Balnearia 2012 news

Postato il: 8 marzo, 2012 | 2 Commenti

Bilancio moderatamente positivo quello dei convegni svolti nell’ambito della fiera, con una consistente partecipazione di operatori balneari, politici e tecnici. La sensazione è che, per quanto la nostra emergenza sia lontana dall’essere risolta, si siano fatti consistenti passi in avanti. Soprattutto gli operatori sono molto più attenti, presenti e informati. Non ci è possibile fare un resoconto completo dei tre giorni di convegno ai quali abbiamo partecipato. Ci limiteremo ad elencare i punti di maggiore interesse:
– lunedì 5 marzo, Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia, ha spiegato il contenuto della sua proposta ai ministri, basata su sdemanializzazione delle aree attualmente in concessione e vendita agli attuali concessionari;
– martedì 6, nel corso del convegno riferito alle quattro sigle sindacali, aperto da un significativo intervento di Cristiano Tomei, presidente CNA Balneatori, è stata annunciata una manifestazione a Roma, che SIB, FIBA, ASSOBALNEARI, CNA indiranno congiuntamente entro fine marzo;
– mercoledì 7, è stato pubblicamente letto e commentato il documento Di Carlo- Bellandi-Del Dotto, con particolare riferimento agli articoli di più difficile valutazione. Il documento – che è stato consegnato ai ministri informalmente il 23 febbraio scorso – è stato approvato all’unanimità dai presenti che, considerando la delicatezza della trattativa e la possibilità di strumentalizzazioni, già in atto, si sono impegnati alla riservatezza.

Altre notizie:
– nel corso della prossima settimana, Laila di Carlo e i legali del SIB si incontreranno per valutare la possibilità che il documento tecnico di Comitato Salvataggio sia adottato anche dai quattro sindacati e sia sostenuto come documento comune;
– siamo  in attesa che i ministri Gnudi e Milanesi ricevano i parlamentari italiani ed europei;
– prevista l’audizione dei ministri Gnudi, Milanesi e Passera presso l’8° Commissione permanente del Senato;
– martedì 13 marzo previsto incontro tra l’on.le Granaiola e Legambiente, per firmare un protocollo d’intesa balneari-ambientalisti.

Commenti

Confermato l’appuntamento Governo balneari

Postato il: 8 gennaio, 2012 | Lascia un commento

La senatrice Granaiola, nel corso dell’assemblea di ieri, 7 gennaio 2012, indetta da Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano, ha ufficializzato l’appuntamento che è riuscita ad ottenere per i rappresentanti dei balneari – comitati spontanei e sindacati – con i ministri Moavero Milanesi e Gnudi. Come aveva anticipato Comitato Salvataggio, l’incontro si terrà a Roma il prossimo 23 febbraio e dovrà essere preceduto dalla consegna di un documento unitario, che dovrà essere consegnato ai ministri entro il 31 gennaio. La senatrice ha parlato anche con i sindacati che, ci ha riferito, si sono dichiarati disponibili a collaborare. Tempi brevi, quindi, per un’occasione irripetibile, che non dobbiamo perdere.
La nostra riconoscenza a Manuela Granaiola, ma anche a Fabrizio Maggiorelli ed Emiliano Favilla, a Laila Di Carlo, Piero Bellandi, Gianluca Tiozzo, Alessandro Del Dotto e a tutti coloro che hanno lavorato per favorire questo risultato.



Commenti

San Benedetto del Tronto 5 e 6 ottobre – interventi disponibili

Postato il: 9 ottobre, 2011 | Lascia un commento

Gli interventi che seguono sono stati registrati da Oreste Gianessi di Movimento Balneare il 5 ottobre e sono riportati nell’ordine in cui sono stati effettuati:


Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia:






Piero Bellandi, dottore commercialista, docente universitario e concessionario demaniale marittimo:






Domenico Ricci, avvocato e concessionario demaniale marittimo:






Laila Di Carlo, avvocato e concessionaria demaniale marittima:






Alessandro Del Dotto, avvocato e docente universitario:





Commenti

Il SIB si decida a fare il mestiere del sindacato

Postato il: 26 giugno, 2011 | Lascia un commento

Pubblichiamo, per dovere di cronaca e senza affrettarci particolarmente, il comunicato stampa congiunto SIB-FIBA del 23 giugno 2011. Nebuloso quanto basta,  ma abbastanza chiaro nel precisare che i pochi presenti all’incontro non intendono difendere il 6+ 6 con rinnovo automatico alla scadenza, chiedendo la deroga per tale normativa, che non è stata ancora esplicitamente abrogata.

Lardinelli, presidente FIBA, è troppo lontano per noi. Invitiamo qualcuno dei suoi a dargli la sveglia. Quanto a noi, i concessionari di Varazze e Celle hanno chiesto a Borgo di incontrarlo nella prossima settimana. Cercheremo di capire quanto sia reale l’intenzione di uscire dalla Bolkestein e, soprattutto, con quali modalità il SIB intenda convincere il Governo a prendere efficacemente posizione nei confronti dell’Europa. Borgo è il nostro presidente in carica e a lui chiederemo che il SIB inizi a comportarsi come un vero sindacato,  oppure che il presidente passi la mano. Chiederemo inoltre che la delegazione SIB al Tavolo Fitto comprenda stabilmente anche alcuni tecnici di fiducia della base: Laila Di Carlo, Piero Bellandi, Alessandro Del Dotto e Gianni Bazzurro.

Cliccare sull’icona per richiamare l’articolo.


Commenti

Forte dei Marmi propone l’urgenza di nuove strategie

Postato il: 11 giugno, 2011 | Lascia un commento

Il convegno di Forte dei Marmi, atteso come possibile occasione di comprensione, in un momento di  travagliata evoluzione normativa, ci lascia la consapevolezza che la soluzione del nostro problema sia difficile, lontana e richieda una svolta significativa. Alla sincera disponibilità politica che i parlamentari nostri amici hanno dimostrato e dimostrano, devono affiancarsi competenze giuridiche eccellenti, che non possono essere trovate nell’interlocutore governativo, non perché manchino, ma perché l’esecutivo ha programmi molto diversi dai nostri e ha dimostrato di non avere intenzione di lavorare per risolvere il nostro problema. Oltre a questo manca nella società italiana la consapevolezza non solo del dramma vissuto dai concessionari, ma anche delle conseguenze economiche e sociali  devastanti che deriverebbero dal portare a gara contemporaneamente le trentamila aziende del settore. Per non parlare del dopo. Persino i nostri consulenti, e tra questi i relatori del convegno, non hanno questa percezione, senza la quale mancano le motivazioni psicologiche indispensabili per impegnarsi con creatività e partecipazione diretta, oltre che con competenza tecnica, nella soluzione di un problema che presenta enormi difficoltà. Gli on.li Granaiola e Baldini hanno lasciato intendere che una soluzione tampone si troverà nell’immediato, ma gli altri relatori – e in particolare il prof. avv. Fabio Merusi, ordinario emerito di Diritto Amministrativo della Facoltà di Giurisprudenza di Pisa, che ha tratto le conclusioni del convegno – hanno chiarito, anche a chi non voleva sentire, che una normativa organica, che consenta di guardare al futuro con relativa serenità, richiederà ulteriori sforzi e un innovativo approccio legislativo. Tra gli altri contributi è stato affermato (ci riserviamo di approfondire) che il meccanismo del rinnovo automatico è stato escluso dalla giurisprudenza del Consiglio di Stato fin da prima dell’inizio di questa emergenza. Noi siamo fermamente convinti che i pezzi di questo complicato puzzle possano ciò nonostante essere messi al loro posto, ma non possiamo pensare che qualcun altro si incarichi di farlo per noi. I balneari italiani sono avvisati: il 31 dicembre 2015 è alle porte e se non diventeremo rapidamente un settore compatto, consapevole, determinato e determinante, cioè un soggetto politicamente significativo, possiamo dimenticarci le concessioni così come le abbiamo conosciute finora. E a quel punto dare la colpa all’Europa, al governo, ai sindacati, ai cani sciolti che corrono per conto loro, servirà a poco. Avremo perso la nostra occasione e non ci servirà a nulla sapere che per chi ci sostituirà i problemi saranno ancora tutti sul tappeto.

Il presidente Borgo, presente in sala, non è intervenuto. Nei primi giorni della prossima settimana il filmato dell’intero convegno sarà disponibile sul blog. Per il momento proponiamo qualche foto: le prime quattro sono appunti di viaggio; la quinta è dedicata a una parte della delegazione di Comitato balneari Liguria; le successive si riferiscono ai relatori del convegno.

IN VIAGGIO PER IL CONVEGNO: FORTE DEI MARMI

IN VIAGGIO PER IL CONVEGNO: VILLA BERTELLI

IN VIAGGIO PER IL CONVEGNO: VILLA BERTELLI

VILLA BERTELLI

STAFF DI COMITATO (DA SINISTRA A DESTRA): BRUNO, STEFANO, MARTA

IL TAVOLO DEI RELATORI

STEFANO BACCELLI

PROF. ALBERTO MASSERA

GRAZIANO GIANESSI

PROF. BRUNO TONOLETTI

ON.LE MANUELA GRANAIOLA

ON.LE MASSIMO BALDINI

CARLO MONTI

PROF. AVV. ALFREDO FIORITTO

AVV. ALESSANDRO DEL DOTTO

PROF. AVV. FABIO MERUSI

Commenti

Appuntamento da non perdere!!

Postato il: 2 giugno, 2011 | 1 commento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CLICCA SULL’ICONA PER SCARICARE IL PDF DELLA LOCANDINA

 

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE