TOMEI – CNA BALNEATORI: SULLE SPIAGGE ITALIANE C’E’ POSTO PER TUTTI

Postato il: 9 ottobre, 2016 | Lascia un commento

036039043063048074076077093113165205225237Sanremo, 7 ottobre 2016. Il convegno “Bolkestein e concessioni demaniali”, organizzato da CNA Imperia, con la partecipazione di CO.GE.BA. – Concessionari Gestioni Balneari di Sanremo – in preparazione dell’assemblea nazionale CNA Balneatori del prossimo 14 ottobre, al SUN di Rimini, si è svolto con pieno successo.
Nella loggia coperta dei Bagni Paradiso, gremita di concessionari, Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – ha anticipato i temi che saranno sviluppati nel corso dell’assemblea nazionale CNA del prossimo 14 ottobre.
Anche se parliamo di Bolkestein da circa otto anni, gli interventi di questo leader sindacale che sa guardare ai reali interessi della categoria e si batte per difenderli, non sono mai banali, né ripetitivi. Le ipotesi di lavoro che propone aprono costantemente a nuove prospettive, finalizzate al NO ALLE ASTE, obiettivo del quale Tomei tratta da sempre con la massima chiarezza. Di questo si parlerà a Rimini.
Sono intervenuti: Alessandro Riccomini – presidente regionale CNA Balneatori Liguria; Cesare Labozzetta – presidente provinciale CNA Balneatori Imperia; Giacomo Mercurio – presidente CO.GE.BA; Angelo Vaccarezza – presidente commissione Demanio Regione Liguria; Patrizia Lerda – esponente di spicco di Donnedamare.
(cliccate sulle icone per espandere le immagini)





Commenti

QUESTIONE BALNEARE: SOSTEGNO E CONFERME DA SCAJOLA (REGIONE LIGURIA)

Postato il: 10 maggio, 2016 | Lascia un commento

084090La Regione Liguria, schierata a difesa delle attuali concessioni demaniali marittime, durante l’incontro con le associazioni regionali di categoria che si è tenuto ieri – 9 maggio 2015 – attraverso l’intervento dell’assessore Marco Scajola, ha confermato la propria strategia, mirata a valorizzare a tutto campo il comparto balneare. Il documento, ancora in gestazione, presumibilmente consisterà in uno strumento d’indirizzo, nel quale la Regione riconosce le valenze economiche, sociali, occupazionali, ambientali, culturali che caratterizzano il settore e lo sostiene in ambito nazionale, evitando di ripiegare, in questa fase, su concetti di ultima istanza, quali l’ “equo indennizzo”. Decisione illuminata, che concorda con la posizione manifestata da CNA Balneatori nell’incontro del 4 maggio e che consentirà alla Liguria, Regione capofila del Demanio marittimo, ampia possibilità di manovra, nel momento in cui la attesa sentenza della Corte di Giustizia chiarirà le posizioni in ambito UE.
In margine all’incontro, Scajola ha rilasciato a Il Secolo XIX.it questa interessante dichiarazione: “Le attuali concessioni balneari vanno prorogate per almeno 30 anni, come hanno fatto altri Paesi europei come la Spagna e il Portogallo. Vorremo un’azione molto forte del Governo nei confronti dell’Europa. Al momento siamo parzialmente soddisfatti, perché il tema è tornato al centro dell’agenda del Governo, ma adesso dalle parole bisogna passare ai fatti”.
CNA Balneatori ha partecipato al tavolo con una qualificata e numerosa delegazione, organizzata da Sonia Carolì, responsabile regionale CNA Balneatori Liguria e guidata, durante l’incontro, da Cristiano Tomei – coordinatore nazionale. Quest’ultimo, in linea con la concretezza che contraddistingue la Confederazione che rappresenta, pur ritenendo in questo momento secondaria e fuorviante la questione dell’indennizzo, ha fornito a Scajola un dossier, elaborato da CNA, riferito alle diverse tipologie aziendali di stabilimenti balneari definite dagli Studi di settore e finalizzato alla determinazione del valore economico degli stabilimenti balneari (elaborati accessibili cliccando sui seguenti tre link: 1.- Documento preliminare; 2.- Gli stabilimenti balneari – I principali dati del settore; 3.- Revisione dello studio di settore relativo alla gestione di stabilimenti balneari). Oltre a ciò, Tomei ha ribadito che, se si dovesse fare una legge regionale, a giudizio di CNA Balneatori, sarebbe opportuno che essa contenesse tre elementi essenziali: almeno 30 anni di proroga, adozione del cosiddetto “doppio binario” ed esclusione del comparto balneare dalla Bolkestein.
La delegazione CNA Balneatori era composta da Cristiano Tomei – coordinatore nazionale; Alessandro Riccomini – presidente regionale Liguria; Bettina Bolla – vicepresidente provinciale Savona; Giovanni Botta – presidente provinciale Savona; Cesare Labozzetta – presidente provinciale Imperia; Giacomo Mercurio – presidente regionale SLA CNA Balneatori; Umberto Lanzi (Duca) – concessionario; Pino Cotroneo – presidente provinciale SLA CNA Balneatori Genova; Andrea Bissolotti – funzionario provinciale Genova; Davide Colombo – funzionario provinciale La Spezia.



Commenti

SLA SANREMO: SOSTEGNO ECONOMICO AI GESTORI NEL RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO

Postato il: 1 luglio, 2014 | Lascia un commento

CONSIGLIO_DI_STATOContinua la battaglia delle SLA di Sanremo contro l’incongruo bando emesso dal Comune per la gestione tecnica delle 13 spiagge libere cittadine.
Com’è noto, i tradizionali gestori delle SLA sanremesi, penalizzati da disposizioni comunali concepite in ottica speculativa e in palese violazione delle linee guida regionali, hanno presentato ricorso al Tar Liguria, ottenendo un provvedimento di sospensiva, al quale ha fatto seguito una inattesa sentenza di rigetto. Contro questo provvedimento, sia l’avvocato Giuseppe Inglese – che assiste le SLA ricorrenti – sia l’avvocato Ettore Nesi – noto amministrativista, interpellato per un parere dalla dott.ssa Lorenza Scapuzzi di CNA Imperia – hanno suggerito il ricorso al Consiglio di Stato. I gestori delle spiagge libere di Sanremo si accingono ad intraprendere questa via, ma, considerando i costi dell’iniziativa, le attuali prospettive della loro specifica attività, nonché le implicazioni possibili nei confronti delle concessioni demaniali marittime di stabilimenti balneari, chiedono di essere sostenuti dai concessionari balneari con un piccolo contributo economico. Così la nota 30 giugno 2014 di Giacomo Mercurio, presidente CO.GE.BA., Concessionari Gestori Balneari di Sanremo, associazione che unisce concessionari e gestori balneari aderenti a tutte le sigle nazionali.
Comitato Balneari Liguria sostiene questa iniziativa, sia per gli evidenti aspetti solidali, sia perché la vicenda presenta effettivamente risvolti che potrebbero riguardare anche gli stabilimenti balneari in concessione demaniale.
Resoconto settimanale della raccolta e gestione dei fondi inerenti l’iniziativa sulla home page del sito CNA di Imperia: www.im.cna.it

IBAN da utilizzare ai fini dell’iniziativa: IT04 I030 6922 7041 0000 0004 381
Banca: INTESA SAN PAOLO – Ag. FOCE – Sanremo
Beneficiario: CO.GE.BA. – Sanremo
Causale: CONTRIBUTO RICORSO CONSIGLIO STATO 2014 SLA SANREMO



Commenti

SLA SANREMO: IL TAR DECIDE IL RICORSO DEI GESTORI IL 17 APRILE

Postato il: 22 febbraio, 2014 | Lascia un commento

MERCURIO_1Giacomo Mercurio – responsabile CNA Balneatori Liguria per le spiagge libere attrezzate – ci informa che, in seguito al ricorso intrapreso dagli attuali gestori, il comune di Sanremo, in ottemperanza alla prima decisione del TAR Liguria, ha sospeso le procedure di assegnazione degli appalti per la gestione delle spiagge libere attrezzate fino alla pronuncia di merito, che sarà discussa il 17 aprile 2014.
Il collegio di difesa ha espresso soddisfazione per il risultato. Noi ci auguriamo che la sentenza definitiva del Tribunale amministrativo possa indurre il Comune di Sanremo a produrre, per assegnazione delle spiagge libere attrezzate, bandi “onesti”, che premino la professionalità del gestore ed escludano l’offerta economica, che la legge regionale vincola inequivocabilmente al corrispettivo che il Comune stesso paga per la concessione demaniale marittima.



Commenti

SLA SANREMO: TAR SOSPENDE ESECUTIVITA’ BANDO COMUNALE

Postato il: 31 gennaio, 2014 | Lascia un commento

SLA_SANREMO_SOSPENSIVA_TARFonti: Antonio Smeragliuolo e Giacomo Mercurio

Il TAR Liguria, con decreto 30 gennaio 2014 – che pubblichiamo a lato – ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Giuseppe Inglese e Giovanni Olivieri contro il Comune di Sanremo, per conto dei 12 gestori SLA uscenti, per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, dell’avviso ed inerente capitolato relativi all’assegnazione delle spiagge libere attrezzate comunali. La trattazione collegiale è fissata per il 19 febbraio 2014, ore 9,30.
Si tratta di un primo importante passo nella vertenza che ha visto il Comune assumere posizioni insostenibili, nella definizione dei bandi di assegnazione delle locali Sla.
Cristiano Tomei – CNA Balneatori – commenta la decisione del Tar in questi termini: “Il TAR Liguria, nell’accordare la sospensiva al provvedimento del Comune di Sanremo, ha concordato sulle tesi sostenute nel ricorso presentato dai gestori uscenti, riconoscendo alle Linee guida regionali una portata precettiva non valicabile attraverso un provvedimento amministrativo comunale.
Nel rispetto della legge, esistono ampi spazi decisionali per tutelare i piccoli imprenditori che hanno condotto le SLA comunali di Sanremo negli ultimi anni. Non si possono cancellare imprese esistenti, che hanno onorato il loro impegno con puntualità e diligenza e che rischierebbero di finire sul lastrico, penalizzandole al punto di adottare provvedimenti non rispondenti alle direttive regionali.
Ci auguriamo che la sentenza definitiva, che sarà assunta il prossimo 19 febbraio, confermi l’orientamento del tribunale amministrativo.
A quel punto ci auguriamo che tra imprese uscenti e Comune si riapra un confronto costruttivo.”




Commenti

17 GENNAIO 2013 – NASCE CNA BALNEATORI LIGURIA

Postato il: 18 gennaio, 2013 | Lascia un commento

IVG.it informa che ieri, 18 gennaio 2013, si è tenuto in Genova il direttivo regionale CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, che ha costituito il coordinamento regionale di CNA Balneatori, durante il quale  sono stati nominati il presidente regionale – in persona di Alessandro Riccomini (Bagni Liguria di Sestri Levante) – e i vicepresidenti, menzionati nell’articolo, con responsabilità di coordinamento provinciale.
CNA, la maggiore confederazione sindacale della Liguria per numero di iscritti, estende in tal modo il suo impegno regionale al settore degli stabilimenti balneari, mentre in ambito nazionale – sotto la guida di Cristiano Tomei – da tempo ha assunto un ruolo di assoluto prestigio.
Hanno coordinato la riunione Nicola Caprioni – segretario regionale CNA – e Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori. Gradita e significativa la presenza di Lorenzo Marchetti, responsabile di CNA Balneatori Toscana.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE