CNA BALNEATORI: VITALE COMPATTARE LE REGIONI SUL NO ALLE ASTE

Postato il: 18 giugno, 2016 | 2 Commenti

LOLLI_06_2016TOMEI_123L’annuncio della data di deposito della sentenza UE – attesa e temuta, ma forse inaspettatamente positiva per la questione balneare italiana – fa passare in secondo piano qualsiasi altra notizia inerente il comparto balneare. In questi giorni e ore, comunque, altre importanti notizie che interessano il mondo balneare e offrono un chiaro segnale di attenzione, vitalità, competenza, costante presenza sul pezzo, devono essere conosciute e valutate da chiunque – balneare in attività – sia interessato alla questione, ai suoi sviluppi e intenda difendere la propria impresa, la propria famiglia, la propria scelta di vita. L’iniziativa più vicina al pronunciamento della Corte di Giustizia è quella che CNA Balneatori sta attuando per compattare le Regioni italiane sul fronte del NO ALLE ASTE per le imprese in attività. Progetto che significa: incontri ad alto livello, il primo dei quali si è avuto giovedì 16 giugno a Pescara tra Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – e Giovanni Lolli – coordinatore nazionale delle Regioni per il Turismo e vicepresidente della Regione Abruzzo. Progetto che significa anche e soprattutto: convinzione che, nell’attuale contesto politico-giudiziario, anticipare la pronuncia della Corte con una qualsiasi iniziativa di carattere normativo sia proposta inopportuna e da evitare, per poter essere più liberi nel produrre nuove regole di settore, dopo avere conosciuto gli esiti del giudizio UE e le motivazioni che lo sorreggono. Questo, in estrema sintesi, il messaggio che è stato trasmesso da Tomei a Lolli e che sarà diffuso in ambito regionale nei prossimi giorni. Maggiori informazioni nel post: “Cna Balneatori incontra Lolli“, pubblicato sul blog: www.cnabalneatori.it.



Commenti

NO ALLE ASTE: LA REGIONE TOSCANA DALLA PARTE DEI BALNEARI

Postato il: 18 giugno, 2013 | Lascia un commento

ANSA_16.06.2013Segnalazione di Alessandro Riccomini

Enrico Rossi – presidente della Regione Toscana – ancora una volta prende autorevolmente posizione a favore dell’attuale imprenditoria balneare e assicura il rinnovato impegno della sua giunta contro l’applicazione strumentale della Direttiva Bolkestein “Almeno in Toscana”. Ci auguriamo che la ferma determinazione di Rossi possa essere presto condivisa dai presidenti regionali che ancora pensano alle aste come a un intervento auspicabile, in vece di considerarlo per quello che realmente è: un intervento destabilizzante, economicamente e socialmente pericoloso. Vero e proprio sopruso, che non può avere spazio in una società civile.



Commenti

Assordante silenzio SIB

Postato il: 17 luglio, 2011 | Lascia un commento

Dopo il comunicato stampa del 12 luglio il SIB tace. Nel frattempo hanno parlato Fitto, Grillo, Comi. Politici di rilievo nella situazione che ci riguarda, tutti rigorosamente negativi rispetto alla possibilità di una deroga. Non solo, apprendiamo da  IL SECOLO XIX che sono iniziati i lavori inerenti la elaborazione dei bandi per il 31 dicembre 2015. Il sindacato aveva parlato, senza convincere troppo, di un documento di sostegno della richiesta di deroga e di campagna nazionale NO ALLE ASTE. Cosa intende fare ora? Sarà necessario indire un referendum di verifica per capire quali siano le  intenzioni reali? Noi di Comitato Balneari Liguria, intanto, chiediamo a gran voce una convocazione locale urgente, nell’interesse di tutti.

Commenti

Viareggio 4 luglio – I balneari della Toscana programmano un mega evento

Postato il: 5 luglio, 2011 | 1 commento

Fuori pioggia. Dentro lo chalet dei Bagni Arizona di Viareggio, coesione e grande determinazione. Presente, per quanto possiamo valutare noi “foresti” di Comitato Balneari Liguria, la Toscana balneare che conta, salvo pochissime assenze giustificate, tra cui le istituzioni. Argomento all’ordine del giorno:

I BALNEARI DEL TIRRENO DICONO NO ALLE ASTE CON UN MEGA TUFFO
Previste 100.000 persone in spiaggia da Carrara a Livorno
Sabato 6 agosto
I BALNEARI SI PRESENTANO:
WORKSHOP – CONFERENZA STAMPA – EVENTO IN SPIAGGIA

Si è parlato di coordinare l’iniziativa proposta su tutto l’arco della Toscana, con l’intervento di professionisti della comunicazione, fino all’evento centrale: il tuffo di un enorme gruppo di persone che – magari vestite con una maglietta gadget – tenendosi per mano lungo un arco di kilometri, gridano all’unisono NO ALLE ASTE e si tuffano in mare, mentre palloncini colorati volano in cielo. Segue anguriata o altra iniziativa conviviale.

L’evento proposto si ricollega a una precedente analoga esperienza che ha portato al conseguimento di un primato da Guinness per la costa toscana. Obiettivi dell’evento: comunicazione, sensibilizzazione, partecipazione della clientela, consenso e altre possibili iniziative collegate, come una raccolta firme finalizzata. Sono state presentate anche altre proposte di diverso impatto sociale, gestibili in ambito locale e non. Il secondo e conclusivo incontro del comitato organizzatore è previsto per lunedì prossimo, 11 luglio, sempre a Viareggio, luogo da definire.

E’ auspicabile che questa iniziativa sia coordinata con un simile evento ligure, contemporaneo o successivo, che cercheremo di promuovere con l’appoggio esterno del sindacato. Noi di Comitato Balneari Liguria ci stiamo lavorando.

Commenti

Questa, amici, è la battaglia della vita!!

Postato il: 2 giugno, 2011 | Lascia un commento

 
 

Commenti

Prima vera scadenza vitale. Chiarimento indispensabile

Postato il: 1 giugno, 2011 | 2 Commenti

Ultimi giorni per la strategia dei tre punti:  1.- stralcio dell’articolo 3 del Decreto Sviluppo; 2.- deroga dalla Direttiva Bolkestein; 3.- legge quadro. Tra meno di una settimana scade il termine per stralciare  il nostro settore dal decreto. Se non otterremo questo primo risultato essenziale, dopo il 31 dicembre 2015, tutti, nessuno escluso, andremo diritti a gara ad evidenza pubblica. Non fatevi illusioni, purtroppo è così.

Le notizie che arrivano da Roma ci dicono che Tremonti considera il decreto non modificabile. Il SIB, il maggiore sindacato di categoria, quello che ha gridato con noi “NO ALLE ASTE!!”, tace. Cosa significa? Può essere una sola cosa: esiste con il Governo un accordo riservato, che il sindacato giudica soddisfacente. Se così non fosse, il SIB dovrebbe portare di gran carriera a Roma trentamila balneari infuriati. Ma l’oggetto dell’accordo sarà quello che vogliamo noi? Prima che sia troppo tardi accertiamocene, sommergiamo il Presidente Borgo di  mail come questa:

“Presidente Borgo, lei sa che il nostro obiettivo unico e irrinunciabile, anche in relazione al decreto 70/2011, è NO ALLE ASTE – NO ALLE GARE AD EVIDENZA PUBBLICA – SI ALLA DEROGA. Se Tremonti non è d’accordo andiamo di corsa a Roma!! Se manca questo accordo e lei omette di informarci e non ci porta  a manifestare a Roma, assume responsabilità che eccedono le sue funzioni e delle quali, nostro malgrado, dovremo chiedere conto ad ogni livello, a lei e al sindacato, anche dal punto di vista patrimoniale.”

L’indirizzo istituzionale del presidente Borgo è:

presidente@sindacatobalneari.it

Usatelo entro oggi, 1° giugno 2011!! Fate un copia e incolla (Ctrl+c  poi Ctrl+v) e spedite!!

Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE