WWF: LETTERA DI COMITATO SALVATAGGIO IMPRESE E TURISMO ITALIANO

Postato il: 1 dicembre, 2012 | 2 Commenti

E’ bastato che l’ANSA parlasse di prolungamento delle concessioni dal 2015 al 2045 (notizia, sottolineiamo, tutt’altro che certa) per far insorgere gli ambientalisti, WWF in testa. Secondo loro, lo slittamento al 2045 costituirebbe “un inciucio bipartisan” adottato “in piena violazione degli obblighi comunitari fissati dalla cosiddetta Direttiva Bolkestein sulla concorrenza”.
Anche noi siamo ambientalisti, amici del WWF, ma riteniamo che l’uomo debba poter vivere nell’ambiente. In modo compatibile, certo, ed è quello che quasi tutti i balneari fanno. Non avete capito, che i balneari sono e possono continuare ad essere un vero presidio per l’ambiente? Sperate forse che al loro posto arrivino multinazionali e mafie? Quelle sì che vi giustificherebbero di fronte al mondo. L’ambiente va interpretato e difeso con un forte e leale movimento di opinione, evitando di utilizzare strumentalmente normative che in sé non sarebbero neppure malvagie, ma che in mani sbagliate fanno disastri. Sappiamo tutti quali e quanti scempi abbia consentito e giustificato la valutazione di impatto ambientale (VIA). Non rendetevi complici di un utilizzo strumentale della Bolkestein. Anche i balneari e le loro famiglie sono ambiente.
Con noi anche Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano vi risponde, indirizzando a Stefano Leoni, Presidente WWF, questa lettera:

“Egregio Presidente del WWF Stefano Leoni,
in merito alle questioni che riguardano le concessioni demaniali marittime e quindi le piccole imprese balneari familiari siamo a richiederle un incontro urgente (così come intendiamo richiedere a tutte le altre associazioni ambientaliste) per dare una corretta informazione sull’evoluzione dell’eventuali soluzioni normative nell’interesse del paese e della salvaguardia dell’ambiente costiero.
 Ricordiamo che il nostro comitato sta portando avanti una battaglia per salvaguardare le piccole imprese familiari balneari e contemporaneamente tutelare l’ambiente costiero contro gli investimenti invasivi e speculazioni edilizie che potrebbero essere favoriti dalla attuazione della direttiva europea CE 123/2006 che commisura e condiziona la durata delle concessioni in base agli investimenti. 
La nostra battaglia non è limitata ad un prolungamento della concessione tout court, ma le nostre finalità vertono in particolare su una precisa proposta di tutela ambientale meglio descritta nell’allegata bozza di testo unico del Prof. Del Dotto sindaco di Camaiore, in cui potrà rilevare che il nostro progetto si pone l’obiettivo di opporsi al degrado e proteggere la biodiversità grazie ad una gestione sostenibile delle risorse e dell’ambiente costiero.



Per Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano
Emiliano Favilla. 3483187639
Fabrizio Maggiorelli 3288604092″




Commenti

VIAREGGIO – REPORTAGE 25 OTTOBRE 2012

Postato il: 25 ottobre, 2012 | Lascia un commento

Pubblichiamo le foto dell’incontro di Viareggio, ringranziando Alessia Cepollina per avercele inviate e per la sua collaborazione:

Commenti

VACCAREZZA: APPELLO FB E SEGNALAZIONE STAMPA 25 OTTOBRE 2012

Postato il: 25 ottobre, 2012 | Lascia un commento

ARTCOLO SECOLO XIX 25 OTTOBRE Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona e Delegato Nazionale UPI per il demanio, ci segnala l’articolo de IL SECOLO XIX che pubblichiamo e lancia questo appello sul nostro profilo facebook:
“Si cominciano a vedere i risultati del lavoro che stiamo facendo, ma adesso più che mai, non bisogna abbassare la guardia, anzi, bisogna alzare la voce, cominciando da oggi a Viareggio… Forza Ragazzi che stiamo riuscendo a farci ascoltare e noi lo sappiamo bene che se ci ascolti, e sei in buona fede, non puoi che darci ragione.”

Ringraziamo il Presidente Vaccarezza per la segnalazione e per l’importantissimo aiuto che dà alla nostra causa.

Quanto all’articolo, dobbiamo precisare che le conclusioni alle quali perviene IL SECOLO XIX sono inesatte. Il decreto in questione è un decreto delegato, il cui iter autorizzativo non prevede la conversione in legge. Il decreto è perfetto fin dal momento dell’adozione. Sono richiesti unicamente pareri consultivi, obbligatori, ma non vincolanti: quello della Conferenza unificata, quello di alcuni ministeri e quello del Parlamento. Ma il Governo, teoricamente, potrebbe procedere all’adozione anche in presenza di valutazioni negative. Non ci risulta che questo sia mai avvenuto e ci auguriamo che non accada neppure ora, ma questi sono i termini esatti della questione.

Cliccare sull’immagine per leggere l’articolo.



Commenti

Comitato Salvataggio Imprese: Assemblea 4 aprile 2012

Postato il: 5 aprile, 2012 | Lascia un commento

L’assemblea 4 aprile 2012 di Comitato Salvataggio Imprese – onorata dalla presenza di Marcello Di Finizio e imperniata sulla relazione dalla senatrice Granaiola all’incontro parlamentari – ministri, tenuto nella mattinata stessa a Roma, documento pubblicato a parte – ha deliberato a maggioranza: 1.- di essere presente a Roma il prossimo 18 aprile, data indicata dai quattro sindacati; 2.- di impegnarsi a presidiare l’incontro tra il ministro Milanesi e Marcello Di Finizio, quando questo appuntamento annunciato si terrà.

Comitato Balneari Liguria, preso atto delle prime risposte del Governo, ha precisato che ritiene indispensabile manifestare senza ritardi il malessere e le legittime rivendicazioni della categoria e ha indicato per questo la data dell’incontro tra Milanesi e Marcello Di Finizio, incontro che, con ogni probabilità, si terrà dopo Pasqua. Anche noi saremo a Roma il 18 aprile, ma riteniamo tardivo e inutile chiuderci all’interno di un palazzo congressi di periferia. Pensiamo invece che, non diversamente da qualsiasi altro lavoratore o piccolo imprenditore che difenda i propri diritti, il proprio posto di lavoro, la propria impresa, anche i balneari debbano manifestare pubblicamente, nelle strade e nelle piazze di Roma. E se, come ci auguriamo, ci saranno personalità della politica e delle istituzioni per sostenerci, sfilino con noi. E’ ora di farlo.



Commenti

A Viareggio facciamo il punto della situazione

Postato il: 3 aprile, 2012 | Lascia un commento

Argomenti essenziali quelli che tratteremo a Viareggio, nell’assemblea di Salvatagio Imprese e Turismo Italiano, il 4 aprile. Chi desideri fare il punto della situazione dovrà necessariamente esserci.











Commenti

La Nazione: COMITATI IN PIAZZA CRESCE LA PROTESTA

Postato il: 26 febbraio, 2012 | Lascia un commento

da Cristina Baudoino

Lo spigliato articolo di Matteo Alfieri fotografa con esattezza la situazione del nostro settore. Da leggere, dopo averci cliccato su.











Commenti

Contributi alla manifestazione di Roma 23 febbraio 2012

Postato il: 25 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Comitato Balneari Liguria ha raccolto, tra i concessionari di Celle e Varazze, la somma di 1.120,00 euro, contributo ai costi sostenuti per l’inserzione del 22 febbraio su La Repubblica e per l’affitto del teatro Santa Chiara in Roma. Ha partecipato anche un concessionario di Ardea (Roma), che ci ha consegnato la sua quota all’interno del teatro. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito. La somma è stata consegnata a Comitato Salvataggio Imprese e Turismo, capofila delle libere associazioni dei concessionari balneari, al quale dobbiamo il successo della manifestazione. Questa è la ricevuta che Comitato Salvataggio ci ha rilasciato:





















Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIMI ESITI

Postato il: 23 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Il primo attesissimo incontro tra i rappresentati dei balneari e i ministri Milanesi e Gnudi è stato positivo. SIB, FIBA, CNA e Assobalneari hanno confermato la proposta unitaria che già si conosceva e che è qualificata dalla richiesta di deroga. ITB Italia e Comitato Salvataggio Imprese e Turismo hanno invece presentato una proposta più articolata, che era conosciuta solo nelle grandi linee e che sarà resa pubblica nei prossimi giorni. Inspiegabilmente assente Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni, Angelo Berlangieri e Marylin Fusco, in rappresentanza della Regione Liguria, si sono espressi a favore degli stabilimenti balneari che – hanno sottolineato – costituiscono gli elementi trainanti dell’economia turistica italiana.
Enzo Milanesi – questo è il suo vero nome, così ha precisato nel corso dell’incontro – sembra essere  il nostro principale interlocutore. Il ministro si è dimostrato disponibile e interessato ad esaminare le proposte del Comitato e ha chiesto che siano portati sul tavolo delle trattative i dati significativi inerenti il nostro settore (tra cui la valutazione delle spiagge attualmente disponibili per nuovi insediamenti balneari). Per il momento non è stato programmato il secondo incontro, anche se sono stati impostati gli opportuni contatti tra i tecnici di Comitato Salvataggio Imprese e il capo di Gabinetto del ministro Milanesi.

Questo post è stato modificato il 24 febbraio per precisare che Vasco Errani, considerato presente all’incontro nella versione originaria, in effetti era assente. Torneremo sull’argomento non appena ne conosceremo il motivo.



Commenti

MANIFESTAZIONE A ROMA: PRIME FOTO

Postato il: 23 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Pubblichiamo le prime foto della manifestazione a Roma, alcune cortesemente inviateci dal nostro collega dei Bagni Saint Tropez di Laigueglia. Lo ringraziamo di cuore.

Commenti

Ecco cosa ha convinto il governo ad accreditare Comitato Salvataggio

Postato il: 22 febbraio, 2012 | Lascia un commento

Questo è il documento che ha sbloccato la situazione e ha determinato l’accreditamento di Comitato Salvataggio Imprese e Turismo al tavolo dei ministri. Quindi domani, 23 febbraio 2012, ci saremo anche noi e se questo non vi dice nulla sulla determinazione e l’impegno che sono necessari per risolvere il problema vuol dire che siete irrecuperabili. Per chi non lo ha programmato per tempo è ormai troppo tardi per andare a Roma domani, ma al prossimo incontro vi aspettiamo tutti.
Grazie fratelli toscani. Grazie senatrice Granaiola. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato e lavorano sodo per uscire da questo incredibile incubo. Cliccate all’interno del riquadro, se volete capire come è stato realizzato questo piccolo miracolo.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 41234