NO ALLE ASTE: LA REGIONE TOSCANA DALLA PARTE DEI BALNEARI

Postato il: 18 giugno, 2013 | Lascia un commento

ANSA_16.06.2013Segnalazione di Alessandro Riccomini

Enrico Rossi – presidente della Regione Toscana – ancora una volta prende autorevolmente posizione a favore dell’attuale imprenditoria balneare e assicura il rinnovato impegno della sua giunta contro l’applicazione strumentale della Direttiva Bolkestein “Almeno in Toscana”. Ci auguriamo che la ferma determinazione di Rossi possa essere presto condivisa dai presidenti regionali che ancora pensano alle aste come a un intervento auspicabile, in vece di considerarlo per quello che realmente è: un intervento destabilizzante, economicamente e socialmente pericoloso. Vero e proprio sopruso, che non può avere spazio in una società civile.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE