contro il sistema delle evidenze pubbliche, attraverso le quali si teme che siano assegnate le concessioni demaniali su cui operano le imprese balneari in attività. Questa procedura spietata, frutto di una errata quanto strumentale applicazione della Direttiva servizi, la “Bolkestein”, rischia di distruggere 30 mila imprese e di penalizzare gravemente lo stesso turismo balneare italiano. 
Ma mettere a repentaglio la propria vita non può diventare una modalità normale e condivisibile di lotta, per quanto miopi, ottuse e addirittura sospette possano essere le scelte di chi ci governa. Questo non significa rinnegare l’amico, al quale siamo vicini con affetto e apprensione, ma dissociarsi dal metodo.



Commenti

COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

Postato il: 25 luglio, 2012 | Lascia un commento

In un’estate come questa le incombenze sono molte, troppe. Per non abbandonare il blog ci limiteremo a una comunicazione essenziale – che esclude la pubblicazione su Facebook – salvo vere e proprie emergenze o urgenze, fino a nuovo avviso. Cordialità e buon lavoro a tutti.

Comitato Balneari Liguria







Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 2 di 912345...Ultima »