FORTE DEI MARMI: BALNEARI CRITICI NEI CONFRONTI DELLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 31/2016

Postato il: 28 maggio, 2016 | Lascia un commento

VILLA_BERTELLI_24_MAGGIO_2016TOMEI_24_MAGGIO_2016Non abbiamo sottovalutato l’importanza dell’assemblea convocata a Villa Bertelli il 24 maggio 2016, dalle Associazioni Bagni di Viareggio, Lido di Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi. Siamo in ritardo per motivi personali.
Non eravamo presenti. In quanto segue, pertanto, facciamo riferimento al puntuale comunicato stampa di Nando Cardarelli, che si è avvalso delle riprese audio e video di Emiliano Favilla – presidente di Comitato salvataggio imprese e turismo italiano –  e alle note verbali di Cristiano Tomei – presidente e coordinatore nazionale CNA Balneatori – e di Alessandro Riccomini – presidente regionale Liguria CNA Balneatori. Li ringraziamo. Assenti i responsabili politici e i sostenitori della nuova normativa regionale: Regione Toscana, SIB Confcommercio, FIBA Confesercenti.
L’assemblea, che tutti gli intervenuti hanno considerato di particolare interesse, ha fatto emergere posizioni uniformemente critiche nei confronti della nuova legge regionale, sia per i rapporti con la normativa preesistente in tema di atto formale, sia per le possibili implicazioni con la legge nazionale di riordino del demanio marittimo, in corso di gestazione. Tomei, in particolare, ha presentato la nota indirizzata alla Regione Toscana che abbiamo pubblicato nel nostro post CNA Balneatori propone istanze alla legge regionale toscana 31/2016. Nel documento sindacale in questione si chiede l’esclusione della procedura comparativa nell’iter autorizzativo dell’atto formale, richiamando la sola pubblicazione dell’istanza prevista dal Regolamento di esecuzione del codice della navigazione. Si chiede inoltre di voler includere tra gli investimenti fruibili ai fini della procedura, oltre alle opere di riqualificazione, anche quelli riferiti all’acquisto delle attrezzature necessarie per i servizi di balneazione.
L’assemblea ha deliberato di inoltrare alla Regione Toscana una richiesta urgente d’incontro, finalizzata alla revisione della normativa regionale prima dell’approvazione delle inerenti linee guida, prevista per il prossimo 7 giugno.



Commenti

CNA BALNEATORI PROPONE ISTANZE ALLA LEGGE REGIONALE TOSCANA 31/2016

Postato il: 27 maggio, 2016 | Lascia un commento

100_1343Il 9 maggio scorso, durante l’assemblea regionale CNA Balneatori di Livorno, Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – annunciò l’invio alla Giunta regionale toscana di un  documento sindacale finalizzato a chiarire i contenuti e i limiti dell’atto formale, quale risulta dalla legge regionale 31/2016. Il documento in questione, che pubblichiamo, è stato inviato al presidente della Regione Toscana – Enrico Rossi – e all’assessore al Turismo – Stefano Ciuoffo – il 26 maggio, a firma di Lorenzo Marchetti – presidente CNA Balneatori Toscana. L’obiettivo è quello di escludere, a livello di linee guida della nuova legge regionale, le procedure comparative – gare, a tutti gli effetti – a cui rischiano di sottoporsi le oltre 450 imprese balneari toscane che hanno presentato istanza per prolungare la durata delle rispettive concessioni demaniali, previ investimenti di riqualificazione delle inerenti strutture aziendali.

Nella foto, scattata nel corso del convegno, da sinistra a destra: Ettore Nesi, uno degli avvocati del collegio di difesa CNA Balneatori presso la Corte di Giustizia europea; Cristiano Tomei; Gianni Anselmi, presidente della Commissione Attività produttive del Consiglio regionale della Toscana; Lorenzo Marchetti.



Commenti

BALNEARI TOSCANA: INCONTRO 29 APRILE CON ASSESSORE CIUOFFO

Postato il: 30 aprile, 2016 | Lascia un commento

BALNEARI_1Nando Cardarelli e, separatamente, Emiliano Favilla, ci hanno aggiornato circa l’esito delle riunioni di categoria che hanno preceduto e seguito l’incontro del 29 aprile 2016 tra Comitato Salvataggio Imprese e Turismo Italiano e l’assessore regionale alla Attività produttive, al credito, al turismo e al commercio Stefano Ciuoffo.
Pubblichiamo i documenti inerenti:
– comunicato stampa di Comitato Salvataggio del 28 aprile;
– nota riepilogativa 30 aprile di Emiliano Favilla e comunicato 29 aprile, immediatamente successivo all’incontro.
Fermi gli aspetti considerati irricevibili nella proposta di legge regionale (costante riferimento alla Direttiva Bolkestein, notoriamente estranea al comparto balneare italiano; adozione di aste ed evidenze pubbliche, da attivare al termine delle attuali concessioni; pericolo di aumento insostenibile dei canoni demaniali marittimi; possibilità di pericolose interferenze tra legge regionale e normativa nazionale), è stata accolta con favore la decisione dell’assessore Ciuoffo di riesaminare la proposta di legge regionale alla luce delle richieste degli operatori, riserva che l’assessore si è impegnato a sciogliere entro martedì 3 maggio. Conseguentemente è stata sospesa la preannunciata manifestazione in pari data davanti alla sede del Consiglio regionale.
Concordi su queste posizioni – almeno nelle dichiarazioni di massima – SIB Confcommercio, CNA Balneatori, ASSOBALNEARI Confindustria e OASI Confartigianato. Allineata alle proposte regionali FIBA Confesercenti.
Attendiamo con interesse gli sviluppi.



Commenti

LA REGIONE TOSCANA VA VERSO LE EVIDENZE PUBBLICHE?

Postato il: 20 febbraio, 2016 | 1 commento

100_8660E’ sempre difficile valutare le intenzioni. Ma è incontestabile che la Regione Toscana abbia reso pubbliche le proprie linee guida per il rilascio di concessioni demaniali marittime mediante atto formale appena prima che la Conferenza delle Regioni discutesse la proposta della Liguria di prorogare di 30 anni le concessioni in atto ed è noto che, in quella sede, la Toscana abbia espresso parere sfavorevole.
Sulla scorta di queste perplessità e di quelle che discendono da un testo normativo non particolarmente chiaro e improntato a una logica burocratica che – soprattutto nel particolare momento attraversato dal comparto – può condizionare pesantemente le scelte dell’imprenditoria balneare, chiediamo il parere di Cristiano Tomei, presidente e coordinatore nazionale di CNA Balneatori.
Presidente Tomei, qual è il suo pensiero circa le linee guida all’atto formale emesse dalla Regione Toscana?
Le linee guida in questione interpretano in chiave contemporanea quanto precisato dal Codice della navigazione. La procedura tramite atto formale è un istituto che, nel Codice, esiste da sempre: da un lato prevede la possibilità di una durata pluriennale della concessione a seguito di investimenti, d’altro lato prevede procedure comparative e non esclude le evidenze pubbliche.
Lei è favorevole o contrario a questa procedura
Come ho detto, si tratta di una procedura prevista dal Codice della navigazione e può essere senz’altro utilizzata dal singolo concessionario che ne abbia valutato con attenzione gli aspetti positivi e negativi. Ad esempio può essere utile per chi intenda rinnovare la propria azienda attraverso investimenti immobiliari. Tuttavia non è una soluzione generalizzabile e, dal punto di vista sindacale, non è certo la soluzione della questione balneare italiana: anche se si tratta di evidenze pubbliche con paletti, si tratta pur sempre di evidenze pubbliche.
Si spieghi meglio
Sembra di capire che in caso di procedure comparative, in presenza di altri concorrenti si apra una gara, nella quale il concessionario uscente non avrebbe la possibilità di tirarsi indietro. Trattandosi di una richiesta per nuova concessione perderebbe, nei confronti della concessione in atto, il diritto alla difesa giuridica della proroga al 2020 e a quella sindacale di 30 anni per la quale stiamo lottando giorno per giorno. Inoltre il valore commerciale di un eventuale indennizzo da corrispondere in caso di sconfitta costituisce, per il concessionario uscente, un punto debole della situazione.
Cioè?
Nelle linee guida non si parla di valore di mercato, ma di una stima determinata attraverso un calcolo ragionieristico. Valore che potrebbe essere tranquillamente calcolato anche dalla eventuale controparte e previsto nella sua proposta economica, com’è normale che sia. E questo non gioca certo a favore del vecchio concessionario.
E il suo parere sugli investimenti ammissibili?
Si parla unicamente di investimenti che riguardano interventi edilizi o interventi strutturali di difesa ambientale, mentre si escludono altre importanti forme di investimento. Vorrei capire se dobbiamo ragionare in termini di compatibilità ambientale e di tipologie costruttive ecocompatibili.
Quindi?
Pur apprezzando lo sforzo per attualizzare una norma datata e poco utilizzata, ribadisco che, a mio avviso, questa iniziativa non è assolutamente la soluzione della Bolkestein. Per questo noi chiederemo ufficialmente alla Toscana di esprimersi a favore della proroga di 30 anni, nella prossima conferenza delle Regioni.



Commenti

REGIONE TOSCANA E CORTE DI GIUSTIZIA UE: MASSIMA ATTENZIONE ALL’UDIENZA DIBATTIMENTALE DEL 3 DICEMBRE

Postato il: 18 novembre, 2015 | 1 commento

MARRAS_1MARCHETTI_TOMEILeonardo Marras – consigliere della Regione Toscana e presidente del gruppo regionale PD – attraverso Cristiano Tomei, ci trasmette la mozione che il suo gruppo ha presentato a sostegno del comparto balneare marittimo italiano, alla vigilia dell’udienza dibattimentale che si terrà presso la Corte di giustizia europea il prossimo 3 dicembre. La mozione, che proponiamo integralmente, approvata dal Consiglio regionale il 17 novembre: riconosce l’importanza decisiva del procedimento giudiziale europeo nell’economia della questione balneare italiana; puntualizza gli argomenti che saranno discussi presso la Corte; cita le argomentazioni dei sindacati di categoria e in particolare di CNA Balneatori Toscana; esprime sostegno al comparto balneare e impegna la Regione alla massima attenzione circa gli sviluppi della vicenda.
E’ di tutta evidenza che questa importante iniziativa corrisponda all’appello di solidarietà che il presidente Tomei ha rivolto alla politica, dalle pagine di questo blog, lo scorso 9 novembre.
Tomei commenta: “La Regione Toscana, con questa mozione, ha inteso tutelare il diritto di esistere di 30 mila imprese costituenti l’attuale sistema turistico costiero italiano. Sono convinto che interventi analoghi seguiranno da parte delle altre Regioni costiere.”



Commenti

CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME: TOSCANA E LIGURIA CONCORDANO SU PROROGA DI 30 ANNI

Postato il: 7 novembre, 2015 | Lascia un commento

SPIAGGE_TOSCANEDopo la Liguria, anche la Regione Toscana si è schierata a favore dei concessionari balneari marittimi, approvando a maggioranza la mozione della Lega Nord, che ha proposto un periodo transitorio di 30 anni, con l’astensione del Movimento 5 Stelle e di Sì -Toscana a Sinistra.
Lo segnala LuccainDiretta.it, con un articolo attento e puntuale, che consente di valutare con chiarezza le posizioni dei diversi partiti. Vi suggeriamo di leggerlo.



Commenti

REGIONE TOSCANA – ROSSI CI RIPENSA: CONGELATO AUMENTO ADDIZIONALE REGIONALE

Postato il: 4 novembre, 2015 | Lascia un commento

MARCHETTI_TOMEIAGIPRESS – FIRENZE – Nel 2016 la Regione  Toscana non applicherà il temuto aumento dell’imposta regionale sui canoni demaniali marittimi. Lo hanno annunciato Vittorio Bugli – assessore al bilancio della Regione Toscana – e Stefano Ciuoffo – assessore alle attività produttive – a seguito di decisione presa con il presidente della Regione Enrico Rossi. 
Ripensamento opportuno, prevalentemente dovuto al disegno di legge di stabilità, che vieta alle regioni di intervenire sulla tassazione, ma anche maturato considerando le reazioni della categoria, che ha sottolineato il rischio di un aumento del canone demaniale marittimo, che si ripercuoterebbe sull’imposta regionale, calcolata come percentuale del canone. I balneari hanno saputo evidenziare la drammatica situazione di incertezza che grava sul settore. La questione balneare italiana è a un nodo cruciale. A pochi giorni dal 31 dicembre 2015, termine finale della proroga accordata dal Governo Berlusconi contestualmente all’abrogazione del diritto di insistenza, e in attesa di sentenza della Corte di Giustizia europea circa la compatibilità delle proroghe al 31.12.2015 e al 31.12.2020 con la normativa europea, il comparto balneare marittimo – uno dei fattori trainanti dell’economia italiana – trattiene il respiro in attesa degli eventi.
Bugli e Ciuoffo, valutando le problematiche derivanti dall’applicazione della normativa comunitaria, si sono dichiarati d’accordo sull’opportunità di sollecitare Governo e Parlamento circa la necessità di rivedere il quadro normativo del settore. Tutto questo, hanno spiegato i due assessori, per garantire al comparto balneare le condizioni necessarie per lo sviluppo economico ed occupazionale.
Lorenzo Marchetti, presidente regionale CNA Balneatori Toscana, ci ha dichiarato: “Incontro interessante quello con gli assessori Bugli e Ciuoffo, sia perché siamo stati informati che ogni ipotesi di revisione dell’imposta sarà rimandata a quando ci sarà una nuova regolamentazione per il comparto, sia perché ci è stata confermata la volontà  di tenere aperto il tavolo di lavoro sugli argomenti di interesse generale relativi al nostro settore: riclassificazione degli stabilimenti balneari, metodi e criteri per la definizione del nuovo limite demaniale e altre problematiche vecchie e nuove che affliggono il turismo balneare. La regione toscana sembra seriamente impegnata a sostenere il comparto balneare.”



Commenti

REGIONI: RECEPIRE LA DISCIPLINA TOSCANA DELLA FACILE-DIFFICILE RIMOZIONE

Postato il: 22 luglio, 2013 | Lascia un commento

ARTICOLO_RICCIAntonio Smeragliuolo segnala il trafiletto 21 luglio 2012, pubblicato dal quotidiano La Nazione, con il quale Giuseppe Ricci, presidente ITB Italia, commenta il regolamento recentemente approvato dalla Regione Toscana per disciplinare la facile – difficile rimozione di costruzioni e strutture turistico-ricreative ubicate in aree demaniali marittime.
Il nuovo regolamento, che segue di circa due anni la circolare del Consiglio superiore dei lavoro pubblici n. 84/2010, al contenuto della quale molto probabilmente si ispira, sgombra il campo dalle riserve formulate in quella sede circa le problematiche fiscali e dominicali inerenti.













Commenti

FACILE E DIFFICILE RIMOZIONE REGOLAMENTATE IN TOSCANA

Postato il: 16 luglio, 2013 | Lascia un commento

TN_SCALETTI_15.07.2013segnalazione di Antonio Smeragliuolo

Cristina Scaletti – assessore al Turismo della Regione Toscana – con il comunicato stampa 15 luglio 2013, informa che, in ambito regionale, i criteri di facile e difficile rimozione sono stati normati secondo le attese degli operatori balneari.
Il passo più significativo del comunicato, tuttavia, è quello conclusivo: accertata la preminente importanza del comparto balneare nell’offerta turistica nazionale, il Governo si impegni in Europa per affermare e tutelare questa peculiarità.



Commenti

DOVE ANDREMO A FINIRE A FURIA DI CONVEGNI?

Postato il: 19 aprile, 2012 | Lascia un commento

Il convegno quattrosigle del 18 aprile 2012 si è concluso, registrando una interessante partecipazione della categoria e dei sindaci, tra  i quali Gianni Alemanno, primo cittadino di Roma. Tra gli assessori regionali, da segnalare la presenza di Marylin Fusco (Demanio) e Angelo Berlangieri (Turismo) della Regione Liguria e quella di Gian Mario Spacca, presidente della Regione Marche con delega al Turismo. Anche Angelo Vaccarezza, presidente della Provincia di Savona, ha onorato il convegno. Grande assente il Governo, che risultava essere tra gli invitati e che – com’era prevedibile – non ha ritenuto opportuno partecipare. Grandi assenti anche la Regione Toscana e Vasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Diffusi malumori tra i balneari presenti, la maggior parte dei quali ha partecipato unicamente per evitare di indebolire un’iniziativa sindacale poco o nulla condivisa.
L’evento ha avuto un apprezzabile rilievo mediatico, attraverso RAI3 Regione. Quindi a qualcosa è servito, anche se, nell’occasione, avremmo potuto e dovuto fare di meglio. E’ noto che non siamo tra gli entusiasti di questa iniziativa, ma non siamo prevenuti a prescindere. Sulla questione balneare sono stati spesi e ascoltati fiumi di parole, anche illuminate, ne conveniamo, ma del tutto inutili, se ad esse non seguono fatti concludenti. Ieri a Roma abbiamo avuto il valore aggiunto dei sindaci, è vero, prima d’ora una loro partecipazione così massiccia non è mai stata registrata. Tuttavia anche da loro, come da ciascuno degli altri intervenuti, abbiamo avuto parole, in gran parte riedizioni difficilmente valutabili in concreto, mentre abbiamo perso l’occasione di segnare un punto a nostro vantaggio in un momento di stallo. I quattro sindacati, quindi, più che ritenersi soddisfatti per il successo dell’iniziativa, farebbero bene a riconsiderare criticamente le loro strategie e a cercare di affrontare la situazione con maggiori tempestività ed efficacia. Ci fermiamo qui.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE

  • Pagina 1 di 212