ELEZIONI REGIONALI LIGURIA: VINCE TOTI, ORA VACCAREZZA VADA AL DEMANIO

Postato il: 2 giugno, 2015 | Lascia un commento

VACCAREZZA, MONTICELLI, TOMEI ROMA 10.10.2012

VACCAREZZA, MONTICELLI, TOMEI
ROMA 10.10.2012

La coalizione di Giovanni Toti si è affermata su quella guidata da Raffaella Paita con una differenza di 6,6 punti percentuali. Il tutto con un’affluenza alle urne pari al 50,67%: il terzo peggiore dato in ambito nazionale 2015, dopo Toscana (48,28%) e Marche (49.78%).
Toti è quindi il nuovo presidente della Regione Liguria. Oltre a lui entrano nel consiglio regionale 15 consiglieri di centrodestra:
– sei nominati con sistema maggioritario plurinominale (listino bloccato): Sonia Viale, Giacomo Giampedrone, Stefania Pucciarelli, Andrea Costa e Ilaria Cavo;
– nove eletti in ambito provinciale, con voto di preferenza e meccanismo proporzionale. Ne indichiamo nomi e preferenze: Edoardo Rixi (11.347), Francesco Bruzzone (5.472 su Savona, che lasciata a Stefano Mai, e 4.230 su Genova); Angelo Vaccarezza (4.506), Marco Scajola (4.192), Matteo Rosso (3.713), Claudio Muzio (3.066), Stefano Mai (2.267), Alessandro Piana (2.191), Giovanni De Paoli (408, che subentra a Stefania Pucciarelli, eletta a La Spezia, ma già presente a listino).
Raffaella Paita, leader del centrosinistra, disporrà di otto seggi complessivi; Alice Salvatore (M5S) di sei e Luca Pastorino (civatiano ex PD) di uno.
Trentuno seggi totali in consiglio, compreso quello del presidente Toti.
Ora, nell’ambito della nuova maggioranza consiliare, iniziano le consultazioni per le deleghe.
Chi, come noi, ha lavorato fin dall’esordio della questione balneare, per cercare di risolverla, conosce perfettamente le figure politiche emblematiche che si sono distinte in questi anni, per noi così difficili. E tra i consiglieri della nuova maggioranza regionale, senza nulla togliere a chi, tra gli stessi componenti della squadra Toti, in passato ci ha ascoltato con attenzione e ci ha molto aiutato, non possiamo dimenticare la preparazione, la grinta, la costante presenza che hanno caratterizzato l’azione di Angelo Vaccarezza. Con Luciano Monticelli, Angelo Berlangieri e i sindacati di categoria, Vaccarezza ha lottato con noi per ripristinare il nostro buon diritto, dapprima come presidente della provincia di Savona, poi come delegato al Demanio all’interno dell’UPI, infine come consulente in ambito europeo, in attesa di riprendere il ruolo istituzionale che gli compete. Da cittadini e da imprenditori, nell’interesse del comparto balneare, categoria che svolge un ruolo essenziale ed insostituibile per questa nostra regione, chiediamo al presidente Toti che Angelo Vaccarezza possa lavorare, in Italia e in Europa, con delega regionale al Demanio, oppure al Demanio e al Turismo insieme. Chiediamo che mediante l’impegno di Vaccarezza, attraverso lo specifico incarico che sollecitiamo, la Liguria possa svolgere, a partire dall’ambito regionale, il ruolo autorevole ed evolutivo che le compete.



Commenti

AMMINISTRATIVE LIGURI 31 MAGGIO 2015: INCONTRO PAITA – OPERATORI TURISTICO RICREATIVI DEL LEVANTE LIGURE. RUOLO CENTRALE DI RICCOMINI – CNA BALNEATORI

Postato il: 25 maggio, 2015 | Lascia un commento

PAITAALESSANDRO_RICCOMINIDomenica 24 maggio, alle ore 20, presso i Bagni Liguria di Sestri Levante, Raffaella Paita – Candidata alla Presidenza della Regione Liguria per il Centrosinistra – ha incontrato gli operatori del settore turistico-ricreativo ligure per un confronto in tema di demanio e sviluppo turistico.
All’incontro erano presenti: Valentina Ghio – sindaco di Sestri Levante; l’on. senatore Vito Vattuone; alcuni candidati al Consiglio regionale; Enrico Bixio – Presidente FIBA Confesercenti Liguria; Angelo Siclari – presidente ACO Liguria, per i concessionari della nautica e Alessandro Riccomini – presidente regionale CNA Balneatori Liguria.
Riccomini, trattando sostanziali tematiche regionali e richiamando i contenuti del programma elettorale Paita, ha sviluppato un intervento di particolare rilevanza ed autorevolezza. Ha chiesto alla candidata presidente: di evitare decisioni politiche calate dall’alto; l’attuazione di una politica condivisa, che sappia ascoltare e coinvolgere territori ed operatori nella definizione e realizzazione di linee strategiche di crescita e sviluppo della Regione; una maggiore attenzione e approfondimento per i problemi del comparto balneare. Sul tema dei delicati e fondamentali rapporti con l’Unione europea, Riccomini, dopo aver aggiornato i presenti sulle più recenti notizie (Caratti, Tomei), ha chiesto a Raffaella Paita precisi impegni, da realizzare in caso di affermazione elettorale. Queste, in sintesi, le richieste di CNA Balneatori:

1.- attuare – immediatamente dopo l’insediamento – una risoluzione del Consiglio regionale in difesa della proroga delle concessioni demaniali marittime al 2020, recuperando con questo alla Liguria il ruolo effettivo di capofila delle Regioni per il Demanio. Tale deliberazione – ha affermato Riccomini – è indispensabile sia per sostenere la linea politica del cosiddetto doppio binario, proposta dal Governo Renzi, sia per garantire al settore turistico ricreativo balneare l’applicazione della Direttiva concessioni (UE 23/2014), come norma di riferimento, prevalente sulla Direttiva servizi (Bolkestein);
2.- ottenere un incontro urgente tra il premier Renzi e il presidente nazionale CNA Balneatori Tomei;
3.- concretizzare un deciso intervento della Regione nei confronti del Governo a difesa delle piccolissime imprese familiari impegnate nel turismo balneare.

Paita ha dichiarato di aderire alle richieste di CNA Balneatori e, in tale prospettiva, ha anticipato l’intenzione di riunire in unico assessorato le deleghe al Turismo e al Demanio. Ha espresso inoltre la precisa volontà di affrontare in prima persona le problematiche del settore balneare, che ha definito delicato e strategico per l’economia ligure.
Al termine dell’incontro, Riccomini ha consegnato ai presenti la documentazione prodotta da CNA Balneatori in relazione al più recente lavoro svolto dal presidente Tomei a livello nazionale e ha richiesto alla candidata presidente, di consegnarne copia al premier Renzi, nel corso dell’incontro programmato a La Spezia per il giorno successivo.
Incontro estremamente significativo, rispetto al quale esprimiamo al presidente Riccomini soddisfazione, stima e totale apprezzamento da parte di Comitato Balneari Liguria.



Commenti

CONVEGNO SIB LIGURIA – GENOVA 22 NOVEMBRE 2014 – TEATRO DELLA GIOVENTU’

Postato il: 23 novembre, 2014 | Lascia un commento

CONVEGNO_SIB_22.11.2014Ieri, 22 novembre, si è tenuto a Genova il convegno organizzato da SIB – Confcommercio Liguria: ” Le piccole imprese familiari: passato, presente e futuro del turismo balneare ligure”, aperto alla partecipazione e all’intervento delle altre sigle sindacali di categoria e a chiunque desiderasse intervenire.
Ospiti: gli assessori regionali Raffaella Paita (PD – Infrastrutture Regione Liguria) ed Angelo Berlangieri (indipendente – Turismo Regione Liguria); i consiglieri regionali Roberto Bagnasco (FI) ed Edoardo Rixi (LNL); l’europarlamentare Alberto Cirio (FI) – già assessore al Turismo della Regione Piemonte – e il suo consulente per il Demanio marittimo Angelo Vaccarezza; Elisabetta Lai, assessore al commercio e turismo del Comune di Rapallo; Alessandro Riccomini – presidente CNA Balneatori Liguria; Fabrizio Licordari – presidente nazionale Assobalneari; Bettina Bolla, presidente dell’Associazione culturale Donnedamare; Emiliano Favilla e Fabrizio Maggiorelli per Comitato salvataggio imprese e turismo italiano; Oreste Giannessi per Movimento balneare; Angelo Siclari – presidente di A.C.O. Liguria.
Per SIB – Confcommercio hanno partecipato: Riccardo Borgo – presidente nazionale ed Enrico Schiappapietra – presidente Liguria, che ha svolto la funzione di moderatore.
Il convegno ha affrontato dapprima temi locali – come la combustione in loco del legname spiaggiato – per poi svilupparsi su temi nazionali, legati alla nota ed irrisolta questione balneare, con particolare riferimento alla preoccupante bozza di matrice governativa inerente la definizione della normativa demaniale, documento che, in quanto segue, chiameremo sinteticamente: “bozza Gozi”. Una relazione completa dell’incontro può essere trovata nel blog di Donnedamare, cliccando sul link: http://www.donnedamare.it/.
Su questo blog, in un separato articolo, per facilità di lettura, ci limitiamo a riferire su quello tra gli interventi effettuati, che, a nostro giudizio, ha portato alla luce maggiori elementi di novità e di interesse: quello dell’europarlamentare Cirio.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE