Tivoli-Roma, fine corsa!! Finalmente!!

Postato il: 19 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Ieri, domenica 18 dicembre, Marcello Di Finizio è arrivato a Roma. Ad attenderlo la nostra delegazione, che lo ha accolto con calore. Anche l’ultima tappa è stata percorsa sotto la pioggia, che ha costretto Marcello a ritardare l’arrivo in piazza San Pietro e non ha consentito la fiaccolata prevista. Un piatto caldo tra amici, racconti di viaggio e di vita, poi noi siamo stati costretti a partire e Marcello è rimasto nuovamente solo. Nei prossimi giorni si unirà agli amici toscani e parteciperà alle loro iniziative. Grande Marcello!! grazie!!

Difficile scattare con una macchina amatoriale in condizioni di luce proibitive, ma una testimonianza dell’ultima attesa e dell’arrivo di Marcello vogliamo darla. Eccola:

Commenti

Pedalare coi lupi. Chi ha rischiato la vita e chi non ha mosso un dito

Postato il: 17 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Riprendiamo la cronaca del tour di Marcello, dopo un’interruzione forzata. Marcello è ormai alle porte di Roma (Tivoli), nonostante sia stato attardato da una serie di contrattempi dovuti all’inefficienza del servizio pubblico locale. Il tratto appenninico è stato un’avventura nell’avventura. Non sono bastate le arrampicate: pioggia battente e venti gelidi e veementi hanno costretto Marcello a soste impreviste e a lunghi tratti a piedi. L’estremo isolamento dei luoghi lo ha portato a contatto con animali selvaggi e potenzialmente pericolosi: lupi e cinghiali. Fortunatamente tutto si è risolto per il meglio, ma non è stata una passeggiata, è stata un’impresa  ardua, leggendaria, comunque vada.

Domani, domenica 18 dicembre, balneari di tutta Italia incontreranno Marcello a Roma e lo porteranno in trionfo.  Molti invece, perfettamente informati e non diversamente impegnati, non ci saranno e non consentiranno di amplificare l’evento. C’è sempre, in tutte le situazioni, chi tira il gruppo e chi succhia le ruote. Ma qui non si tratta di una gara ciclistica, dove questa tattica fa parte del gioco. Qui rischiamo le aziende. Se queste iniziative non vi soddisfano, colleghi, realizzatene altre,  ma non veniteci a raccontare la storia del “momento propizio”, della “mancata coordinazione”, dei “risultati deludenti”, delle “iniziative più efficaci”. Se abbiamo evitato di finire infilzati dalle aste con paletti dell’asse Fitto-Borgo; se il 5 maggio 2011 il Senato della Repubblica ha approvato l’ordine del giorno G1; se il 27 settembre successivo il Parlamento europeo ha approvato la risoluzione sull’Europa, prima destinazione turistica mondiale; se i sindacati sono ormai tutti uniformemente schierati per il NO ALLE ASTE – tutti risultati che peseranno e non poco alla resa dei conti – lo dobbiamo al fatto che, da un certo punto in poi, una piccola parte di noi ha tenuto costantemente sotto pressione istituzioni e sindacati. Questi risultati sono poca cosa? La questione balneare si è evoluta sostanzialmente dal 2009. Se, purtroppo, a tutt’oggi, è tutt’altro che risolta, lo dobbiamo unicamente a quella parte di noi che ha criticato senza costruire e, soprattutto, senza partecipare. Ci spiace dirlo, colleghi, ma se siete tra quelli che sono stati sistematicamente a casa, sappiate che se non siamo ancora usciti dall’emergenza lo dobbiamo unicamente a voi.

Commenti

San Benedetto del Tronto – Pescara

Postato il: 15 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Ultima tappa costiera: relativamente pianeggiante, cielo coperto, ma niente pioggia. A Pescara Marcello ha incontrato Riccardo Ciferni, Laila Di Carlo e altri, incontri significativi, in un ambiente attento all’evolversi della situazione. Domani brusca sterzata verso l’Appennino, si comincia a salire. Marcello è in condizioni discrete, considerando la storia degli ultimi 14 giorni, ma quelli che verranno saranno proibitivi e non soltanto per le asperità della strada. Ricordiamo che Marcello viaggia solo e ogni giorno percorre la tappa tre volte: 1.- in bicicletta; 2.- a ritroso, con mezzi pubblici, per raggiungere la macchina, che ha lasciato al punto di partenza; 3.- in macchina, per portarla al punto d’arrivo. Solo allora può fermarsi a riposare. Se qualcuno, a Pescara e dintorni, ci legge e ha la possibilità di farlo, lo aiuti, portandogli la macchina a fine tappa: bastano due persone con patente di guida e un’altra auto per ritornare. Poco o niente, ma non per lui.

Commenti

Chiediamo visibilità per Marcello

Postato il: 14 dicembre, 2011 | Lascia un commento


Abbiamo informatoRai Regione, RaiNews24.it e CaterpillarAM dell’iniziativa di Marcello. Il testo del comunicato stampa è il seguente:
“Domenica 18 dicembre, alle 18:00, Marcello Di Finizio, balneare friulano, concluderà a Roma, in piazza San Pietro, il viaggio in bicicletta iniziato a Trieste il 1° dicembre scorso per attirare l’attenzione dei media sulla questione balneare italiana: circa 30 mila piccole aziende familiari,  oltre 200 mila persone, che rischiano di essere messe fuori mercato da una incongrua applicazione della direttiva europea Bolkestein. Oggi Marcello, partendo da San Benedetto del Tronto, farà tappa a Pescara. Maggiori notizie sulle pagine di www.comitatobalneari liguria.it. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti.
per COMITATO BALNEARI LIGURIA
Giovanni Botta g43i.botta@libero.it 3492567397″



Commenti

Porto Recanati – San Benedetto del Tronto

Postato il: 14 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Oggi – grazie alla strada pianeggiante e al bel tempo – nonostante i quasi 70 chilometri è stata “una passeggiata”, per usare parole di Marcello, che a San Benedetto del Tronto ha incontrato amici. Giuseppe Ricci e Gaetano Napoli di ITB Italia lo hanno fatto sentire a casa. Persone, non “carrozzoni” ingessati e latitanti. Molti incontri significativi in giornata, altri programmati per domani, prima della partenza per Pescara, dove inizierà il percorso appenninico verso Roma.

Un abbraccio a Gaetano, presente e sempre cordiale, nonostante il drammatico lutto familiare che lo ha colpito in mattinata. Siamo sgomenti e partecipi.



Commenti

Senigallia – Porto Recanati

Postato il: 12 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Saliscendi continui da Senigallia a Porto Recanati; pioggia e vento forte, tanto forte che Marcello, a tratti, ha dovuto procedere  a piedi, perché i cartelli con i quali viaggia facevano vela e rischiavano di farlo cadere. Tappa durissima, appesantita dalla fatica e dai disagi dei giorni precedenti. Ma la giornata non è finita a Porto Recanati. Alle 22,15 abbiamo sentito telefonicamente Marcello: recuperata la sua auto a Senigallia, stava ritornando a Porto Recanati. Ancora in pista a quell’ora, combattivo come sempre, ma profondamente stanco. Domani, a San Benedetto del Tronto, il calore di gente amica che lo aspetta.

Commenti

Riccione – Senigallia

Postato il: 12 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Riccione-Senigallia, 11 dicembre, ancora pioggia. Non abbiamo mai dubitato della determinazione di Marcello, ma a questo suo essere istintivamente e naturalmente “eroico” non ci abitueremo mai. L’eroismo ha molti aspetti e molte matrici, lo sappiamo bene, e alberga in nuce anche nei più pavidi di noi e non sempre è fatto di gesti eclatanti, ma è la soglia del nostro eroismo che ci dà la misura di quello altrui. Andateci voi da Trieste a Roma, o da Genova a Roma, in bicicletta e d’inverno, inseguendo il vostro sogno, che è il suo stesso sogno. Ci siamo commossi in molti nel vedere la fila dei nostri camper procedere compatta lungo le strade d’Europa, permetteteci ora di commuoverci, con tutti i nostri anni e il nostro disincanto generalizzato, sapendo – e neppure vedendo – che Marcello sta pedalando, da solo e al freddo, anche per noi.

Pioggia anche oggi. Marcello ha deciso comunque di non rimandare la partenza, per rispettare gli impegni che lo aspettano lungo il percorso.

 

Commenti

Tappa a Riccione

Postato il: 11 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Siamo in ritardo sulla tabella di marcia. Noi del blog, non certo Marcello, che a Riccione ieri ha avuto nuovi importanti incontri. Un altro giornalista de il Resto del Carlino, Mario Gradara, e un significativo gruppo di balneari locali, con i quali ha parlato fino a tarda ora. La sensazione di Marcello è che questa zona d’Italia non sia allineata alla protesta generale perché qui i balneari si sentono categoria forte, appoggiata politicamente, rassicurata sulla gestione delle gare. Sicurezze illusorie, amici, le vostre spiagge sono tra le più appetibili. Sarà opportuno che scendiate al più presto in trincea con noi.



Commenti

Appello al mondo balneare

Postato il: 11 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Domenica 18 dicembre, alle 18:00, Marcello de “La Voce della Luna”, balneare Friulano che molti di voi già conoscono – concluderà a Roma, in piazza San Pietro, il viaggio in bicicletta iniziato a Trieste il 1° dicembre scorso. Diciotto giorni di fatiche e grandi disagi, per quasi 900 chilometri, percorsi per attirare l’attenzione dei media sulla questione balneare italiana; per chiedere al Santo Padre di intervenire affinché le nostre 30 mila piccole aziende familiari non siano costrette a chiudere; per indurre il Governo italiano a esplicitare e formalizzare finalmente le peculiarità di settore che legittimano il mantenimento delle nostre concessioni. Per questo Marcello ha deciso di portare le sue fatiche a San Pietro, dove inizierà una “assordante fiaccolata silenziosa”, tanto più efficace quanto più sarà partecipata.
Il nostro è anzitutto un invito a partecipare diretto ai vertici dei sindacati di categoria. Per quanti impegni e responsabilità siate chiamati a gestire, amici, è difficile giustificare la vostra ricorrente mancanza di partecipazione alle iniziative spontanee promosse dalla vostra stessa gente. Vorremmo vedervi con noi, presidenti e coordinatori, vorremmo sentire il vostro esplicito appoggio: sono queste le occasioni che smuovono le coscienze e spianano i contrasti. E questa sembra essere l’occasione giusta.
Il nostro è anche e soprattutto l’invito a partecipare rivolto a tutti balneari (o balneatori) d’Italia, perché si stringano intorno a Marcello e, insieme con lui, in piazza San Pietro, con le loro fiaccole accese, esprimano in silenzio il buon diritto a proseguire nella loro attività, la ferma volontà di non mollare, la rispettosa, dignitosa, fiduciosa richiesta di aiuto. Se non sarà il Santo Padre, ne siamo certi, qualcuno ci ascolterà.

Comitato Balneari Liguria

Commenti

CHIOGGIA – RAVENNA

Postato il: 8 dicembre, 2011 | Lascia un commento

Anche oggi nebbia e freddo fino a Ravenna. Ma le novità non sono mancate: causa festività, niente mezzi pubblici per ritornare a prendere la macchina e quella, con provviste, vestiti asciutti e sacco a pelo, è rimasta a Chioggia. La macchina è un pezzo di casa quando si vive in strada e serve per dormire al coperto con un minimo di sicurezza. L’alternativa è la stazione, con un cartone addosso. Così voleva Marcello. Così non poteva essere. Lo abbiamo convinto a spendere parte degli ultimi soldi in una pensioncina per la notte. Questo ragazzo si sta sbattendo anche per noi. Chi ha un minimo di coscienza lo aiuti. Lo si può fare in molti modi, specie per chi abita lungo il percorso: dal portargli la macchina per una tappa, mentre lui pedala; all’offrirgli un pasto caldo; al versargli qualche euro sul conto postale dal quale gli è possibile prelevare in tutta Italia: i dati che servono sono pubblicati sul blog. Qualcuno, ne siamo certi, lo aiuterà.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 3123