Marcello: il nostro comunicato stampa

Postato il: 28 marzo, 2012 | Lascia un commento

TRIESTE: ESPLODE LA QUESTIONE BALNEARE ITALIANA

Marcello Di Finizio, concessionario demaniale marittimo del prestigioso ristorante triestino La voce della luna – distrutto da un incendio e da due successive mareggiate – dal 26 marzo staziona a oltre 70 metri d’altezza, sullo storico pontone galleggiante ormeggiato all’interno del porto di Trieste. Il gesto esprime la disperata protesta di quello che fino al 2009 è stato un imprenditore di successo e che ora, provato dalla sorte, è ridotto in miseria ed è nella assoluta impossibilità di riprendersi, perché indebitamente espropriato dai propri diritti, sanciti da leggi dello Stato e da un contratto stipulato con lo Stato, atti che sono stati cancellati dal Decreto Milleproroghe 2009 e dalla Legge Comunitaria 2010.
“Abbiamo accolto con grandi attese il nuovo governo” dichiara Giovanni Botta, amico del Di Finizio e coordinatore di Comitato Balneari Liguria, “ma ci accorgiamo che Monti, come già Berlusconi, non sembra intenzionato a chiarire il malinteso che ha portato alla procedura d’infrazione europea e alla conseguente risoluzione unilaterale dei contratti demaniali marittimi in essere. La direttiva Bolkestein regola servizi e non beni, quindi non riguarda le concessioni demaniali. Oltre a ciò la direttiva, articolo 12, esclude il rinnovo automatico dei contratti solo in presenza di risorse naturali limitate – ipotesi che non corrisponde alla realtà delle coste italiane, libere e disponibili per oltre 5 mila chilometri – mentre prevede come normale la durata illimitata delle autorizzazioni, articolo 11. Questo principio è riaffermato nel Manuale per l’attuazione della direttiva, documento della DG Mercato interno e servizi, paragrafo 6.1.4. Ci auguriamo che il Governo, se davvero intende stimolare la crescita, apra il mercato a nuove aziende balneari, dopo aver accertato la reale disponibilità di coste libere, ai sensi del Protocollo di Madrid, e non costringa a chiudere gli stabilimenti in attività. Il settore attualmente sta languendo, mentre l’indotto è già in crisi conclamata. La vicenda Di Finizio anticipa quanto potrebbe succedere dal 31 dicembre 2015 o ancora prima, se l’attuale linea di condotta governativa non sarà cambiata.”

Comitato Balneari Liguria

Commenti

COMITATO SALVATAGGIO A BALNEARIA

Postato il: 4 marzo, 2012 | Lascia un commento

Allo stand di Comitato Salvataggio ci saremo anche noi di COMITATO BALNEARI LIGURIA. Vi aspettiamo!! Cliccate sul riquadro per ingrandire.









Commenti

Contributi alla manifestazione di Roma 23 febbraio 2012

Postato il: 25 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Comitato Balneari Liguria ha raccolto, tra i concessionari di Celle e Varazze, la somma di 1.120,00 euro, contributo ai costi sostenuti per l’inserzione del 22 febbraio su La Repubblica e per l’affitto del teatro Santa Chiara in Roma. Ha partecipato anche un concessionario di Ardea (Roma), che ci ha consegnato la sua quota all’interno del teatro. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito. La somma è stata consegnata a Comitato Salvataggio Imprese e Turismo, capofila delle libere associazioni dei concessionari balneari, al quale dobbiamo il successo della manifestazione. Questa è la ricevuta che Comitato Salvataggio ci ha rilasciato:





















Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIMI ESITI

Postato il: 23 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Il primo attesissimo incontro tra i rappresentati dei balneari e i ministri Milanesi e Gnudi è stato positivo. SIB, FIBA, CNA e Assobalneari hanno confermato la proposta unitaria che già si conosceva e che è qualificata dalla richiesta di deroga. ITB Italia e Comitato Salvataggio Imprese e Turismo hanno invece presentato una proposta più articolata, che era conosciuta solo nelle grandi linee e che sarà resa pubblica nei prossimi giorni. Inspiegabilmente assente Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, Angelo Berlangieri e Marylin Fusco, in rappresentanza della Regione Liguria, si sono espressi a favore degli stabilimenti balneari che – hanno sottolineato – costituiscono gli elementi trainanti dell’economia turistica italiana.
Enzo Milanesi – questo è il suo vero nome, così ha precisato nel corso dell’incontro – sembra essere  il nostro principale interlocutore. Il ministro si è dimostrato disponibile e interessato ad esaminare le proposte del Comitato e ha chiesto che siano portati sul tavolo delle trattative i dati significativi inerenti il nostro settore (tra cui la valutazione delle spiagge attualmente disponibili per nuovi insediamenti balneari). Per il momento non è stato programmato il secondo incontro, anche se sono stati impostati gli opportuni contatti tra i tecnici di Comitato Salvataggio Imprese e il capo di Gabinetto del ministro Milanesi.

Questo post è stato modificato il 24 febbraio per precisare che Vasco Errani, considerato presente all’incontro nella versione originaria, in effetti era assente. Torneremo sull’argomento non appena ne conosceremo il motivo.



Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIME NOTIZIE

Postato il: 23 febbraio, 2012 | 1 commento

La questione balneare mette d’accordo tutti. Sull’aereo Genova-Roma, oltre a una folta delegazione di balneari liguri, erano presenti: Angelo Berlangieri, Assessore al Turismo della Regione Liguria; Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona; Riccardo Borgo, presidente nazionale SIB; Enrico Schiappapietra, Presidente regionale SIB; Giovanni Botta, Michela Tarigo e Bruno Bruzzone, fondatori di www.comitatobalneariliguria.it. Tutti uniti per difendere il lavoro dei balneari italiani, che oggi si ritroveranno a migliaia nella capitale, per manifestare il loro profondo disagio e rivendicare i loro diritti. Marylin Fusco, vicepresidente della Regione Liguria, è già a Roma ad attenderli.

Il programma dei balneari per la giornata del 23 febbraio si preannuncia intenso:

ore 9,30 inizio Presidio Via della Stamperia, 8
ore 10,00 Presidio
ore 11.00 inizio Assemblea Teatro Palazzo Santa Chiara,14 Roma
ore 11,15 proiezioni video e foto Comitato Salvataggio Imprese e Turismo
ore 11,30 interventi delle autorità e dei politici presenti.

La polizia ha atteso i manifestanti alla stazione Termini, con l’intenzione di scortarli in luogo diverso da via della Stamperia, dove ha sede l’ufficio del ministro Gnudi, che ospiterà l’incontro. Considerata la ferma determinazione dei balneari, è stato autorizzato un piccolo presidio di fronte al numero civico 8 di via della Stamperia – una quarantina di persone in tutto. Il resto dei manifestanti, invece, è stato bloccato all’imboccatura della via da un pullman della polizia messo di traverso e da una doppia fila di poliziotti, che in alcuni momenti hanno fronteggiato i manifestanti in assetto anti sommossa, nonostante l’attitudine assolutamente pacifica dimostrata dai convenuti. Analogamente sono stati bloccati e presidiati gli altri possibili accessi alla via. Documenteremo questi fatti su questo blog.

 

 

Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIME FOTO

Postato il: 23 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Pubblichiamo le prime foto della manifestazione a Roma, alcune cortesemente inviateci dal nostro collega dei Bagni Saint Tropez di Laigueglia. Lo ringraziamo di cuore.

Commenti

ROMA 23 FEBBRAIO: PRESIDIO IN VIA DELLA STAMPERIA

Postato il: 21 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Giovedì 23 febbraio primo atteso incontro fra i rappresentanti dei balneari e i ministri Gnudi e Moavero Milanesi, in via della Stamperia 8. Presidio a partire dalle 9:30. Per chi arriva in treno, ecco il percorso dalla stazione Termini al luogo dell’incontro:















Commenti

18 febbraio 2012 -ITB Italia richiama a San Benedetto del Tronto balneari da tutta Italia

Postato il: 20 febbraio, 2012 | Lascia un commento








Immagini dal convegno ITB, ripreso e ritrasmesso in diretta on line. Tutto interessante: relazioni, interventi, dibattito, informazioni. Hanno partecipato, tra gli altri, gli on.li Ignazio Abrignani e Amedeo Ciccanti, gli avvocati Laila Di Carlo e Domenico Ricci, personalità locali e numerosi operatori balneari, informati e determinati. Molti di loro saranno responsabilmente presenti a Roma il 23 febbraio.
Comitato Balneari Liguria, che ha partecipato con una propria delegazione, attende, per pubblicarli, i testi degli interventi di Giuseppe Ricci e di Domenico Ricci. Il primo di questi non è stato svolto nel corso del convegno, per lasciare spazio agli altri intervenuti. Il secondo è risultato particolarmente interessante, perché ha enumerato gli argomenti che, pur in presenza della direttiva Bolkestein, sorreggono con successo le ragioni della categoria.



Commenti

Morganti, Salvini e Rixi a fianco dei balneari

Postato il: 19 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Venerdì 17, presso Ascom Genova, Claudio Morganti e Matteo Salvini, che abbiamo presentato in un recente post, hanno incontrato una delegazione di balneari genovesi alla presenza di Edoardo Rixi, capogruppo regionale LN. Il messaggio degli europarlamentari, che si occupano a tutto campo del problema balneare, può essere sintetizzato nel concetto: manifestate pubblicamente il disagio della vostra categoria, determinati e compatti. Presenti all’incontro qualificate delegazioni di Comitato  Salvataggio Imprese e Turismo Italiano e di Comitato Balneari Liguria. Nell’articolo IVG primo piano di Gianni Bazzurro.



Commenti

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI SAVONA, ANGELO VACCAREZZA, A ROMA A FIANCO DEI BALNEARI IL 23 FEBBRAIO

Postato il: 18 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Se fosse una fabbrica avremmo già bloccato la via Aurelia, avremmo già bloccato l’autostrada, avremmo chiesto l’attivazione degli ammortizzatori sociali, parleremmo di cassa d’integrazione. Però, essendo un’azienda diffusa, con tanti che rischiano, non abbiamo fatto niente…” queste le parole di Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona, il 10 novembre 2011, quando ci prometteva di essere dalla nostra parte. Ieri in tarda serata ci ha dato conferma tangibile del suo impegno: un messaggio sulla bacheca di Comitato Balneari Liguria dove ci informava che sarà con noi il 23 Febbraio a manifestare a Roma. I balneari liguri e italiani si ricorderanno del tuo aiuto, grazie Angelo.

 

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 5 di 9« Prima...34567...Ultima »