INCONTRO 16 NOVEMBRE 2012 DI PIETRO – BALNEARI

Postato il: 18 novembre, 2012 | Lascia un commento

da Marcello Di Finizio

Riferiamo per memoria l’esito dell’incontro 16 novembre tra Antonio Di Pietro – leader IDV – e il nutrito gruppo di balneari presente. Non eravamo a Viareggio, impediti da  inderogabili impegni di lavoro, pertanto riportiamo la testimonianza di Marcello Di Finizio, che può essere sintetizzata in questi termini: l’IDV, in occasione della discussione parlamentare inerente gli emendamenti all’articolo 34 del Decreto sviluppo bis, manterrà il proprio sostegno ai balneari, votando a favore di qualsiasi emendamento che preveda una proroga di 30 anni.
Quanto all’ammissibilità degli emendamenti, non dovrebbero esistere problemi: persino il PD si è schierato a favore, con una proposta che sposta i termini delle concessioni al 31 dicembre 2045. La proroga quindi diverrà operativa – e con essa l’abrogazione della delega al Governo ex articolo 11 della Comunitaria 2010 – unicamente se troverà il favore o, quanto meno, la neutralità dell’Esecutivo. E questo è tutt’altro discorso. Considerando l’orientamento filoeuropeista del Governo, riteniamo che, in ultima analisi, l’esito della questione dipenda dalle decisioni che la Commissione europea assumerà a proposito della nuova normativa spagnola, come sostiene da giorni Antonio Smeragliuolo.



Commenti

QUESTION TIME IDV PER SETTEMBRE

Postato il: 14 agosto, 2012 | Lascia un commento

L’iniziativa IDV a favore degli stabilimenti balneari si completa con una interrogazione a risposta immediata, presentata subito dopo lo sciopero degli ombrelloni. Indirizzata a Gnudi, sarà discussa a settembre, alla ripresa dei lavori del Parlamento.









Commenti

IDV – PROPOSTA DI LEGGE 2 AGOSTO 2012 – RIFLESSIONI

Postato il: 10 agosto, 2012 | 2 Commenti

Rileggiamo la proposta di legge presentata da IDV il 2 agosto scorso. Si tratta di un’ipotesi interessante anche se -considerando il periodo estivo, il momento  politico, gli schieramenti – priva di prospettive immediate. Ne riparliamo per segnalare che, in ogni caso, nella formulazione attuale, il complesso di norme concepito da Antonio Di Pietro e David Favia non sarebbe sufficiente per garantire continuità alle imprese balneari e turistico-ricreative in genere.
I motivi? Le imprese balneari cesserebbero di essere soggette alla normativa italiana che recepisce la Direttiva Bolkestein, mentre la proposta abrogazione dell’articolo 11 eviterebbe loro di confrontarsi con un Esecutivo contrario alla concertazione, nell’ipotesi in cui quest’ultimo decidesse di affrontare la questione balneare. Fin qui tutto bene, ma manca nella proposta IDV l’ipotesi di un provvedimento contestuale che legittimi gli attuali concessionari al mantenimento delle concessioni. Questo significa che, sulla base della normativa nazionale vigente – Codice della navigazione e relativo Regolamento – eliminato il diritto di insistenza ex articolo 37 Cod. nav., comma 2, secondo periodo – alla scadenza del 31 dicembre 2015 le concessioni sarebbero comunque riassegnate  attraverso gare. Esattamente quello che non vogliamo.

L’IDV si sta impegnando per risolvere la questione balneare. Abbiamo espresso riserve sulla fattibilità dell’iniziativa, ma ciò non ostante chiediamo loro di includere nella proposta di legge la previsione di un titolo – diritto reale o altro – che assicuri alle imprese balneari in essere stabilità e prospettive. Non c’è che l’imbarazzo della scelta e alcune delle ipotesi possibili porterebbero importanti liquidità nelle casse dello Stato. La cosa potrebbe anche interessare, di questi tempi.

Riflessioni maturate la sera tardi, al telefono, con Antonio Smeragliuolo.



Commenti

PROPOSTA DI LEGGE IDV SALVA IMPRESE TURISTICO-RICREATIVE

Postato il: 4 agosto, 2012 | Lascia un commento

Stabilimenti balneari e attività turistico-ricreative, vera e propria eccellenza dell’offerta turistico-ricettiva italiana, devono essere salvaguardate. Così la pensa l’IDV che, con una esauriente nota introduttiva (primo riquadro) e una proposta di legge in tre articoli (secondo riquadro), riscrive il destino dell’imprenditoria del settore.

Provvedimento di estremo interesse – una proposta per ora – da seguire con attenzione.























Commenti

Chiarimenti da Senigallia Notizie

Postato il: 30 gennaio, 2012 | Lascia un commento

da Cristina Baudoino

60019.it Senigallia Notizie, quotidiano on line, nell’articolo che pubblichiamo, riporta interessanti notizie in tema di demanio marittimo e ribadisce l’impegno dell’IDV nei confronti della nostra categoria. Attenzione: la scadenza 31.12.2012 della quale si parla non riguarda il turismo balneare.
Cliccare sull’immagine per ingrandire.

Commenti

Favìa (IDV) chiede al neoministro Moavero di risolvere la “questione balneari italiani”

Postato il: 19 novembre, 2011 | Lascia un commento

Ale Riccomini, che ringraziamo, ci spedisce l’interessantissimo documento Idv pubblicato a lato. Primi contatti con il nuovo Governo:  il neoministro Moavero – affari europei – assicura all’on.le David Favìa, coordinatore Idv Marche, che cercherà di risolvere il problema dei balneari italiani.

Questo post, pubblicato in mattinata con errori, è stato qui corretto.  Cliccare sull’immagine per richiamare il testo del comunicato IDV.



Commenti

Concessioni demaniali: aperture dell’Europa al turismo balneare!!

Postato il: 1 ottobre, 2011 | Lascia un commento

Giommaria Uggias – eurodeputato IDV, curatore, per il gruppo ALDE (Alliance of Liberals and Democrats for Europe) della Relazione sull’Europa quale prima destinazione turistica mondiale – attraverso Carlo Costantini, capogruppo IDV della Regione Abruzzo – informa che il documento in questione pone le premesse per garantire le specificità del turismo balneare nell’ambito della Direttiva servizi!! Cliccate sull’immagine per richiamare l’articolo.




Commenti

Comunicato SIB Savona 30.06.2011 spedito il 1° luglio successivo

Postato il: 2 luglio, 2011 | Lascia un commento

A  TUTTI  I  COMPONENTI  DEL  CONSIGLIO  DIRETTIVO SIB SAVONA
AI SIGNORI ASSOCIATI SIB SAVONA

Cari amici,

avrete sicuramente appreso dai mass media come il Governo sia andato sotto ieri (29 giugno – nota di CBL) in Aula proprio nel corso dell’approvazione dell’art. 1, della Comunitaria 2010, per cui non è possibile prevedere quanto si deciderà oggi alla Camera dei Deputati che, proprio sulla scorta di non rischiare una seconda sconfitta, potrebbe rimandare a lunedì prossimo la votazione della legge in esame ma anche decidere di correre questo rischio votando ancora una volta il provvedimento.

Vi rimettiamo, comunque, copia degli Ordini del Giorno che la Camera ha approvato proprio in coda alla seduta del 29 giugno 2011 nei quali l’IDV ha riproposto quanto avvenuto in Senato nella seduta del 5 maggio u.s. e, cioè, impegnato il Governo a svolgere un intervento presso l’Unione Europea per ottenere la “deroga”  dalla Direttiva Servizi per le imprese balneari.

Nel pomeriggio si è poi riunita anche la XIV Commissione della Camera che ha approvato l’emendamento presentato dall’On. Pini cambiando solo alcuni passaggi attinenti al diritto di superficie e, perciò, così come riportato nell’allegato documento. Entrando nel merito dei suoi contenuti, confermiamo le nostre forti preoccupazioni sulla delega in bianco affidata al Governo per quanto attiene alla riforma della normativa sulle concessioni, e riscontriamo con piacere che, con il suo comma 6, sono state accolte le nostre richieste tese ad estendere i benefici della continuazione dei titoli concessori sino al 2015 anche ad altre attività ed ad altri tipi di demanio.

Sarà nostra cura manterVi aggiornati sugli ulteriori passaggi che registreremo in Parlamento per quanto concerne l’approvazione della Comunitaria 2010 e porgiamo cordiali saluti.

IL  PRESIDENTE
Riccardo  Borgo

 

 

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE