CHIEDIAMO ANCORA: QUAL E’ LA REALE POSIZIONE DEL PD?

Postato il: 17 novembre, 2012 | Lascia un commento

Riproponiamo la nota 14 novembre 2012, tratta dal sito ufficiale PD, perché contiene importanti elementi di valutazione:
1.- a quanto risulta, si tratta dell’unico documento disponibile in cui si parli della proposta, formulata dal ministro Moavero Milanesi, di tavolo tecnico inerente la questione balneare;
2.- i tre senatori PD Teresa Armato, Salvatore Tomaselli e Vidmer Mercatali si dichiarano: “pronti e disponibili ad accogliere la proposta avanzata dal Ministro di ricostituire un tavolo di confronto tra istituzioni interessate ai vari livelli e categorie.” Il termine “ricostituire” ci sembra improprio e fuorviante, ma è marginale rispetto al contesto:
3.- informa che, “per dare certezze alle tantissime imprese coinvolte”, “La questione delle concessioni deve ottenere risposte immediate e definitive”. “Anche per questo” (anche? e il resto cos’è?) gli stessi tre senatori hanno presentato “emendamenti che salvaguardino le imprese concessionarie, disponendo una proroga adeguata sia all’ammortamento degli investimenti fatti, sia alla realizzazione di quelli da programmare per la valorizzazione di un settore decisivo per lo sviluppo dell’industria turistica italiana”.
Si tratta di un discorso buono per tutte le stagioni. Può prefigurare i lavori necessari per regolamentare il settore dopo la definizione della proroga, ma può anche significare volontà di vanificare gli emendamenti presentati, iniziando una discussione che costituisce un diversivo, che di fatto li esclude. Se questa dichiarazione riflette la posizione ufficiale del PD, questo importante partito, a parte alcune coraggiose ed illuminate individualità – emergenti quanto isolate – sembra lontano dall’avere compreso i termini e la portata della questione balneare. E, purtroppo, sembra lontano dall’avere ritrovato l’autorevolezza che gli compete.



Commenti

  • CHI SIAMO

    Siamo concessionari demaniali marittimi di stabilimenti balneari. Di fronte al rischio di perdere le nostre concessioni-azienda a causa di una normativa europea mal interpretata o usata strumentalmente, spacciata per calamità ineluttabile da sindacati e Governo, abbiamo deciso di difenderci in prima persona e di promuovere ogni possibile attività lecita, a partire dall'informazione.
  • DISCLAIMER

    www.comitatobalneariliguria.it non è una testata giornalistica, perché non si pubblica con periodicità regolare, non produce ricavi, non richiede né ottiene sostegno finanziario dallo Stato (né da chiunque), non ha in organico giornalisti professionisti, pubblicisti e praticanti. Non è neppure un nuovo sindacato di categoria e non presta attività di consulenza. Chi collabora con il blog lo fa a titolo gratuito, si occupa dei problemi della propria categoria come qualsiasi imprenditore avveduto e ne parla nell’ambito di un amichevole scambio di opinioni, senz'altra contropartita che non sia quella dell'interesse comune. Leggeteci e valutateci con obiettività, con la stessa cautela che usate normalmente per navigare in rete.
  • AMMINISTRAZIONE