CNA BALNEATORI INCONTRA LA COMMISSIONE EUROPEA

Postato il: 15 luglio, 2015 | Lascia un commento

COMMISSIONE_EUROPEADopo gli incontri del 24 giugno scorso a Bruxelles, nel corso dei quali la “Questione balneare italiana” è stata portata all’attenzione della nostra Rappresentanza permanente presso l’Unione europea e dei nostri europarlamentari (cfr.: CNA BALNEATORI A BRUXELLES: MISSIONE COMPIUTA; CNA BALNEATORI A BRUXELLES: INTERVISTA CON TOMEI; CNA BALNEATORI IN MISSIONE A BRUXELLES: COMUNICATO STAMPA 25 GIUGNO 2015), questa mattina – mercoledì 15 luglio 2015, alle ore 11:00, sempre a Bruxelles, presso gli uffici della Commissione europea DG GROWTH CE – CNA Balneatori incontra Jurgen TIEDJE, Capo Unità – Unità E1 – Politica dei servizi per i consumatori e Paolo Lavaggi, Policy officer, Unità E1 – Politica dei servizi per i consumatori.
La delegazione CNA Balneatori è composta da Claudio Cappellini (responsabile nazionale Ufficio Politiche Comunitarie CNA), Cristiano Tomei (coordinatore nazionale CNA Balneatori), Elisa Vitella (responsabile CNA Bruxelles), Ettore Nesi (autore del “Memorandum sulla questione balneare italiana” e coordinatore, con i colleghi avvocati Righi e Morbidelli, delle iniziative legali promosse da CNA Balneatori), Elisa Muratori (coordinatrice regionale CNA Balneatori Emilia Romagna) e Lorenzo Marchetti (presidente CNA Balneatori Toscana).
Prima dell’importantissimo appuntamento con la Commissione, alla preparazione del quale CNA Balneatori ha lavorato per settimane, è previsto un incontro conclusivo presso gli uffici CNA di Bruxelles, mentre, terminati i colloqui con la Commissione, la delegazione incontrerà il consigliere Nicola Minasi, responsabile del coordinamento contenzioso comunitario presso la Rappresentanza permanente italiana in UE.
Questi incontri – che consolidano i contatti di CNA Balneatori con le istituzioni europee ed italiane in Europa e tendono ad escludere il comparto balneare da procedure di gara ad evidenza pubblica, attraverso l’approfondimento giuridico e giurisprudenziale della questione – hanno costituito per CNA Balneatori uno sforzo organizzativo ed economico importante, al quale CNA Balneatori Liguria e alcuni concessionari molto vicini a questa Confederazione territoriale hanno partecipato generosamente. Li ringraziamo e abbracciamo come fratelli per il loro contributo, essenziale rispetto alle esigenze operative di questa missione. Soprattutto ringraziamo Cristiano Tomei, senza l’intelligenza, l’intuito, l’impegno e la lealtà del quale nulla di quanto è stato finora realizzato nell’ambito della questione balneare italiana avrebbe potuto essere attuato. A lui e a tutti i componenti della delegazione CNA Balneatori a Bruxelles rinnoviamo espressioni di sincera amicizia, stima e riconoscenza, a nome di tutti i concessionari demaniali marittimi italiani.




Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE