ASSEMBLEA CNA BALNEATORI LAZIO. AUDITORIUM CENTRO STORICO DI SPERLONGA

Postato il: 29 settembre, 2016 | Lascia un commento

sperlonga_1img_3593SPERLONGA,  26 settembre 2016. Appuntamento CNA Balneatori con i balneari laziali, programmato in uno dei borghi più interessanti d’Italia. Natura, storia, archeologia e ora anche microimprenditoria balneare attenta e informata.
Cristiano Tomei – coordinatore nazionale CNA Balneatori – precisa: “A Sperlonga abbiamo ribadito la nostra posizione sindacale. E’ stata una verifica importante effettuata insieme alle imprese, numerosissime, che sostengono e approvano la nostra linea sindacale.”
Di fronte ad un’assemblea oltremodo partecipata, Tomei ha ribadito gli argomenti che ha illustrato il 23 corrente al ministro Costa – Affari regionali ed Autonomie – al fine di accreditarli, nella prospettiva della normativa in elaborazione:
“doppio binario” – ossia adozione del criterio che prevede l’aggiudicazione mediante gara delle sole nuove concessioni insediate su aree disponibili, mentre alle concessioni in essere dovrebbe essere garantito un lungo periodo di stabilità, fondato sui diritti acquisiti prima dell’inizio della vicenda Bolkestein;
“legittimo affidamento” – ossia diritto alla completa e libera fruizione in proprietà dei beni materiali e immateriali, cioè dei diritti acquisiti legittimamente, sancito dall’articolo 17 della Carta di Nizza – la carta dei diritti fondamentali dell’UE. Riferito alle imprese attive su aree demaniali da prima della Bolkestein, significa irrinunciabilità del diritto di superficie, delle opere legittimamente autorizzate, dell’avviamento commerciale. In altri termini: irrinunciabilità del diritto di esistere, diritto che – dice la Carta – non può essere soppresso se non per motivi di pubblico interesse e in presenza di garanzie e di adeguati ammortizzatori.
Nell’occasione Tomei ha annunciato la predisposizione di un’azione di accertamento giuridico sul legittimo affidamento delle imprese associate a Cna Balneatori e il rinnovo dell’appello ai sindaci delle città di mare affinché si concluda rapidamente la mappatura delle coste italiane, necessaria per dimostrare che la risorsa spiaggia, attualmente, non è per nulla scarsa e anzi esiste un’ampia disponibilità per l’insediamento di nuove concessioni.
Tomei, infine, ha rinnovato l’appello alla partecipazione all’Assemblea nazionale di Cna Balneatori che si terrà a Rimini, in occasione del SUN 2016, la mattina di venerdì 14 ottobre. Lo appoggiamo anche noi. Stiamo attraversando un momento particolarmente delicato, nel quale e indispensabile essere sul pezzo, sempre, con la massima attenzione.



Commenti

OLTRE 100 IMPRESE BALNEARI ADERISCONO A CNA BALNEATORI IN PROVINCIA DI LATINA

Postato il: 31 marzo, 2016 | Lascia un commento

LATINA_30_MARZO_201630 marzo 2016. La giornata di Sperlonga è una di quelle che non si dimenticano facilmente. Non lo farà certo Cristiano Tomei – presidente e coordinatore nazionale di CNA Balneatori – che ha raccolto in un sol giorno l’adesione incondizionata di oltre 100 imprese balneari locali e non lo faranno neppure i molti balneari convinti sostenitori di questo sindacato che elabora le proprie strategie a stretto contatto con la base, che crede realmente nel diritto dei balneari italiani a un periodo di attività indefinita, che chiede l’uscita dalla Direttiva servizi ed esclude categoricamente il ricorso all’evidenza pubblica.
La notizia, quindi, non costituisce una sorpresa, per chi abbia seguito CNA Balneatori dalla sua costituzione e, in particolare, dall’assemblea nazionale di Ravenna, tenuta il 10 aprile 2015, poco meno di un anno fa. Troppe sarebbero le iniziative di questo sindacato che meritano di essere ricordate. Ci limitiamo qui a riproporre il verbale dell’assemblea di Ravenna, approvato all’unanimità in quella sede, documento che si pone come un vero e proprio “manifesto” della categoria e che abbiamo pubblicato nel nostro post 13 aprile 2015.
Non siamo fuori dal tunnel e sappiamo che ci aspettano ancora prove durissime, ma incassiamo un risultato sostanziale: cresce sempre più rapidamente il numero dei balneari che, avendo capito cosa significhi fare sindacato con chiarezza di idee, determinazione ed onestà intellettuale, prendono una netta posizione al riguardo.
Questo il link al comunicato stampa di CNA Latina relativo all’incontro.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE