SUN 2015 – CONSIDERAZIONI E RIFLESSIONI IN VISTA DEL 31 DICEMBRE 2015

Postato il: 13 ottobre, 2015 | Lascia un commento

250I convegni di categoria tenuti nell’edizione 2015 del SUN di Rimini, tradizionale appuntamento balneare di fine stagione, quest’anno, alla vigilia del 31 dicembre 2015, data di scadenza della proroga che ha seguito l’abolizione del diritto di insistenza e del rinnovo automatico, hanno confermato l’incertezza di fondo del comparto, che può essere riassunta in questi termini.
Su un quadro d’insieme variegato incombe l’attesa generalizzata per la sentenza della Corte di Giustizia europea, sollecitata ad esprimersi dal TAR Lombardia e dal TAR Sardegna circa la compatibilità tra le proroghe italiane in essere e la vigente normativa europea. La sentenza è prevista per la primavera 2016, ma non esiste un termine certo e se pure esistesse, abituati come siamo alla ricorrente inadempienza delle istituzioni, nessuno ci crederebbe.
La Commissione europea si è espressa con arrogante chiarezza nei confronti della Corte di Giustizia, suggerendo di rispondere al quesito pregiudiziale formulato dal TAR Lombardia che la proroga al 2020 costituisce un automatismo inaccettabile, che viola l’articolo 12 della direttiva Bolkestein.
Il Governo italiano mantiene un atteggiamento ondivago di basso profilo e si dice pronto a regolare il comparto balneare marittimo solo dopo avere conosciuto la attesa sentenza. Ha difeso la proroga attraverso l’Avvocatura di Stato perché si trattava di un atto dovuto (il differimento della scadenza, infatti, è legge dello Stato ed in quanto tale “E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare …”), ma per bocca dei sottosegretari Gozi e Barraciu continua a negarne l’esistenza, motivando l’assunto con la mancanza di una formale comunicazione all’UE, mentre scarica la responsabilità della attuale situazione di stallo sui privati che hanno iniziato le cause presso i due tribunali amministrativi regionali.
Le Regioni, che valutano con obiettività l’importanza economica, sociale e funzionale del comparto balneare, schierate da tempo al suo fianco, hanno espresso sostegno in merito alla validità della proroga al 31 dicembre 2020 e hanno chiesto iniziative concrete in Italia e in Europa.
Quanto ai sindacati di categoria, divisi in due blocchi contrapposti dopo il summit intersindacale dell’aprile 2015 a Bologna (SIB-Confcommercio, FIBA-Confesercenti, Assobalneari Confindustria e OASI Confartigianato da un lato e CNA Balneatori dall’altro), concordano nel chiedere un intervento legislativo che preceda la sentenza della Corte di Giustizia, ma continuano a differenziarsi soprattutto nei rapporti che intrattengono con la base, cioè nel recepimento e nel rispetto delle legittime istanze degli associati, nell’impegno e nella coerenza che dimostrano attraverso la quotidiana attività sindacale e, soprattutto, nell’accettare o nel respingere il ricorso ad aste ed evidenze pubbliche al termine dell’ipotetico periodo transitorio. Qui sta purtroppo la differenza profonda che esiste tra la coalizione capitanata dal SIB e CNA Balneatori. Il “no alle aste” della coalizione – punto sul quale si è frantumata la originaria unitarietà sindacale – è così poco convinto che suona come uno slogan di maniera, laddove per CNA Balneatori costituisce un punto fermo insormontabile, rispetto al quale qualsiasi periodo transitorio, breve o lungo che sia, è visto anzitutto come opportunità sindacale per ottenere quello che tutti i balneari d’Italia vogliono e chiedono: contratti con prospettiva temporale illimitata.



Commenti

COMI: UE DISPONIBILE A RIVEDERE BOLKESTEIN A TUTELA PMI. GOVERNO INTERVENGA

Postato il: 5 ottobre, 2014 | Lascia un commento

COMI_NEGOZIARE_IN_UEElżbieta BieńkowskaAGENPARL informa: l’europarlamentare Lara Comi, Vicepresidente del Gruppo PPE, nell’audizione del 2 ottobre 2014 – premesso che le piccole e medie imprese risultano penalizzate dalla Direttiva Servizi (la cosiddetta Bolkenstein) – ha chiesto alla Commissaria polacca Elżbieta Bieńkowska la disponibilità a negoziare con ogni Stato membro le modifiche necessarie per “implementare il mercato interno e nello stesso tempo avere delle PMI competitive e che tornano a produrre”.
La commissaria – pragmaticamente – si è detta informata delle ripercussioni della direttiva in ambito italiano e si è dichiarata disponibile a dialogare con il Governo italiano per risolvere il problema.
A questo punto alla quadratura del cerchio manca solo l’interessamento del grande assente – il Governo italiano, appunto – che, informato e sollecitato dall’on.le Comi, finalmente in linea con intenti propositivi, continua ad evitare la questione balneare, dopo il passo falso della sdemanializzazione. Ballon d’essai di oltre un anno fa.



Commenti

LA STORIA INFINITA CONTINUA

Postato il: 4 luglio, 2012 | Lascia un commento

da Cristina Baudoino

Il Governo torna a promettere un incontro a breve termine, in tema di stabilimenti balneari. I nuovi convocati, o supposti tali, questa volta sono i rappresentanti dei gruppi parlamentari, le Regioni, le associazioni di categoria. Gruppo eterogeneo, lacunoso, improbabile come l’incontro promesso che, se ci sarà, su queste basi, non potrà che essere interlocutorio. Stiamo a vedere. Ma prima o poi il Governo dovrà davvero venire allo scoperto. E balneari, sindacati e politica, a loro volta, dovranno decidere cosa fare.


Commenti

TAVOLO BOLKESTEIN 26 GIUGNO 2012 REGIONI PROVINCE E COMUNI – PARLA VACCAREZZA

Postato il: 26 giugno, 2012 | Lascia un commento

Grazie presidente Vaccarezza! Sappiamo di poter contare su di lei come su nessun altro. Ora che avete accorciato le distanze con il Governo non perdete il contatto, incalzatelo da vicino!








Il comunicato stampa si rende leggibile con un click













Commenti

TAVOLO BOLKESTEIN 26 GIUGNO 2012 REGIONI PROVINCE E COMUNI – GRAZIE MONTICELLI!

Postato il: 26 giugno, 2012 | Lascia un commento

Sindaco Monticelli, aspettiamo di conoscere il suo personale punto di vista sulla riunione di oggi, nelle grandi linee anticipato attraverso il comunicati stampa ufficiale. Nel frattempo la ringraziamo per l’importantissimo sostegno che ci ha dato finora, nella sua qualità di delegato ANCI al Demanio marittimo. Una cordiale stretta di mano!







Commenti

TAVOLO BOLKESTEIN 26 GIUGNO 2012 REGIONI PROVINCE E COMUNI – DI DALMAZIO E IL GOVERNO

Postato il: 26 giugno, 2012 | Lascia un commento

Assessore Di Dalmazio, grazie per il sostegno che ci ha dato nel corso della riunione di Roma e attraverso la stesura del comunicato ufficiale. Lei ha perfettamente compreso la portata della questione balneare. Ora, nel suo ruolo di coordinatore interregionale al Turismo, non si limiti a chiedere risposte certe, che potrebbero anche essere irragionevolmente negative. Pretenda un confronto approfondito con il Governo, al quale siano ammessi anche i rappresentanti degli operatori e traghetti le attuali imprese balneari fino a una spiaggia sicura.

Il comunicato stampa si rende leggibile con un click















Commenti

TAVOLO BOLKESTEIN 26 GIUGNO 2012 REGIONI PROVINCE E COMUNI – MARYLIN FUSCO

Postato il: 26 giugno, 2012 | Lascia un commento

Grazie Vicepresidente Fusco! Nella riunione di oggi è stato fatto un importante primo passo. Quello successivo – concordiamo con lei – è iniziare a dialogare con il Governo, ma con la determinazione assoluta di portare avanti i concetti e le iniziative contenute nell’ordine del giorno 22 novembre 2011 della Regione Liguria, sintetizzati nella lettera 6 dicembre 2011 a Vasco Errani, presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Contiamo davvero molto su di lei.




Il comunicato stampa si rende leggibile con un click









Commenti

DA BRUXELLES ARRIVANO INDISCREZIONI SU IMMINENTE INIZIATIVA DEL GOVERNO ITALIANO

Postato il: 20 giugno, 2012 | 2 Commenti

L’incontro 19 giugno 2012 con i funzionari della Commissione europea mercato interno e servizi si è svolto secondo le attese, con un nulla di fatto. Niente di nuovo rispetto a quanto era stato comunicato alla delegazione dei balneari nel novembre 2011. L’UE si astiene dall’avallare ipotesi che possano interferire con la linea d’azione del Governo italiano il quale tace, anche se corre voce che sia in procinto di varare un provvedimento non concertato – il decreto delegato dalla legge Comunitaria 2010, articolo 11 – del quale si sa poco o nulla.
Moavero Milanesi era a Bruxelles, non per appoggiare la delegazione italiana, ma per incontrare i nostri europarlamentari. E’ stato avvicinato da  Fidanza, Angelilli, Mazzoni, gli autori della lettera del 4 maggio scorso (si veda il nostro post del 18 successivo), ma non sembra che l’incontro abbia chiarito alcunché, al punto che quegli stessi europarlamentari chiedono al Governo un “chiarimento definitivo sull’esistenza e sui contenuti di questo testo”. Ci uniamo a loro  e vi invitiamo a leggere la pagina di RIVIERA oggi riportata a lato, che approfondisce l’argomento. Stiamo in campana.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE