MANIFESTAZIONE FIERA DI GENOVA 13 OTTOBRE 2012 – APPELLO ALLA CATEGORIA

Postato il: 14 ottobre, 2012 | Lascia un commento

Moderatamente positivo l’esito del presidio effettuato sabato 13 ottobre presso la Fiera di Genova. Assenti i ministri Gnudi e Passera, che erano stati preannunciati, la delegazione di balneari liguri e toscani, dopo avere manifestato pacificamente davanti all’ingresso della Fiera, ha preso posto nella sala all’interno della quale era in corso il forum UCINA Confindustria, testimoniando ai politici e ai tecnici ministeriali presenti la sofferenza e la determinazione della categoria. Terminato il convegno, una delegazione composta da Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona, da Riccardo Borgo e Gianni Bazzurro per il SIB, da Giorgio Ciana per la Libera Associazione Concessionari Balneari della Provincia di Genova, da Giovanni Botta per CNA Balneatori, da Fabrizio Maggiorelli ed Emiliano Favilla per Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano, ha dialogato brevemente con Luigi Grillo, presidente della 8° Commissione permanente del Senato (Lavori pubblici, comunicazioni) e con i funzionari che lo accompagnavano.
L’incontro, che ha espresso posizioni molto distanti tra loro, se ha contribuito a sensibilizzare i rappresentanti delle istituzioni circa la portata della questione balneare, ha ribadito nei concessionari la convinzione che l’obiettivo è difficile e ancora lontano, ma che esistano concreti margini di manovra, purché l’azione di pressing attuata dalla categoria sia attenta, continua e partecipata. Questo è uno dei punti importanti sui quali dobbiamo riflettere. Una parte di noi – un nucleo di concessionari relativamente esiguo – quasi sempre gli stessi, sta facendo un importante lavoro, spendendo di tasca propria, ma non può moltiplicare il numero dei presenti. Abbiamo bisogno che ogni singola iniziativa sia maggiormente partecipata. Concessionari in attività, dovete esserci e dovete essere in molti!! Quale credibilità pensate abbia una nostra manifestazione che veda coinvolta una frazione minima dei soggetti interessati? Il 31 dicembre 2015 è ancora relativamente lontano, ma il termine per la promulgazione del decreto delegato – che, se adottato, ci metterà in mezzo a una strada – scade il 3 aprile 2013 e, a quanto ci è stato detto oggi, il Governo non ha intenzione di lasciarlo scadere. Quindi il tempo stringe. Volete buttare l’azienda e perdere capitali e lavoro senza lottare? Pensate che sia tutto inutile? Non è così. Ce la faremo, se giocheremo bene le nostre carte. Coraggio!! Ma nessuno può fare la vostra parte. Date una mano!!



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE