CAMBIA IL CALENDARIO LAVORI DDL STABILITA’

Postato il: 8 novembre, 2013 | Lascia un commento

SOLE_24_ORE_07.11.2013_LEGGE_STABILITA'Fonte: Antonio Smeragliuolo

Senato. Variazioni al calendario lavori della legge di stabilità. Il termine per la presentazione degli emendamenti slitta dalle 8:30 di giovedì 7 novembre alle 12:00 di sabato 9. La Commissione concluderà l’esame del ddl in sede referente entro il 15 novembre e il 18 novembre inizierà la discussione in aula. La Commissione europea esprimerà il primo parere sulla manovra entro il 15 dicembre.
Queste e altre notizia nell’articolo de Il Sole 24 ORE che pubblichiamo a lato.



Commenti

“DESTINAZIONE ITALIA” AFFONDA LE SPIAGGE ITALIANE – PARLA TOMEI

Postato il: 19 settembre, 2013 | 1 commento

SOLE_24_ORE_18.09.2013RAINEWS24_18.09.2013Segnalazioni di Alessandro Riccomini e Antonio Smeragliuolo

Cristiano Tomei – Coordinatore nazionale CNA Balneatori

Ci aspettavamo dal Governo Letta un provvedimento che facesse tornare ai balneari la voglia di investire, riportando la certezza per il futuro delle attuali 30 mila concessioni italiane. Invece, se l’ipotesi pubblicata in rete da Il Sole–24 ORE e da RaiNews24 dovesse essere confermata, rischieremmo di veder distruggere il sistema balneare italiano, concreta eccellenza in Europa e nel mondo, consegnando le nostre spiagge e le nostre coste a  ipotetici investitori stranieri.
Chi investe sulle nostre coste già esiste: sono gli attuali concessionari, che garantiscono il 12% del PIL nazionale e regionale, assicurando occupazione a circa 300 mila addetti diretti. Per quale motivo dobbiamo smantellare questo sistema economico e sociale unico al mondo, efficiente e sicuro, perfettamente conosciuto, per fare spazio non si sa bene né a chi, né a che cosa? Come potrebbero, gli investitori stranieri, impegnare nuovi capitali senza avere, a loro volta, certezza sulla durata delle concessioni? Cosa in concreto sarebbero capaci di fare e di proporre? Abbiamo in Italia 30 mila imprese operative, integrate nel territorio, essenziali per l’economia costiera, investitori esistenti, famiglie attive da oltre cent’anni come fiduciari dello Stato. Perché dobbiamo mandarle a casa?
Porteremo la questione al consiglio nazionale CNA Balneatori di Bologna il 24 settembre affinché, fin dal prossimo tavolo tecnico, che si terrà a Roma il 26 settembre presso il MEF (ministero Economia e Finanze – n.d.r.), si possa ribadire la nostra assoluta opposizione all’eventuale provvedimento.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE